Biz Factory, agli inventori della "merenda easy" il premio per studenti imprenditori | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Scuola & Business Ideas

Biz Factory, agli inventori della “merenda easy” il premio per studenti imprenditori

12 Giu 2015

Il contest organizzato da Junior Achievement per la migliore impresa realizzata da allievi delle superiori è stato vinto da Marmellì dell’istituto alberghiero di Chatillon: una confettura in tubetto per rendere più comodo il momento della merendina. Il vincitore parteciperà alla Call4Ideas del Polihub

La premiazione del team EnJamble JA, ideatore di Marmellì
Un nuovo modo di fare merenda, evitando barattoli o posate e usando solo un comodo tubetto, è l’idea innovativa vincitrice delle selezioni italiane di BIZ Factory, premio alla migliore impresa realizzata da studenti delle scuole superiori italiane organizzato da Junior Achievement, prima associazione mondiale per la diffusione della cultura imprenditoriale tra i giovani. 

La selezione italiana, realizzata in partnership con Polihub, ha coinvolto oltre 6.000 studenti tra i 16 e i 19 anni, più di 250 scuole con oltre 10 competizioni regionali da Aosta a Catania. Le finali si sono tenute a Milano nello Spazio Ex Ansaldo grazie al patrocinio del Comune di Milano attraverso l’Assessorato alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca, con l’Assessora Cristina Tajani che ha portato il saluto e il sostegno della Città di Milano agli studenti in gara.

La scuola italiana si conferma creativa: oltre 250 le idee tradotte in servizi e prodotti, alcune pronte per il mercato in settori quali food, technology, design, green economy o sharing economy.

Il vincitore di BiZ Factory si chiama EnJamble JA (studenti dell’Istituto Professionale Regionale Alberghiero di Chatillon) ed ha sbaragliato gli altri candidati con l’innovativo prodotto Marmellì: una confettura in tubetto che ha lo scopo di rendere gli spuntini dei più grandi e dei più piccoli semplici e veloci, eliminando vasetti ingombranti e scomodi, coltelli e tovaglioli.

La Migliore Impresa 2015 di Junior Achievement Italia volerà a fine luglio a Berlino a rappresentare il Made in Italy e parteciperà all’evento conclusivo della Call4ideas organizzato e ospitato da Polihub, lo Startup District & Incubator del Politecnico di Milano, partner della manifestazione. Pietro Checchi, Giusy Curcio e Jani Vangjeli sono gli imprenditori Junior Achievement dell’Ist. Regionale Alberghiero di Chatillon che hanno partecipato a “Impresa in azione”, il programma che avvicina i giovani alla cultura d’impresa e li aiuta a sviluppare il loro spirito d’iniziativa. I partecipanti a “Impresa in azione” potranno ricevere l’Entrepreneurial Skills Pass, la certificazione internazionale che attesta la loro competenza imprenditoriale.

Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia e Corporate Communications Manager di ABB Italia, sottolinea “Siamo oltre 30 aziende in Junior Achievement Italia, crediamo nei nostri giovani e siamo tutti impegnati nel promuovere l’educazione imprenditoriale. Idee ed energie non mancano per contribuire a rafforzare l’alternanza scuola-lavoro che, in Italia, si attesta sotto il 10%”.

Quest’anno inoltre, nell’ambito di Biz Factory, è stato introdotto grazie allo sponsor FedEx l’Innovation Award, vinto da Wake JA dell’IISTP E. Brambilla di Verrès (Aosta). “Siamo felici di aver stretto questa partnership con Junior Achievement in Italia a sostegno dei giovani. – ha dichiarato ‎Vito Carlo Bernardi, Direttore Generale Properties di FedEx per l’area EMEA – I gruppi di giovani studenti hanno dimostrato una creatività eccezionale combinata con energiche capacità di presentazione. Siamo molto orgogliosi di sostenere la formazione di quelli che ci auguriamo saranno i futuri imprenditori del Paese”.

Da segnalare anche gli studenti di MyProGeneration JA dell’IPSIA Salvo D’Acquisto di Bagheria (Palermo) che per l’impatto sociale delle loro start up hanno ricevuto, grazie alla partnership con il Gruppo assicurativo AXA Italia, il Social Impact Award. Ai vincitori, un viaggio premio educational tra Italia e Parigi in cui avranno modo di conoscere il team di esperti di Axa Strategic Ventures, il fondo di venture capital da 200 milioni di euro di Axa.

Infine, si comunicano i risultati del Premio Ecopreneur, pensato e organizzato con il contributo di ABB Italia per fornire competenze sul filone “green” che sempre più accompagnerà i ragazzi nella loro futura carriera professionale. I vincitori sono gli studenti del team Solar SIA JA dell’ITSE Cecilia Deganutti di Udine e del team Foodback JA dell’ITIS “Marconi” – Educandato “Angeli” – IPSIA “Giorgi” di Verona. Ai vincitori la partecipazione ad EXPO e un’esperienza di job shadow in affiancamento di un manager aziendale per avvicinare i giovani al mondo del lavoro. (L.M.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati