FASHION RETAIL

Social commerce, perché Sephora ha scelto di allearsi con TikTok

Sephora ha stretto una partnership con il popolare social media e l’agenzia Digitas per lanciare Incubator Program, un incubatore per aiutare i marchi emergenti a sfruttare i contenuti degli influencer tramite il programma Accelerate

Pubblicato il 25 Apr 2023

Fonte: Sephora Collection

Il mondo della bellezza incontra il social commerce. Sephora e TikTok, insieme all’agenzia partner Digitas, nel mese di marzo hanno lanciato Incubator Program. Si tratta di un incubatore per aiutare i nuovi marchi emergenti di bellezza a sfruttare i contenuti degli influencer del social media. Grazie a questa iniziativa, infatti, gli influencer di TikTok saranno collegati ai migliori marchi di bellezza del programma Accelerate di Sephora, e aiutati ad apprendere strategie di contenuti social di grande impatto, attraverso una serie di moduli di formazione educativa.

Con questo programma di social commerce, Sephora vuole investire nelle strategie di social media incentrate sugli influencer di marchi emergenti facendo leva su TikTok, il social media di destinazione principale per i video di breve durata ripresi da smartphone con oltre un miliardo di utenti attivi mensilmente e uffici in tutto il mondo. Il ritorno su questo investimento proverrà idealmente dalle vendite guidate dagli influencer. 

Il primo round di marchi partecipanti include Hyper Skin, Topicals ed Eadem, selezionati dal programma Accelerate di Sephora. Questi marchi, di proprietà di BIPOC, impareranno da famosi influencer di TikTok, tra cui Amy Chang (@bondenavant), Nyma Tang (@nymatang) e Rocio Lopez-Jimenez (@rocio.roses).

Perchè Sephora ha scelto di collaborare con Digitas

Digitas è una networked experience agency parte di Publicis Groupe, fondata sul principio di migliorare il modo in cui i marchi si connettono con le persone e le persone tra loro, una mission che chiamano Media Fueled Creativity. Sfruttando tutte le funzionalità di dati, tecnologia, creatività, media e strategia, Digitas opera tramite campagne Creative + Media, Cultural Commerce ed Emergenti. AdAge – storico quotidiano americano che dal 1930 rileva i cambiamenti in atto nei media, nella vendita al dettaglio, nel cibo e nelle bevande, nel marketing sportivo, nei viaggi e altro ancora – negli anni l’ha nominata “Data and Insights Agency of the Year”, “U.S. Campaign’s Brand Experience Agency of the Year”, “Media Network of the Year”. Digitas serve marchi leader a livello mondiale attraverso una rete globale di cui fanno parte oltre 5.500 dipendenti in oltre 65 uffici in 43 paesi.

Digitas vanta una comprovata esperienza nella creazione di campagne innovative con Sephora. La collaborazione rientra nella partnership dell’agenzia commerciale di fondazione di Publicis Groupe con TikTok.

Sephora, uno dei primi marchi ad adottare il social commerce

Sephora ha debuttato negli Usa oltre 20 anni fa con la missione di creare un’esperienza nuova di shopping della bellezza e offrire un’esperienza personalizzata. Offre ai propri clienti la possibilità di scoprire migliaia di prodotti di oltre 360 marchi selezionati, di esplorare online e attraverso l’app mobile, usufruire dei servizi del Beauty Studio e interagire con i Beauty Advisors, esperti in oltre 600 negozi in America. I clienti possono accedere gratuitamente al programma Beauty Insider e alla community digitale, che insieme migliorano l’esperienza dei clienti affezionati.

Sephora sostiene da sempre i valori della diversità, dell’inclusività e dell’empowerment. Nel 2019 ha annunciato lo slogan “We Belong to Something Beautiful“, per rafforzare la sua dedizione a promuovere l’appartenenza tra tutti i clienti e dipendenti e per impegnarsi pubblicamente per una visione più inclusiva per il retail in America. Sephora continua a restituire alla comunità e a promuovere l’inclusione nel settore attraverso la programmazione di impatto sociale ed equità, chiamata Sephora D&I Heart Journey.

Sephora è stato uno dei primi marchi ad adottare il social commerce e ne riconosce il valore. È stato uno dei primi negozi a offrire Instagram Shopping, che consente ai clienti di acquistare direttamente dall’app Instagram; ha collaborato con Facebook in una serie settimanale di sessioni di shopping in diretta streaming. Sephora US ha intuito fin dall’inizio che il social shopping sarebbe stato un successo, grazie alla partnership con Sephora China.

Social Commerce, i numeri nel mondo

Secondo Statista, il social commerce ha generato 727,6 miliardi di dollari di vendite nel 2022 ed è destinato ad arrivare alla esorbitante cifra di 6,24 trilioni di dollari entro il 2030, crescendo a un ritmo annuo di oltre il 28%.

Immagine che contiene graficoDescrizione generata automaticamente
Fonte: statista.com

Fashion e social: i contenuti sulla bellezza sono cresciuti del 1000% su TikTok

Negli ultimi anni, è cresciuto il potere persuasivo che TikTok ha sulle scelte di acquisto degli utenti, attraverso l’hashtag #TikTokMadeMeBuyIt; pochi spazi pubblicitari sono stati così influenti e redditizi come #BeautyTok.

Nel biennio 2020-2021, il consumo di contenuti relativi alla bellezza su TikTok è cresciuto del 1000% e i marchi di prodotti di bellezza hanno beneficiato di questa impennata. Ulta, tanto per citare un esempio, ha registrato un aumento delle vendite del 18,2% dal 2021 al 2022, con un fatturato annuo superiore a 10 miliardi di dollari per la prima volta nella storia dell’azienda. Nello stesso periodo, Sephora ha registrato un aumento delle vendite del 23%, per un fatturato record di 82,6 miliardi di dollari.

Immagine che contiene graficoDescrizione generata automaticamente
TikTok è il social media che ha riscosso il maggior interesse degli utenti riguardo al social commerce nel 2021: 46%. Fonte: statista.com

Sephora riconosce che il successo dei suoi negozi dipende dal successo dei marchi che riesce a commercializzare. E il successo di quei marchi è profondamente influenzato dall’avere solide relazioni con gli influencer.

“I marchi che hanno una conoscenza approfondita dei social media e delle relazioni con gli influencer, hanno un chiaro vantaggio non solo nel concettualizzare contenuti di bellezza che risuonino con il loro pubblico, ma anche nella costruzione di connessioni autentiche”, afferma Brent Mitchell, vicepresidente del marketing di Sephora.

Come funziona Sephora Accelerate X TikTok Incubator Program

Lanciato nel 2016, il programma Sephora Accelerate è diretto a realizzare una comunità di fondatori di marchi innovativi e ispiratori nel settore della bellezza e costituisce al tempo stesso una base, una rete e un ecosistema per i marchi da lanciare. Sephora Accelerate offre un periodo di training di sei mesi con mentorship, supporto al merchandising, sovvenzioni e connessioni con gli investitori per i partecipanti, con l’opportunità, alla fine del periodo iniziale, del lancio in Sephora North America. Sephora Accelerate X TikTok Incubator Program è un’offerta aggiuntiva che quest’anno sarà estesa a dodici marchi Sephora Accelerate.

Soniya Monga, Head of US Agency Partnerships di TikTok
“Il futuro dello storytelling del marchio è nelle mani di influencer multiculturali; sostenendo influencer diversi, i marchi possono sbloccare il loro pieno potenziale su TikTok”, dichiara Soniya Monga, Head of US Agency Partnerships di TikTok. “La nostra partnership con Sephora e Digitas mira a educare i marchi sull’importanza di un approccio DEI-first alle partnership con gli influencer. Insieme, stiamo costruendo un framework che celebra la diversità e l’intersezionalità, assicurando che ogni marchio possa accelerare la propria crescita e il proprio successo su TikTok attraverso uno storytelling inclusivo e di impatto”, conclude Monga.

Topicals, Eadem e Hyper Skin, tre marchi che già fanno parte del Sephora Accelerate 2021, prenderanno parte al lancio di questo programma, con tre gruppi aggiuntivi da seguire, dando a un totale di dodici marchi l’opportunità di creare partnership durature con talenti influencer emergenti su TikTok.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Pierluigi Sandonnini
Pierluigi Sandonnini

Ho una formazione ibrida, tecnologica e umanistica. Nuove tecnologie I&CT e trasformazione digitale sono i miei principali campi di interesse. Ho iniziato a lavorare nella carta stampata, mi sono fatto le ossa al Corriere delle Telecomunicazioni negli anni a cavallo del Duemila. Collaboro con Digital360 dal 2020

Articoli correlati

Articolo 1 di 3