Libera Impresa, da Azimut un progetto per sostenere le aziende | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Opportunità

Libera Impresa, da Azimut un progetto per sostenere le aziende

06 Nov 2013

L’iniziativa è pensata per accompagnare le imprese italiane durante tutto il loro ciclo di vita, dall’idea alla start up, fino all’eventuale quotazione in borsa, attraverso strumenti innovativi e tramite investimenti consistenti

Si chiama “Libera Impresa”, ed è dedicata allo sviluppo delle aziende italiane durante tutto il loro ciclo di vita, da quando nascono attraverso un’idea che diventa start up a quando crescono e hanno necessità di esplorare nuovi strumenti e servizi anche in un’ottica di futura quotazione in Borsa. L’iniziativa è di Azimut, gruppo leader nel risparmio gestito che, fermo restando il proprio core business di gestione patrimoniale, ha arricchito la propria offerta con  i cinque progetti che fanno parte di “Libera Impresa”.

Anzitutto SiamoSoci, piattaforma web per l’investimento in start-up innovative che dà supporto ai giovani imprenditori in fase di avvio della propria impresa (Azimut interviene tramite un aumento di capitale pari al 25% con un investimento di 1,2 milioni di euro). E poi P101, operatore del Venture Capital specializzato in investimenti early-stage nel settore digitale supportato dal Gruppo Azimut attraverso un investimento complessivo di 15 milioni di euro in tre anni (in corso di definizione), e dal Fondo Italiano di Investimento. Inoltre, il gruppo Azimut ha creato una nuova società, Azimut Global, dedicata all’attività di Advisory nell’Investment Banking e al supporto delle aziende (con fatturato superiore ai 10 milioni di euro) nelle proprie scelte strategiche. La quarta novità è IPO Challenger, iniziativa che in un contesto di IPO riservato di un’azienda eccellente vuole spronare la crescita e l’avvicinamento ai listini borsistici offrendo nel contempo opportunità di investimento per i clienti Azimut. Infine, l’iniziativa di partnership con il progetto ELITE di Borsa Italiana (che vanta già diversi partner) attraverso il quale Azimut vuole aiutare le aziende a costruire la propria storia di successo per ottimizzare il processo di quotazione.

 “In un momento di forte immobilismo e difficoltà, in cui falliscono 40 aziende al giorno – commenta Pietro Giuliani, presidente e ad del Gruppo Azimut – abbiamo elaborato soluzioni alternative per sostenere giovani imprenditori e piccole medie imprese contribuendo anche al rilancio del Sistema Italia. Tenendo ben saldo il nostro core business della gestione dei patrimoni, abbiamo deciso di ampliare il nostro modello affiancando l’imprenditore e l’impresa durante tutto il loro ciclo di vita attraverso l’intervento di diversi progetti capaci di proporre risposte ed iniziative specifiche. Una sfida che ci impegnerà nel prossimo futuro e sicuramente non si esaurirà con questi progetti ma evolverà ulteriormente”.

Il lancio del progetto “Libera Impresa” si terrà all’inizio del prossimo anno, dal 28 al 30 gennaio 2014, con un evento dedicato agli imprenditori, i quali potranno incontrare investitori e finanziatori oltre ad approfondire nella due giorni temi specifici legati alle esigenze delle imprese.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati