700mila euro per WiMAN, la startup che porta il wifi nei negozi | Economyup

Venture capital

700mila euro per WiMAN, la startup che porta il wifi nei negozi



Il finanziamento fatto da Tim Ventures insieme con P101, Club Italia Investimenti2 e Nanabianca. La società, fondata nel 2012 da Massimo Ciuffreda e Michele di Mauro, ha già i suoi router in 2000 pubblici in Italia e 500 all’estero per un totale di 500mila utenti unici, di cui il 50% stranieri

di Redazione EconomyUp

19 Dic 2014


Tim Ventures, società del gruppo Telecom Italia nata per investimenti dedicati alle migliori startup digitali, si unisce all’operatore di venture capital P101, a Club Italia Investimenti 2 e a Nanabianca, nell’investimento per complessivi 700mila euro in wiMAN, la startup che permette alle attività commerciali di condividere con i clienti la propria rete Wi-Fi, garantendo un accesso gratuito e immediato tramite l’autenticazione con l’account Facebook o Google.


wiMAN collabora con Telecom sin dal suo lancio nel 2012, su iniziativa di Massimo Ciuffreda e Michele di Mauro che hanno ricevuto un primo supporto da Matteo Riffeser Monti come angel investor dall’acceleratore Nanabianca.

WHITEPAPER
Quali sono (e come sono) i negozi più innovativi del mondo
Acquisti/Procurement
Retail

I router wiMAN sono oggi utilizzati in 2.000 locali pubblici in Italia e 500 all’estero, inclusi i negozi sociali Tim, per un totale di 3 milioni di connessioni e 500mila utenti unici, di cui il 50% stranieri.


«wiMAN sta espandendo il proprio business e l’investimento sara’ in parte utilizzato per allargare il servizio a nuove attivita’ commerciali e non solo», dice Salvo Mizzi, amministratore delegato Tim Ventures. “Chiuderemo presto altri investimenti con le migliori startup innovative in ambito digital, internet, mobile e green Ict”.

Redazione EconomyUp