L'ACCELERATORE

B4i – Bocconi for innovation: cosa fanno le 5 startup appena entrate nel programma di accelerazione



Drype, Hotiday, Keikibu, Proteso, TerraViva sono le ultime selezionate per il programma giunto alla sesta edizione. Riceveranno un investimento di 30mila euro ciascuna e avranno accesso a un co-working nel campus universitario per un percorso di 4 mesi. Complessivamente, quest’anno, sono state accolte 15 startup

Pubblicato il 01 Dic 2022


B4i - Bocconi for innovation

Tornano i programmi dedicati alle startup di B4i – Bocconi for innovation, piattaforma di pre-accelerazione, accelerazione e corporate entrepreneurship dell’Università Bocconi di Milano che in meno di tre anni di attività ha supportato 133 startup, coinvolto più di 400 imprenditori, raccolto complessivamente 9,5 milioni di euro e contribuito alla creazione di più di 70 nuovi posti di lavoro.

Drype, Hotiday, Keikibu, Proteso, TerraViva sono le cinque startup selezionate per il programma di accelerazione, giunto alla sesta edizione. Le cinque startup riceveranno un investimento di 30mila euro ciascuna e avranno accesso a uno spazio di co-working nel campus universitario in cui inizieranno un percorso di quattro mesi di coaching operativo. Gli imprenditori lavoreranno su diverse tematiche, tra cui business development, project management, aspetti legali (con il programma delle Legal Clinics), digital marketing e fundraising. Inoltre, al termine del programma di accelerazione, avranno l’opportunità di conoscere investitori per finanziare la fase successiva del loro business.

Sin dal lancio del programma di accelerazione nel 2020, l’obiettivo di B4i – Bocconi for innovation è quello di selezionare startup con il maggior potenziale per aiutarle a crescere investendo l’esperienza, la conoscenza e le risorse della community Bocconi.

Unico requisito per partecipare è la voglia concreta di impiegare tutte le proprie energie nelle startup, perché, dice il direttore operativo di B4i Nico Valenti Gatto, “per essere un buon imprenditore è necessario essere ossessionato dall’esecuzione ed essere motivato dai compiti e dal portarli a termine. Inoltre, bisogna essere bravi a ‘vendere’ la propria attività, a far salire a bordo le giuste persone, a farle entrare nel proprio team ed a convincere le persone a investire”. Questo l’identikit dello startupper. dal

Le startup selezionate nell’ultimo batch operano in diversi settori: dall’hospitality alla sostenibilità applicata nel beverage, sino all’architettura e alla logistica. Eccole nel dettaglio:

–Proteso produce esoscheletri collaborativi che risolvono il problema del mal di schiena sul lavoro, rendendo meno faticosa la movimentazione di carichi pesanti.

–Keikibu è una piattaforma digitale one-stop che aiuta i genitori a trovare subito tutti i prodotti necessari per la crescita dei figli e fornisce ai vendor strumenti innovativi per sviluppare la propria attività.

–Drype è il cocktail solubile più piccolo e più sostenibile al mondo. Riduce l’impatto ambientale ed i costi  derivanti dalla produzione, dal trasporto e dallo smaltimento delle bottiglie di alcolici tradizionali.

–Hotiday è un instant buyer di camere d’albergo che acquista le camere invendute in varie località e le rivende online con lo stesso brand. Di fatto la prima catena completamente decentralizzata.

–TerraViva è una startup dedicata all’organizzazione di concorsi internazionali di architettura focalizzati su progetti di rigenerazione urbana sostenibile. Un hub multidisciplinare supportato da un solido network di investitori, istituzioni e studi professionali.

B4i – Bocconi for innovation, inoltre, seleziona aspiranti imprenditori per partecipare al suo programma di pre-accelerazione, un percorso formativo di tre mesi progettato per chi ancora non ha fondato una startup, ma sta lavorando a un’idea imprenditoriale. Il programma accoglie progetti ancora in fase embrionale, per supportarli fino alla creazione di un MVP (minimum viable product). Le sessioni che includono un serrato programma di formazione pratica e lezioni abbracciano diversi aspetti dell’avvio di un’impresa: dalla ricerca dei clienti e dalla valutazione del mercato, fino allo sviluppo del modello di business e alla pianificazione finanziaria.

Il programma di pre-accelerazione del sesto batch di B4i – Bocconi for innovation è iniziato a settembre e ha accolto 15 startup che operano in settori che spaziano dall’industry 4.0, al future of work, fino al health tech: adam.IP, AraBat, Baze, Ebe Collective, Gluco-Live, GreenBoost, LexHero, Lit,  MEEVA, Menabòh, MIND AID, NFolio, NUBO, Robotizr, Workeytion.

questa pagina è già possibile candidarsi alla settima Bocconi for innovation Startup Call sino all’8 gennaio 2023.

“Siamo sempre alla ricerca di imprenditori ambiziosi che abbiano trovato soluzioni innovative a bisogni emergenti in nuovi mercati” spiega Nico Valenti Gatto, Direttore Operativo di B4i – Bocconi for innovation. “Lavoriamo per quattro mesi insieme, fianco a fianco alle startup in un percorso impegnativo e sfidante con diversi checkpoint che segnano le varie tappe del percorso, sostenendole sotto vari punti di vista in termini di attivazione di contatti, supporto legale, supporto economico. Li sosteniamo attivamente nella creazione di opportunità valide che possano fare la differenza anche nella ricerca di potenziali investitori”,

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link