Giovani e lavoro, quanto conta la creatività? | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Appuntamenti

Giovani e lavoro, quanto conta la creatività?

26 Mar 2014

Il 29 marzo a Roma si svolgerà “Giovani.Creativi.Lavorano”, l’Open Day IED rivolto ai ragazzi che devono scegliere il loro futuro lavorativo. Un’occasione per riflettere sul ruolo della creatività in un mondo del lavoro che cambia e sulle opportunità che possono ancora essere colte

Qual è il segreto dei  giovani che a pochi anni dal diploma hanno saputo trasformare, un’idea in progetto concreto e in impresa?
In Italia ci sono tanti ragazzi con storie di successo: C’è chi ha aperto un’azienda brevettando un tessuto cruelty free alternativa alla pelle di pitone e ora sta esportando borse ed accessori in tutto il mondo, chi da grafico si reinventa pasticcere declinando la creatività e il bagaglio di competenze in un laboratorio artistico che diventa punto di incontro nella città, chi ha aperto uno studio di progettazione e già collabora con aziende importanti, chi si è unito professionalmente ad altri compagni di studio in un collettivo che diventa agenzia di comunicazione.

Proprio di loro si parlerà il 29 marzo a Roma durante l’Open Day IED più grande d’Italia: l’Istituto Europeo di Design aprirà le porte ai giovani che devono scegliere il loro futuro nelle aree del design, moda, arti visive, cinema e new media, management e comunicazione e porre solide basi per costruire la propria professione attraverso un’offerta didattica riconosciuta dal MIUR come Alta Formazione Artistica.

Giovani. Creativi. Lavorano. Questo il tema che caratterizzerà la giornata anche nella sede di IED Roma. Momenti dedicati all’informazione e all’orientamento, al confronto con gli studenti IED di oggi, ma anche con i professionisti che hanno saputo trasformare, grazie alla formazione IED, un’idea in progetto concreto e in impresa. Riflessioni concrete sul mondo del lavoro che cambia, sulle molteplici opportunità che possono ancora essere colte, spunti e suggerimenti sugli strumenti più utili per entrare nel mondo delle professioni creative con elevata competenza saranno oggetto di incontri che si susseguiranno nel corso della giornata.

Protagonisti indiscussi dell’OPEN DAY sono i giovani diplomati IED che oggi lavorano e si raccontano in un talk, testimonianza del fatto che anche in Italia è possibile rimanere, avere successo riappropriandosi dei propri sogni grazie alla cultura del saper fare, di cui IED si è fatto da sempre promotore.

«Sono storie di giovani che hanno creduto in se stessi – dichiara Antonio Venece, School Manager di IED Roma – e hanno dato vita a progetti imprenditoriali propri o hanno seguito un percorso professionale che a pochi anni dal diploma li vede impegnati in posizione di riguardo in grandi aziende».

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati