Aziende hi-tech, in quali settori crescono più velocemente | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La classifica

Aziende hi-tech, in quali settori crescono più velocemente

08 Feb 2016

Altri argomenti

Le 500 company internazionali premiate da Deloitte per la più rapida crescita di fatturato dal 2011 al 2014 sono attive soprattutto nei “media”, termine che comprende dalla produzione di contenuti al marketing fino all’e-commerce. Al secondo posto il clean-tech, al terzo il software. Corrono anche comunicazioni, hardware e life science

Le società tecnologiche che sono cresciute di più negli ultimi 4 anni in tutto il mondo fanno parte del settore “media”, seguite da quelle della clean technology e dalle aziende attive nel campo dei software. Al quarto posto le società delle comunicazioni, al quinto quelle incentrate sull’hardware e al sesto le company attive nelle scienze della vita (Life Sciences).  È quanto emerge dalla quindicesima edizione della “Technology Fast 500 Emea”, una delle più autorevoli classifiche nel settore tecnologico che premia gli sforzi e la dedizione delle aziende appartenenti a più di 20 paesi dell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) che hanno registrato il più alto tasso di crescita dei ricavi negli ultimi 4 anni.

 

Come si vede dal grafico, la parte del leone la fanno i “media” con una crescita media del fatturato nell’arco del periodo 2011-2014 del 1.443%. Il termine è usato in senso lato e comprende realtà variegate: nel Programma Fast 500, specifica Deloitte, la definizione adottata a livello globale per il settore Media è “content and its associated distribution and sharing, consumer applications, e-commerce, advertising and marketing (both platforms and services), and education and training”. Ovvero: “contenuti e la distribuzione e condivisione ad essi associata, applicazioni per il cliente, e-commerce, pubblicità e marketing (sia piattaforme sia servizi), ma anche formazione e training”. Di questa categoria fa parte la prima in assoluto della classifica, Catawiki, casa d’aste online olandese che ha registrato l’incredibile tasso di crescita del 45.080%. Rientra nei media perché si tratta di e-commerce. Sono 87 in tutto le aziende premiate in questa categoria.

Se è vero che la definizione “media” è un contenitore molto vasto, allora è forse più significativo il secondo posto assegnato alle aziende del clean-tech, termine con il quale si intendono le tecnologie, i prodotti, le procedure e i servizi caratterizzati da efficienza energetica ed efficienza delle risorse, che contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale e in ultima analisi a preservare il pianeta. Dal 2011 al 2014 sono cresciute del 1064%. Tra loro spicca Clean Marine, che nel quadriennio ha registrato un incremento del 7.260%. Medagli di bronzo per le aziende che fanno software (più 999%): l’esempio migliore è quello di iZettle. Un andamento molto vicino a quello del comparto comunicazioni, salito del 977% (migliore performance quella di Skyscape). Segue l’hardware con il più 720% (l’azienda citata in questo caso è Avanca). È significativo anche il sesto post delle Life Sciences, che hanno registrato una crescita media del fatturato nel quadriennio del 419%. La migliore performance è stata quella di Orex

Altri argomenti

di Luciana Maci

Articoli correlati