Amazon e la sostenibilità: entro 3 anni userà solo energie rinnovabili

Il colosso dell’eCommerce ha annunciato 71 nuovi progetti legati alle rinnovabili e promesso che, entro il 2025, tutte le operazioni saranno eseguite al 100% grazie a queste energie pulite. Qui i dettagli delle nuove iniziative di Amazon, 5 in Italia

Pubblicato il 22 Set 2022

Metodo Amazon

Amazon ha deciso di diventare campione di sostenibilità, annunciando 71 nuovi progetti legati alle energie rinnovabili, di cui 5 in Italia. La multinazionale dell’eCommerce punta ad eseguire tutte le proprie operazioni e attività grazie alle rinnovabili entro il 2025. Le nuove iniziative consistono, per esempio, in progetti eolici e fotovoltaici per fornire energia a uffici, centri di distribuzione, data center e negozi, oltre a un diverso modo di rifornire le flotte per il trasporto merci con “elettrocarburanti” a basse emissioni di carbonio.

Amazon e le rinnovabili: l’espansione dei progetti internazionali

Il 22 settembre il colosso americano fondato da Jeff Bezos ha annunciato l’espansione del suo portfolio di progetti legati alle energie rinnovabili a livello globale, incrementando di 2,7 gigawatt (GW) la sua capacità di energia pulita grazie a 71 nuovi progetti legati alle energie rinnovabili. Tra questi è incluso il primo progetto di energia rinnovabile dell’azienda in Sud America, un parco fotovoltaico in Brasile e i primi parchi fotovoltaici in India e Polonia.

Con l’aggiunta dei già citati 71 progetti, il numero totale di questo tipo di iniziative ammonta a 379. Nell’insieme dovrebbero generare 50.000 gigawattora (GWh) di energia pulita, l’equivalente dell’energia necessaria ad alimentare 4,6 milioni di case negli Stati Uniti ogni anno.

I nuovi progetti includono tre impianti su larga scala nello stato indiano del Rajasthan con una capacità di 420 megawatt (MW), progetti di pannelli solari sui tetti in Francia e Austria e il suo primo parco solare in Polonia.

Infinium, società sostenuta da Amazon, ha dichiarato che fornirà al gigante delle vendite online “elettrocarburanti” a basse emissioni di carbonio in grado di sostituire il gasolio utilizzato dalle flotte di trasporto dell’azienda.

Amazon, le rinnovabili e l’Italia

Per quanto riguarda l’Italia, Amazon prepara un ulteriore piano d’investimento. L’azienda americana attiverà infatti 5 progetti legati ai depositi di smistamento presenti nelle città di Parma, Pisa, Perugia, Palermo e Cagliari, che avranno rispettivamente una capacità di energia di 135 kW, 182 kW, 128 kW, 99 kW e 110 kW. Salgono così a 17 i progetti fotovoltaici on-site sul territorio italiano, con una capacità complessiva di 9 mW, in aggiunta ai 3 progetti fotovoltaici off-site che avranno una capacità totale di 106 MW.

“Stiamo attivando nuovi progetti eolici e fotovoltaici per alimentare i nostri uffici, i nostri centri di distribuzione, i nostri data center e i nostri negozi, che insieme servono milioni di clienti a livello globale, e siamo sulla buona strada per alimentare le nostre attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025″ ha dichiarato Adam Selipsky, CEO di Amazon Web Services. “In tutto il mondo, i Paesi stanno cercando di accelerare la transizione verso un’economia basata sull’energia pulita e investimenti costanti come i nostri possono aiutarli ad avanzare più rapidamente, mentre lavoriamo tutti insieme per mitigare le conseguenze del cambiamento climatico”.

Amazon e la sostenibilità nell’eCommerce: ecco cosa ha fatto finora

Da tempo Amazon punta sulla sostenibilità nell’ecommerce. Nel 2020 ha lanciato Climate Pledge Friendly in Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito: un programma per rendere più semplice per i clienti scoprire e acquistare i prodotti più sostenibili. I clienti possono vedere l’etichetta “Climate Pledge Friendly” su più di 40.000 prodotti negli store europei. Etichetta che identifica i prodotti provvisti di una o più delle 19 diverse certificazioni di sostenibilità che aiutano a preservare l’ambiente come, ad esempio, ridurre l’impronta di carbonio nelle spedizioni.

A gennaio 2022 il gigante dell’eCommerce ha lanciato Amazon Launchpad Sustainability Accelerator insieme a EIT Climate-KIC, la principale community a livello europeo che affronta il cambiamento climatico attraverso l’innovazione. Si tratta di un programma di dodici settimane creato appositamente per sostenere le startup emergenti che stanno sviluppando prodotti sostenibili.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3