Ecommerce, Carrefour lancia il primo sito mobile first nella GDO italiana | Economyup

MOBILE COMMERCE

Ecommerce, Carrefour lancia il primo sito mobile first nella GDO italiana



Una diversa interfaccia, una user experience migliorata e un approccio mobile first: sono le caratteristiche del nuovo sito di Carrefour. “Puntiamo su un’esperienza di spesa sempre più omnicanale, abbattendo tutte le barriere che dividono offline da online” dice Enrico Fantini, E-Commerce & Digital Transformation Director

29 Lug 2020


Nuovo sito di Carrefour mobile first
La pandemia da coronavirus ha contribuito a far comprendere alla grande distribuzione organizzata in Italia l’importanza dell’ecommerce, fino a quel momento considerata da molti un’attività sostanzialmente marginale. Gli effetti si sono già visti e continuano a vedersi: Carrefour, per esempio, ha appena lanciato un nuovo sito mobile first per puntare “su un’esperienza di spesa sempre più omnicanale”, come ha annunciato su Linkedin Enrico Fantini, E-Commerce & Digital Transformation Director Carrefour Italia. Una riflessione, quella sull’online e sulla multicanalità, che era già maturata in azienda molto prima del Covid19. Lo stesso Fantini, intervistato da EconomyUp a ottobre 2019, aveva detto: “Stiamo scommettendo sul’ecommerce in modo significativo da qualche anno. Pensiamo che crescerà ancora e che avrà un forte impatto in particolare su alcune categorie come le commodity (acqua, casa, cura persona, baby)”.  Parole quasi profetiche. Ad oggi, in uno scenario profondamente mutato, il lancio del nuovo sito di Carrefour acquisisce un’ulteriore valenza: i consumatori hanno familiarizzato con le consegne online e pretendono un servizio in linea con le loro nuove esigenze.

Carrefour: come funziona il nuovo sito mobile first

“Una nuova interfaccia, una #userexperience migliorata e un approccio #mobilefirst, ecco le caratteristiche del nostro nuovo sito che siamo felicissimi di poter finalmente presentare!” ha scritto Fantini su Linkedin. “L’attenzione al #cliente è da sempre al centro delle nostre strategie e proprio per questo abbiamo scelto di rinnovare il nostro sito garantendo un’esperienza ottimizzata su qualsiasi dispositivo. Carrefour.it è il primo sito nella #GDO a essere mobile first ed a puntare su un’esperienza di spesa sempre più omnicanale, abbattendo tutte le barriere che dividono offline da online e garantendo un’offerta integrata a 360°!”.
Ormai imprescindibile l’elemento “mobile first” scelto per il restyling del sito di Carrefour. Il 41% dei consumatori italiani – sostiene l’Osservatorio Multicanalità del Politecnico di Milano – fa acquisti o pagamenti online da smartphone almeno una volta alla settimana. Vero è che la quota è inferiore al 48% della media globale. Tuttavia, anche nel nostro Paese, il trend del mobile commerce è in crescita, soprattutto nella Generazione Zeta nata dopo il 2000. E di questo Carrefour ha certamente tenuto conto.

L’ecommerce per Carrefour

Per Carrefour l’innovazione ha molte sfaccettature e copre una vasta area, dal prodotto ai modelli commerciali. Nell’ambito della digitalizzazione e della shopper experience è forte la focalizzazione sull’ecommerce. “L’abbiamo avviato nel 2014 – raccontava l’anno scorso Fantini a EconomyUp – con una prima fase di test: quattro punti vendita click and collect. Poi abbiamo introdotto e ampliato l’home delivery. Ad oggi il nostro ecommerce copre 600 città sul territorio italiano. Nelle aree più periferiche il modello operativo prevede il picking nei punti vendita più isolati in cui siamo tendenzialmente gli unici player. E abbiamo oltre 240 punti vendita click and collect”.

L’ecommerce nella GDO: il balzo in avanti con il coronavirus

Nell’era pre-Covid19 erano pochi gli attori della GDO in Italia che scommettevano con convinzione nelle vendite online.  Prima fra tutti Esselunga, ma anche Carrefour. In generale, secondo i dati forniti da Mediobanca, prima dell’accelerazione impressa dalla pandemia la quota di vendite online vedeva l’Italia giungere al 2023 con una quota del 3%, lontana dai Paesi leader quali UK (7,9%) e Francia (6%). Con il Covid19 è arrivata una forte spinta alla digitalizzazione. Assolutamente peculiari – si legge nell’ultimo studio di Mediobanca sull’argomento – sono stati gli andamenti del canale online soggetto a una pressione che ha generato strozzature ed episodi di mancata evasione del servizio. Gli incrementi del traffico online tra marzo e aprile del 2020 hanno toccato punte del 200% rispetto ai livelli dell’anno precedente, sia nella modalità del Click&Collect che in quella dell’home delivery. Si è evidentemente trattato di un picco legato a un particolare momento storico, ma su determinati cambiamenti non si torna più indietro. E il restyling del sito Carrefour va a confluire in questo nuovo trend.