Che cosa fa New Vision e perché ha ottenuto 6,3 milioni, il finanziamento top 2014 | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Venture capital

Che cosa fa New Vision e perché ha ottenuto 6,3 milioni, il finanziamento top 2014

16 Set 2014

Fondata nel 2000 da Nicola Meneghello e Dario De Agostini, la digital media company specializzata in comunicazione aziendale ha convinto Innogest Sgr, Centerboard e altri investitori, tra cui Gianfilippo Cuneo, a scommettere sul suo futuro

New Vision, digital media company impegnata nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie per la comunicazione in tempo reale, si aggiudica il più importante round di venture capital in Italia per il 2014: 6,3 milioni di euro.

L’azienda tecnologica il cui principale prodotto è 4Me, soluzione cloud per gestire i contenuti digitali, ha convinto Innogest Sgr, Centerboard di Pietro Spada e altri investitori tra cui Gianfilippo Cuneo a scommettere questa notevole cifra sul futuro dell’azienda.

In particolare, come spiegato in una nota dell’azienda, fanno parte della cordata Innogest sgr, che con un capitale totale in gestione di oltre 160 milioni di euro è uno dei principali gestori di venture capital italiani, Withfounders, il digital accelerator costituito da cinque imprenditori protagonisti delle principali exit di successo della digital economy in Italia negli ultimi 15 anni, e altri investitori tra cui Centerboard Partners, società di advisory con sede a Londra specializzata nel settore media e ICT.

“L’operazione New Vision è il più importante round di investimento in Italia degli ultimi tempi. Rappresenta l’eccellenza del “made in Italy” in un settore in cui non siamo abituati a competere”, sottolinea Claudio Giuliano, fondatore e managing partner di Innogest. “Ci ha convinto l’azienda e il team fortemente orientati all’innovazione e alle richieste del mercato, con una cultura interna improntata sull’ascolto e sulla condivisione dei risultati. A questa mentalità vogliamo contribuire arricchendo l’azienda con manager di livello. La piattaforma ci ha colpito: abbiamo toccato con mano un prodotto unico e universale, che permette con soli 3 click di gestire interi sistemi di contenuti”.

“Oggi la ricchezza di contenuti, la multicanalità, gli standard di sicurezza impongono soluzioni complesse e difficili da governare con il mutare delle esigenze del business. Parlando con i clienti, ci siamo resi conto di trovarci di fronte a qualcosa di più di una soluzione: è un modo rivoluzionario di gestire la complessità moderna dei contenuti con robustezza, ma al tempo stesso con la flessibilità di cambiare processi in poche ore invece che attraverso progetti che richiedono mesi di sviluppo. La scommessa sta ora nel costruire un leader globale.”

“Portare ogni utente al centro del suo mondo digitale, mentre flessibilità e globalizzazione diventano le colonne portanti del futuro, fare sì che il digital sia un vestito “su misura” e al contempo uno strumento intelligente di conoscenza e di controllo”, è la visione ambiziosa e inedita di Nicola Meneghello, fondatore e AD di New Vision.

Fondata da Nicola Meneghello e Dario De Agostini nel 2000, oggi New Vision dà lavoro a più di 50 persone. L’allora ventenne Meneghello lasciò l’Università di Padova, facoltà di Ingegneria, per diventare imprenditore. “Siamo sempre stati appassionati di tecnologia e convinti che la rete potesse aprire l’opportunità di importanti innovazioni” hanno scritto i due in un recente intervento.

Nel 2010, l’idea di creare software funzionali e “belli da usare” converge in un nuovo concept, che racchiude in un unico ambiente anni di esperienza e successi. Nasce 4ME, una piattaforma “cloud based”, ossia che non richiede installazione, e che consente il controllo, la condivisione e la pubblicazione di qualsiasi contenuto multimediale, in tutti i canali digitali. Oggi 4ME è già stata scelta da imprese molte attente al digital quali Maserati, MSC Crociere, Canon, Gruppo Coin, Rtl 102.5, Eataly.

“Realizzare 4ME è stato come unire i puntini di un disegno. Dopo quattro anni di lavoro, con un team di circa 40 persone, e alla quarta release siamo riusciti a capitalizzare anni di esperienza e oggi guardando indietro diventa più facile giustificare quello che allora sembrava una sfida irraggiungibile. Abbiamo fatto tutto questo in Italia, sviluppando internamente l’intera piattaforma, adottando tecnologie emergenti, formando e assumendo tutte le persone che lavorano con noi”, commenta Nicola Meneghello. “L’ingresso in New Vision di Innogest e di alcuni tra i più riconosciuti investitori della digital economy ci darà la giusta spinta per lo sviluppo internazionale”.

New Vision sta rivoluzionando il mondo della comunicazione aziendale, esterna ed interna, avvalendosi di un team tecnico di  giovani talenti italiani. Con un’età media di 32 anni, un ambiente lavorativo dinamico, orientamento all’innovazione, un portfolio clienti di importanti realtà internazionali e l’impiego di una nuova visione della cultura d’impresa, New Vision si presenta come realtà di spicco nel panorama delle pmi italiane. E tra i clienti vanta Autogrill, Glaxo, Maserati e Canon.

Inoltre New Vision punta a creare al suo interno una animata e appassionata tribù aziendale. “Quello della tribù aziendale non è un concetto nuovo – ha detto l’ad Meneghello, classe 1978, nel corso della visita a luglio 2013 all’azienda da parte dell’allora ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato – ma sono rare le effettive applicazioni nella vita professionale, prevalentemente per motivi sociali e culturali: si tratta di un modello che richiede esercizio, dinamismo, impegno e passione, valori spesso trascurati. In New Vision lavoriamo tutti animati dallo stesso obiettivo, ovvero semplificare la vita attraverso la nostra tecnologia, non solo tenendo il passo coi tempi, ma cercando di anticiparli. Farlo immersi in un ambiente lavorativo il più possibile sereno e allegro, nel rispetto reciproco e senza mai trascurare la professionalità, fa bene tanto a noi quanto a chi beneficia dei nostri servizi.” Ora New Vision è pronta a conquistare nuovi mercati fuori dall’Italia.

di Luciana Maci

Articoli correlati