Smart city nel deserto: ecco Telosa, la città sognata dall'ex CEO di Walmart - Economyup

VIDEO

Smart city nel deserto: ecco Telosa, la città sognata dall’ex CEO di Walmart



L’ex presidente e CEO della grande catena di negozi, oggi proprietario della NBA, ha annunciato l’intenzione di creare una città altamente tecnologica nel deserto americano. I principi base: sostenibilità, accessibilità, efficienza. Ma servono fondi per 400 miliardi. Qui il video di come potrebbe essere Telosa

17 Set 2021


Telosa

La smart city del futuro potrebbe nascere nel deserto americano e chiamarsi Telosa, dal greco antico “telos”, termine usato  per descrivere “uno scopo superiore”. I suoi tre comandamenti: sostenibilità, accessibilità, efficienza. Per ora è solo un sogno (e una campagna di marketing), ma se a sognare è un imprenditore seriale del calibro di Marc Lore, ex CEO della catena di supermercati Walmart, ci sono probabilità che nei prossimi anni dalla fase onirica si passi alla realtà. “Da piccolo volevo fare l’agricoltore – dice Lore, ex Presidente e CEO dell’e-commerce di Walmart e oggi proprietario della NBA (National Basketball Association) – perché mi piaceva veder crescere le cose dal nulla”. In effetti il territorio desertico negli Stati Uniti occidentali dove dovrebbe sorge Telosa è, per ora, il nulla.

Ma l’architetto danese Bjarke Ingels, con il suo studio BIG, sta lavorando al masterplan della città che dovrebbe sorgere su un’area di circa 61mila ettari, destinata ad essere abitata da 50mila persone entro il 2030, per poi raggiungere nei prossimi quarant’anni una popolazione di 5 milioni.

Obiettivo: “Diventare la città più sostenibile del mondo sostenuta da una riforma del Capitalismo”. L’intento di Lore ha anche, evidentemente, risvolti socio-politici. La sua idea è “donare il grande appezzamento di terreno a dotazioni comunitarie, in modo che il valore aggiunto possa finanziare lo sviluppo della città e aumentare il benessere dei cittadini che vi risiedono”.

Sicuramente, se il progetto si realizzerà, potrà essere una interessante sperimentazione di tecnologie e progetti innovativi: un’architettura ecologica, una produzione di energia sostenibile e un sistema idrico in grado di sfruttare al massimo le esigue risorse del territorio. Verranno anche sperimentati i cosiddetti taxi volanti, che saranno forniti dalla società Archer. Per costruirla servono fondi per 400 miliardi di dollari. Il battage pubblicitario è iniziato.

In questo video realizzato da Archer qualche insight sul progetto Telosa