Butlr, la startup italiana che piace al principe arabo | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investimenti

Butlr, la startup italiana che piace al principe arabo

06 Nov 2014

Altri argomenti

Sua altezza Khaled Bin AlWaleed, figlio del Principe Al-Waleed Bin Talal, imprenditore multimiliardario saudita, ha investito nel progetto di Andrea Castiglione: un concierge digitale per gli alberghi di lusso. La notizia arriva da Dublino, dove il team sta seguendo il Web Summit. Il principe ha rilevato il 30% della società

Italia Paese di santi, navigatori e poeti. Ma anche di startup, le cui idee, molto spesso, vengono apprezzate di più all’estero che nel nostro Paese. È il caso di Butlr, la startup siciliana che ha conquistato nientemeno che il principe arabo Khaled bin Al Waleed, figlio di Al-Waleed Bin Talal.

Sua altezza, noto tech investor, ha deciso infatti di investire sulla startup fondata da Andrea Castiglione insieme ad Andrea Batticani e Gianni Famà: i tre ragazzi hanno messo a punto una sorta di maggiordomo digitale. Si tratta, infatti, di un servizio per la gestione dei servizi di ospitalità negli alberghi di lusso. Attraverso un’app, infatti, i clienti hanno accesso direttamente dal proprio smartphone a un concierge personale che li guida durante il loro viaggio di vacanza o di lavoro e dà loro spiegazioni, dettagli e consigli su tutti i servizi alberghieri offerti.

E che gli arabi siano molto sensibili a tutto ciò che ha una nota di agio e di lusso non è certo una novità. Ecco perché il principe ha deciso di investire in prima persona nel progetto di Castiglione, rilevando il 30% della società.

La notizia arriva direttamente da Dublino, dove il team di Andrea Castiglione sta partecipando al Web Summit e, per il momento, non è dato sapere l’importo dell’investimento. Sicuramente si tratterà di una grossa cifra visti i personaggi in gioco. Basta leggere la pagina Wikipedia che lo riguarda, per sapere che il principe Al-Waleed, imprenditore multimiliardario saudita, secondo la rivista americana Forbes è uno degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio di 20 miliardi di dollari americani. Pare che l’immensa fortuna sia stata accumulata grazie a fruttuosi investimenti e al suo invincibile fiuto per gli affari, che gli ha procurato il soprannome di ‘Il Warren Buffett d’Arabia’.

Se buon sangue non mente, per Butlr potrebbe iniziare un futuro molto interessante.

Altri argomenti

Articolo correlato