Berkeley SkyDeck Europe, le 9 startup accelerate - Economyup

OPEN INNOVATION

Berkeley SkyDeck Europe, 1,3 milioni per 9 startup accelerate: ecco i loro progetti



Lanciato dall’acceleratore dell’Università di Berkeley UC Berkeley SkyDeck con Cariplo Factory e Lendlease, il primo programma ha previsto 145mila euro investiti in ogni startup e si è concluso con il Demo Day per presentare i progetti agli investitori

21 Ott 2022

Demo Day Berkeley SkyDeck Europe, Milano: il Demo Day

Un robot per le consegne e uno per la chimica, un drone dirigibile a idrogeno, una soluzione per efficientare la creazione di nuovi farmaci, una “linea di assemblaggio” per l’intelligenza artificiale, una soluzione per la mobilità condivisa: questi sono alcuni dei progetti innovativi delle 9 startup che hanno partecipato  al programma di accelerazione di Berkeley SkyDeck Europe, Milano, il progetto lanciato a dicembre dall’acceleratore dell’Università di Berkeley UC Berkeley SkyDeck, dall’hub di innovazione italiano Cariplo Factory e dal gruppo internazionale di real estate, infrastrutture e rigenerazione urbana Lendlease.

Selezionate a maggio, le 9 startup hanno avuto accesso al primo programma di accelerazione di 6 mesi con benefici quali un primo finanziamento complessivo di 1,3 milioni, la possibilità di incontrare investitori internazionali e l’occasione di incontrare aziende rilevanti e potenzialmente interessate a una collaborazione commerciale.

Il programma si è svolto nella prima sede europea di Berkeley SkyDeck, a Milano, nel contesto di MIND Milano Innovation District, il distretto dell’innovazione nato nel 2018 nell’ex area Expo, sede dove il 20 ottobre le startup hanno presentato i loro progetti agli investitori in occasione del Demo Day.

“Siamo entusiasti della classe inaugurale di startup di Berkeley SkyDeck Europe e di come rappresentino l’imponente innovazione in atto in tutta Europa – afferma Caroline Winnett, Executive Director di Berkeley SkyDeck. – È stato particolarmente emozionante poter utilizzare le risorse dell’Università di Berkeley, incluso il nostro ammirevole pool di consulenti ed ex studenti, per aiutare a supportare il futuro della tecnologia in Europa. Non vediamo l’ora di scoprire come queste aziende continueranno ad apprendere e scalare sfruttando l’ecosistema Berkeley SkyDeck.”

I dettagli del programma

Durante il programma di accelerazione, le startup hanno avuto la possibilità di confrontarsi con gli advisors di SkyDeck Europe e Berkeley SkyDeck, uno dei migliori acceleratori della Silicon Valley. Lendlease ha invece investito direttamente in ogni singola startup 145mila euro, parte della strategia del gruppo di far crescere l’ecosistema di MIND.

WHITEPAPER
Vuoi lanciare la tua Startup? Ti sveliamo i 4 motivi per cui dovresti utilizzare HubSpot
Startup
Inbound

La nascita di SkyDeck Europe – resa possibile grazie al contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo – è volta alla creazione di un forte ecosistema europeo di imprese innovative e si prefigge, da un lato, di assimilare metodologie e best practice per la valorizzazione della ricerca grazie alla collaborazione con l’Università della California, Berkeley, dall’altro, di rafforzare l’ecosistema locale mettendo a fattor comune le competenze delle Università e degli incubatori del territorio attraverso un modello di collaborazione diffusa.

L’obiettivo del programma di accelerazione di SkyDeck Europe è quello di accompagnare la crescita di startup selezionate nel triennio di attività 2022-2024, garantendo anche il collegamento con qualificati operatori finanziari in grado di supportare lo sviluppo delle iniziative imprenditoriali attraverso investimenti in equity.

Berkeley SkyDeck Europe, i progetti accelerati

Le 9 realtà, selezionate tra 571 adesioni alla call lanciata a febbraio e aperta a startup italiane ed europee, operano in numerosi settori tecnologici: dalla biotecnologia, al fashion-tech, alla raccolta e analisi dei dati, alla robotica, all’intelligenza artificiale, alla realtà aumentata, alla mobilità:

BiomimX: soluzione Organs-on-Chip (OoC) tecnologicamente avanzata che permette di trovare terapie migliori e più sicure permettendo di colmare le lacune esistenti nelle aree terapeutiche strategiche.

HopShop: lo “Shazam per la moda”, un’app mobile che aiuta gli acquirenti a trovare e acquistare vestiti e accessori visti sul web, sui social media o anche nella vita reale.

HyLight: drone dirigibile a idrogeno per la raccolta e l’analisi di dati aerei a lungo raggio per l’ispezione di linee elettriche, gasdotti, ferrovie.

Katakem: primo “robot chef” brevettato per i chimici che permette loro di automatizzare i processi manuali, ripetitivi e il lavoro soggetto a errori.

Quasara: “linea di assemblaggio dell’intelligenza artificiale” che serve ai team di Computer Vision e NLP per poter industrializzare i propri prodotti e servizi di machine learning.

Revisior: sistema di customer feedback e NPS (net promoter score, misura della probabilità che i clienti promuovano un brand) che contribuisce alla creazione di una reputazione positiva del l’azienda migliorando la qualità del servizio e identificando rapidamente i problemi dei clienti.

SWITCH: piattaforma DSS (Decision Support System) / DA (Decision Analytics) per la gestione dello spazio urbano che consente alle città di prendere decisioni migliori sulla mobilità condivisa e agli operatori di mobilità condivisa di aumentare la redditività.

THEO: primo robot di consegna semiautonomo d’Europa ottimizzato per le piste ciclabili e che si adatta perfettamente alla nuova legge pionieristica sulla guida autonoma L4 riducendo il costo del cosiddetto “ultimo miglio” delle consegne fino all’80%.

Wave: tecnologia ottica brevettata per la visualizzazione tridimensionale di contenuti in dispositivi di proiezione olografica come i display head-up in realtà aumentata (AR HUD) per applicazioni automobilistiche e aerospaziali, che consente di ampliare la consapevolezza dell’ambiente circostante, diminuendo la distrazione e migliorando i tempi di risposta dell’utente.