Dalla Russia un Chief Transformation Officer per Trenitalia: un avvocato fiscalista | Economyup

TOP MANAGER

Dalla Russia un Chief Transformation Officer per Trenitalia: un avvocato fiscalista



Alla guida di ENEL in Russia fino al luglio 2020, Carlo Palasciano Villamagna, 64 anni, formazione da avvocato con specializzazione in international tax, entra in Trenitalia come Chief Transformation Officer. Un ruolo nuovo voluto dall’amministratore delegato di Ferrovie Italiane Luigi Ferraris, nominato a fine maggio

23 Giu 2021


Carlo Palasciano Villamagna, Chief Transformation Officer Trenitalia

Carlo Palasciano Villamagna è il Chief Transformation Officer di Trenitalia. Un ruolo che non esisteva e che è stato creato dal nuovo amministratore delegato di Ferrovie Italiane  Luigi Ferraris, nominato a  fine maggio, che l’ha messo al suo fianco: Palasciano, scrive il quotidiano Mf,  sarà il suo braccio destro nel lavoro di trasformazione della compagnia di Ferrovie dello Stato Italiane che si occupa del trasporto ferroviario passeggeri.

Carlo Palasciano Villamagna è stato fino al luglio 2020 a capo delle attività di Enel: 62 anni, romano, avvocato di formazione con una specializzazione in international tax, ha fatto buona parte della sua carriera nel gruppo di viale Regina Margherita, dove è entrato nel 1999: ha guidato il Tax Departmenet, è stato CEO di Enel Factor e dal 2008 ha cominciato a occuparsi di Russia fino a guidarne il business come General Director a partire dal 2015.  Prima di Enel ha lavorato in Aeroporti di Roma, Associazione Bancaria Italiana e Finmeccanica.

L’ingresso di Palasciano fa parte di un riassetto del vertice avviato con la nomina di Luigi Ferraris che segna l’inizio dell’era Draghi in Ferrovie Italiana, che è controllata al 100% dal ministero dell’economia. I vertici di Trenitalia erano stati rinnovati a fine 2020 (Luigi Corradi è l’amministratore delegato). Evidentemente il nuovo AD Ferraris ha sentito l’esigenza di avere un suo uomo nella corazzata del gruppo.