Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Internet of Things

Alla fiera dell’automazione uno spazio per le startup della domotica

23 Mag 2017

Smart Building Expo, che si svolge a Milano dal 15 al 17 novembre 2017, offre alle giovani aziende l’occasione di presentarsi a professionisti, società e investitori in un’area al centro del padiglione. Il project manager Luca Baldin: «Puntiamo sulle startup perché costituiscono il 52% del mercato della Smart Home»

Smart Building Expo, fiera italiana sulla building automation, offre una possibilità in più alle startup con Spazio Startup, iniziativa che dà alle nuove aziende l’occasione di presentare in maniera vantaggiosa le proprie soluzioni a professionisti, società e potenziali investitori che si riuniranno dal 15 al 17 novembre 2017 presso Fiera Milano a Rho.

Per tutta la durata della manifestazione sarà presente uno spazio al centro del padiglione completamente riservato alle startup focalizzate sulla building automation. Ognuna potrà avere il proprio stand e un’area comune dedicata a speech e demo, il tutto a condizioni economiche agevolate. 

Un deciso passo in avanti, proiettato verso il futuro. Un’iniziativa che arricchisce il senso di un progetto fieristico che ha come parola d’ordine “innovazione”. Per questo Smart Building Expo vuole dedicare un posto alle startup, segno di una visione strategica improntata all’evoluzione del mercato dell’edificio smart.

«È anche un messaggio chiaro che intendiamo dare al mercato. – spiega Luca Baldin, project manager di Smart Building Expo – Una recente ricerca del Politecnico di Milano, con cui stiamo collaborando, ha evidenziato come il mercato della Smart Home sia al 52% costituito proprio da startup. Una delle mission di Smart Building Expo sarà, quindi, unire la forza innovativa di queste giovani aziende con le capacità di marketing di quelle più strutturate, andando a costituire un fattore di accelerazione».

Ed ecco che Spazio Startup riesce a ritagliarsi un’area al centro del padiglione. «Anche questa è una scelta significativa: – continua Baldin – porre al centro della manifestazione questa presenza sta ad indicare che crediamo fortemente che il cuore dello sviluppo risieda nell’intuizione di soluzioni che nascono spesso da giovani nativi digitali e che presto, molto probabilmente, saranno a disposizione di tutti».

Spazio Startup è dunque per tutti un’opportunità in più per scoprire fino a quale punto si è spinto il livello della ricerca e, possibilmente, di intuire le direzioni future che potrà intraprendere la tecnologia applicata allo smart building. (Qui tutte le info per partecipare).

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale