Dreamers Day, a Milano l'8 ottobre la giornata di chi ha realizzato un sogno (anche imprenditoriale) | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TECNOLOGIA SOLIDALE

Dreamers Day, a Milano l’8 ottobre la giornata di chi ha realizzato un sogno (anche imprenditoriale)



Al Teatro del Verme si tiene la terza edizione dell’evento dedicato a chi ha realizzato un progetto a lungo sognato nell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria, della scienza, dell’arte, della medicina. Una “giornata dell’esempio” per raccontare esperienze a volte difficili ma di successo

di Antonio Palmieri

06 Ott 2017


Ho saputo del “Dreamers Day” in programma domenica 8 ottobre al Teatro Dal Verme di Milano leggendo #BuoneNotizie. Mi sono perso le prime due edizioni di questa giornata nella quale persone che hanno realizzato il loro “sogno” nell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria, della scienza, dell’arte, della medicina portano la loro testimonianza, raccontando come e perché sono riusciti a farcela, nonostante tutto e nonostante tutte le circostanze avverse.
Forse la potremmo anche chiamare la “giornata dell’esempio”, questo evento organizzato dalla School of Dreamers e che quest’anno ha il patrocinio di Regione Lombardia e del Comune di Milano, è seguito da Radio Italia come radio ufficiale e annovera tra i media partner Corriere della Sera, The Good Life e Arbiter.
Essere “sognatori concreti” in fondo è quello che accomuna molte delle storie e delle esperienze che racconto in questo blog. Conoscere esempi positivi è un modo per dare nuova forza a chi si ostina a cercare di migliorare, per sé e per gli altri, convinti che il meglio deve ancora venire…
Francesca Del Nero, qual è lo spirito che caratterizza il Dreamers Day?
“Lo spirito è quello di condividere ad opera di persone provenienti da qualsiasi parte del mondo la propria esperienza a volte anche difficile, costellata magari da ostacoli ma pur sempre di successo. Il successo è avercela fatta a realizzare il proprio obiettivo continuando a crederci nonostante tutto. Ed è anche quello di connettersi ad un mondo di persone che stanno compiendo il grande sforzo di rendersi liberi, liberi di realizzare i propri sogni, liberi di essere felici attraverso quello che fanno”.
Antonio Palmieri

Antonio Palmieri, milanese, esperto di comunicazione, deputato. Da quando c'è Internet sono curioso della Rete. Dal 2002 cerco di valorizzare le possibilità che il digitale offre per una vita migliore