Scandit è la migliore innovazione europea per il retail: ecco che cosa fa | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SMART CONTROL

Scandit è la migliore innovazione europea per il retail: ecco che cosa fa



La società di Zurigo, vincitrice del Frost & Sullivan’s 2018 European Technology Innovation Award, aiuta le aziende clienti a collegare mondo fisico e digitale. I suoi software per le enteprise app usate per scannerizzare i barcode dei prodotti propongono visualizzazioni in tempo reale attraverso la realtà aumentata

27 Mar 2019


Favorire il passaggio tra offline e online, tra i prodotti sugli scaffali dei supermercati o dei negozi e le informazioni digitali presenti in forma di codice o testo sul prodotto stesso, e farlo in modo stimolante grazie alla realtà aumentata: è in estrema sintesi l’attività di Scandit, startup svizzera che è stata appena premiata da Frost & Sullivan come migliore innovazione tecnologica europea per il retail.

Che cosa fa Scandit

La vincitrice del Frost & Sullivan’s 2018 European Technology Innovation Award aiuta le aziende clienti a collegare il mondo fisico e quello digitale. Fondata a Zurigo nel novembre 2009 da Christian Floerkemeier, Christof Roduner e Samuel Mueller, Scandit sviluppa software per le applicazioni mobile delle imprese: queste app vengono utilizzate per scannerizzare i barcode, per leggere testi e per la object recognition. Allo stesso tempo la società offre visualizzazioni in tempo reale attraverso la realtà aumentata. La sua sede principale è a Zurigo ed ha uffici a San Francisco, Boston, Londra e Varsavia. Per ora ha ricevuto tre round di finanziamento (un angel round nel 2014, un Series A nel 2017 e l’ultimo, Series B, a luglio 2018) per un totale di 42 milioni di dollari. I suoi lead investor sono 4, tra cui GV, un venture capital californiano, e Atomico, un VC di Londra.

Come Scandit utilizza la realtà aumentata nel retail

Nella Realtà Aumentata (AR – Augmented Reality) il computer utilizza sensori e algoritmi per  trasformare enormi masse di dati e di analitiche in immagini o animazioni che vengono sovrapposte al mondo reale. In combinazione con i dati IoT (Internet of Things), le applicazioni AR stanno portando numerose aziende a ridefinire completamente il modo in cui progettano, producono, vendono, gestiscono e supportano i prodotti. In questo contesto si inserisce Scandit, che sta aiutando utenti business e consumatori ad “aumentare” il mondo fisico con informazioni digitali rilevanti inviate in real time attraverso codici a barre, immagini e altri identificatori visuali per mezzo di smart device come smartphone, wearable, smart glasses, droni e robot. La società è dunque uno degli attori del mondo dello smart control, il controllo intelligente della movimentazione di prodotti e merci.

Negli anni Scandit si è posizionata tra i leader nello sviluppo di soluzioni software innovative per l’acquisizione dati mobile basate sull’elaborazione delle immagini e il machine learning. Grazie alla piattaforma basata su algoritmi proprietari di riconoscimento ed elaborazione immagini, machine learning e realtà aumentata, la società consente alle aziende la revisione dei processi, abilitando decisioni efficaci, operatività più efficiente, riduzione dei costi e il miglioramento della soddisfazione dei clienti.

Tra i clienti di Scandit ci sono Ahold, dm, Coop, Macys, Louis Vuitton, DHL, Cardinal Health, NASA e Verizon Wireless.

Perché Scandit è stata premiata da Frost&Sullivan

Ogni anno Frost & Sullivan conferisce il Frost & Sullivan’s 2018 European Technology Innovation Award a un’azienda innovativa per un prodotto che sta ottenendo un rapido gradimento sul mercato. Il premio riconosce la qualità della soluzione e il valore aggiunto per il cliente.

“Scandit impiega la computer vision e il machine learning per consentire grandi performance nella scansione di codici a barre utilizzando il solo smartphone”, ha dichiarato Hiten Shah, Research Analyst di Frost & Sullivan. “Sostituendo scanner dedicati di codici a barre con app per smartphone, i retailer rendono i loro flussi di lavoro più convenienti e altamente efficaci.”