Pier Giorgio Romiti esporta la tecnologia italiana negli Emirati | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Personaggi

Pier Giorgio Romiti esporta la tecnologia italiana negli Emirati

07 Ott 2013

Il presidente di Saceccav ha firmato ad Abu Dhabi un partnership agreement con Tamas, società degli Emirati Arabi che opera nel campo delle infrastrutture e dei servizi. Le due società svilupperanno progetti volti a migliorare le prestazioni e l’ efficienza degli impianti di trattamento delle acque. Un giro di affari di circa 50 milioni di euro

Pier Giorgio Romiti, presidente di Saceccav
 Pier Giorgio Romiti, presidente di Saceccav, società attiva da più di 50 anni nel campo del trattamento delle acque reflue, ha firmato ad Abu Dhabi un “partnership agreement” con Tamas,  società degli Emirati Arabi che opera nel campo delle infrastrutture e dei servizi.

L’accordo prevede che Saceccav e Tamas svilupperanno progetti volti a migliorare le prestazioni e l’ efficienza degli impianti di trattamento delle acque, sia depuratori civili che impianti di trattamento delle acque industriali e impianti di potabilizzazione. Saceccav fornirà, nell’ambito della joint-venture, le competenze tecnologiche e specialistiche di processo, studierà eventuali soluzioni innovative e apporterà la sua lunga esperienza nella gestione degli impianti. La società italiana metterà a disposizione personale tecnico specializzato: ingegneri ambientali, idraulici, elettrici e project managers.

L’accordo di cooperazione comprende, oltre agli Emirati Arabi, Oman e Arabia Saudita. Il primo progetto che vedrà la luce è quello che riguarda il potenziamento di un impianto di trattamento di acque reflue nella città di Abu Dhabi, che verranno  riutilizzate per l’irrigazione. In due anni è previsto un giro di affari di circa 50 milioni di euro.

Sempre nell’area del Golfo, in Qatar, Saceccav si è aggiudicata pochi giorni fa una gara per la stazione di pompaggio della rete di acque reflue di Doha nel quartiere La Perl.

 “Saceccav si sta muovendo per la prima volta nel mercato dei Paesi del Golfo; il risultato delle prime mosse è stato lusinghiero, in quanto ci siamo aggiudicati già un contratto in Qatar e abbiamo stabilito in Qatar e Abu Dhabi accordi stabili con soci locali con cui stiamo partecipando ad altre gare di rilevante importanza” ha dichiarato Romiti. “L’attività di Saceccav che ha un grande rilievo ambientale e sociale attraverso il trattamento delle acque inquinate e la messa a disposizione di acqua di buona qualità, si indirizza oggi verso aree dove la disponibilità di acqua permette standard di vita  altrimenti impensabili”.

 

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network