Innovation Summit, ecco le 10 startup che vogliono rivoluzionare il mondo del food | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovation Summit, ecco le 10 startup che vogliono rivoluzionare il mondo del food

30 Set 2015

Il Padiglione USA a Expo 2015, in collaborazione con Consolato degli Stati Uniti, Copernico e Microsoft, ha riunito a Milano esperti e imprenditori per dibattere di sostenibilità e innovazione in campo alimentare e energetico. L’incontro ha messo in luce anche le dieci nuove imprese selezionate dal programma Feeding the Accelerator, l’incubatore food & tech dello Usa Pavilion

L'Ambasciatore Douglas T. Hickey, Commissario Generale del Padiglione USA
Come ci alimenteremo in futuro? Quali idee e tecnologie innovative si possono mettere in campo per nutrite 9 miliardi di persone entro il 2050? Se ne è discusso il 29 e 30 settembre allo USA Pavillion Innovation Summit, un incontro per dibattere su innovazione, sostenibilità in campo alimentare ed energetico, imprenditorialità e il ruolo delle Esposizioni universali nello stimolare l’attenzione su questi temi.

Durante l’Innovation Summit, promosso dal Padiglione USA a Expo 2015 in collaborazione con il Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano, Copernico Milano e Microsoft, diversi esperti si sono confrontati sui temi dell’innovazione in campi come scienza, cultura, società e commercio.

L’evento, curato da AtelierSlice, è stato anche un’occasione per conoscere più da vicino i progetti delle dieci startup selezionate per far parte del programma Feeding the Accelerator del Padiglione USA, un incubatore Food & Tech che raccoglie imprenditori, chef, artisti, accademici e responsabili di grandi aziende per incoraggiare l’adozione di modelli collaborativi innovativi in grado di connettere il mondo delle multinazionali attive nel settore alimentare con iniziative locali.

I team si propongono di rivoluzionare il modo in cui il cibo è prodotto, distribuito, consumato e rappresentato. Ecco quali sono le startup selezionate da Feeding the Accelerator.

Le 10 startup del programma sono:

Pnat, nuovi modelli di agricoltura attraverso piattaforme galleggianti che permettono la coltivazione intensiva e la purificazione dell’acqua utilizzando l’energia solare (Italia)

Microvita, un’alimentazione animale alternativa e sostenibile che non compete con l’alimentazione umana attraverso un sistema industriale efficiente che converte prodotti organici in cibo per animali domestici utilizzando le mosche (Italia) 

Ice Dreams, che mira a rivoluzionare la produzione del gelato artigianale italiano usando solo acqua e sostituendo gli ingredienti come il latte, le uova e gli additivi artificiali (Italia)

Foodtrace: nuovi strumenti destinati al mercato all’ingrosso per aiutare gli agricoltori e gli artigiani a vendere in maniera più efficiente e a rendere gli acquirenti più informati attraverso una piattaforma cloud (USA)

Cookboth: il futuro dei ricettari racchiuso in uno strumento accessibile di auto pubblicazione, che permetterà a chef professionisti e amatoriali di pubblicare, documentare e trasformare in business la loro conoscenza, i loro esperimenti e le loro tecniche (UK/Spagna)

Kalulu: sviluppa catene di fornitura brevi che collegano gli agricoltori direttamente ai consumatori locali, riducendo le emissioni di carbonio e stimolando il coinvolgimento dei coltivatori nello loro comunità (Italia)

Urban Pastoral: sviluppa un ambiente sostenibile per imprese agricole e alimentari, che concepiscono gli alimenti come un veicolo per il progresso sociale, economico e ambientale (USA)

Greenonyx: un’applicazione intelligente per la casa che fornisce, attraverso un pulsante, la possibilità di consumare verdure ad alto contenuto di nutrienti appena raccolte (Israele)

Ignitia: fornisce previsioni del tempo altamente accurate e mirate per migliorare le decisioni giornaliere degli agricoltori in aree remote dell’africa occidentale attraverso un SMS (USA/Svezia)

Mintscraps: una piattaforma online che aiuta le imprese ad ottimizzare tutti i passaggi della catena alimentare e il processo di gestione dei rifiuti alimentari attraverso analisi di dati, consentendo di risparmiare milioni di dollari abitualmente destinati a coprire i costi mensili di gestione dei rifiuti (USA)

Il programma Feeding the Accelerator e l’Innovation Summit del Padiglione USA promuovono l’innovazione ed il sostegno alle nuove aziende. Speriamo che questi progetti possano essere catalizzatori di idee per aiutare a risolvere le sfide affrontate dai sistemi alimentari mondiali per nutrite 9 miliardi di persone entro il 2050 utilizzando le idee innovative e le nuove tecnologie per raggiungere risultati duraturi, anche oltre la fine di EXPO Milano”, ha commentato il Commissario Generale del Padiglione USA, l’Ambasciatore Douglas T. Hickey. (m.d.l.)

Articoli correlati