Waze, Dario Mancini è il manager Italy & Emea: un laureato in lettere per lo sviluppo in Europa | Economyup

DIGITAL MANAGER

Waze, Dario Mancini è il manager Italy & Emea: un laureato in lettere per lo sviluppo in Europa



43 anni, laurea in lettere, 10 anni di esperienza in Google Usa, Mancini è rientrato in Italia per diventare head of industry dell’area tech & telco di Big G. Waze ha più di 130 milioni di utenti attivi in 185 nazioni. Si occuperà delle strategie di sviluppo dalla Spagna alla Repubblica Ceca, con un focus sull’advertising

29 Ott 2019


Dario Mancini è il nuovo regional manager Italy & Emea emerging markets di Waze, società che fa capo all’omonima app di navigazione gratuita presente in più di 185 Paesi con una community di oltre 130 milioni di utenti.

Classe 1976 e laureato in lettere, Mancini ha ricoperto diversi ruoli nel mondo della tecnologia lavorando in società come Lexmark e British Telecom e Google, dove è arrivato a ricoprire l’incarico di Head of industry dell’area Tech&Telco per l’Italia di BigG. Dopo dieci anni in Google rientra in Italia nel 2011 con la missione di sviluppare l’ecosistema mobile per Google Italia mentre dal 2012 al 2017 ricopre il ruolo di head of industry dell’area tech & telco italiana del colosso di Mountain View.

Dario Mancini, nuovo country manager di Waze

Da ottobre 2017 è a capo di Waze in qualità di country manager per l’app di navigazione, che oggi conta su più di 130 milioni di utenti attivi in 185 nazioni.

L’attenzione di Dario Mancini avrà ora un particolare focus su Spagna, Portogallo, Belgio, Paesi Bassi, Romania, Ungheria e Repubblica Ceca, dove la società conta di svilupparsi a ritmi più sostenuti nei prossimi mesi.

L’app è in continua espansione: ecco i numeri

“Sono entusiasta di poter accompagnare Waze in questo percorso di crescita anche nell’area Emea e supportarne l’utilizzo in nuovi mercati emergenti. L’app è in continua espansione, infatti nell’ultimo anno i numeri della nostra Community sono cresciuti vertiginosamente. Da 110 a oltre 130 milioni di utenti, da 360 a 500mila Map Editor, da 700 a 1.000 Translator, oltre 50mila Beta Testers e più di 1.000 partner globali aderenti al programma di smart mobility, Waze for Cities. L’app è viva e in continua evoluzione, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto tecnologico sia in ottica consumer sia business”.

L’app, si legge in una nota dell’azienda, non si rivolge soltanto agli automobilisti, ma anche ai brand, grazie a un modello di business basato sulla pubblicità retail, il destination marketing.

L’ddvertising al centro della strategia di Waze

Oltre al rapporto con gli utenti, al centro della strategia di sviluppo di Waze c’è anche l’aspetto pubblicitario. Anche i brand potranno beneficiare delle numerose soluzioni adv presenti su Waze. “Durante il tragitto indicato sul proprio smartphone, appaiono, quando l’utente è fermo per almeno tre secondi, messaggi pubblicitari in ottica drive to store, che fanno leva sugli stessi identici meccanismi tipici della pianificazione OOH” conclude il manager.

Grazie alle sue specifiche competenze in ambito tecnologico, Mancini si occuperà di promuovere le soluzioni pubblicitarie dell’app verso i principali brand italiani e internazionali e di diffondere ulteriormente l’app di social navigation nel Bel Paese.