Smart Mobility, Paolo Lobetti (EY): "Serve una mappa dei servizi con tutti i dati condivisi" | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

EY CAPRI DIGITAL SUMMIT

Smart Mobility, Paolo Lobetti (EY): “Serve una mappa dei servizi con tutti i dati condivisi”

09 Nov 2018

Paolo Lobetti Bodoni, Mediterranean Strategy & Operations Advisory Leader di EY, sollecita la condivisione dei dati tra tutti gli operatori privati che stanno sperimentando servizi relativi alla nuova mobilità intelligente. “Così si pongono le basi per la creazione di valore di filiera e si fa sistema”

La smart mobility è un fenomeno sempre più complesso, per questo serve una mappa di tutti i servizi attualmente in corso o in fase di sperimentazione in Italia. A sollecitarla è Paolo Lobetti Bodoni, Mediterranean Strategy & Operations Advisory Leader di EY. “Ogni esperimento della mobilità innovativa – spiega – si porta dietro un’immensa quantità di dati, ma gli operatori non sanno quanti sono e come utilizzarli”. Ricordando gli esperimenti in corso in Irpinia, a Torino e a Modena, Lobetti Bodoni invita i privati a condividere tutti i dati in loro possesso per fare sistema.

Il tema è stato affrontato anche in occasione dell’EY Capri Digital Summit, durante il quale abbiamo realizzato questa videointervista con Paolo Lobetti Bodoni.

 

Articoli correlati