Up2Stars: MedTech e Healthcare gli ambiti della terza call di Intesa Sanpaolo - Economyup

LA CALL

Up2Stars: MedTech e Healthcare gli ambiti della terza call di Intesa Sanpaolo



Dopo Industria 4.0 e Bioeconomia, la nuova call di Intesa Sanpaolo Innovation Center è dedicata ai settori MedTech e Healthcare. Parte di un programma annuale di 4 call, selezionerà fino a 10 startup

07 Giu 2022


Torna per la sua terza edizione la call Up2Stars, il programma di accelerazione e valorizzazione delle startup innovative ideato da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center.

Dopo Industria 4.0 e Bioeconomia, la nuova call è dedicata ai settori MedTech e Healthcare e punta ad intercettare le giovani realtà imprenditoriali emergenti che guardano al futuro e si pongono come principale obiettivo il miglioramento dell’offerta sanitaria attraverso lo sviluppo di soluzioni o servizi basati su applicativi tecnologici e digitali.

Up2Stars, la call per l’open innovation di Intesa Sanpaolo

Up2Stars nasce per stimolare il potenziale di innovazione che le startup possono generare a supporto della transizione digitale indicata dal PNRR, fondamentale soprattutto nei settori chiave per lo sviluppo del Paese. Con Up2Stars, il Gruppo Intesa Sanpaolo mette a frutto l’esperienza accumulata, le partnership strategiche e tutti gli strumenti a disposizione per supportare la crescita delle startup facilitando il loro accesso a investitori, alle aziende clienti ed ai prodotti e servizi bancari a disposizione.

WHITEPAPER
5 vantaggi del BPM di cui la tua azienda ha bisogno ora!
CIO
Digital Transformation

Il programma punta ad individuare e favorire l’accelerazione delle migliori startup attive nei segmenti industriali innovativi e a sviluppare quelle con migliori prospettive di posizionamento competitivo e crescita, capaci di creare nuove opportunità per fare impresa e generare nuova occupazione.

Il percorso di accelerazione vede Intesa Sanpaolo Innovation Center, centro di competenza del Gruppo Intesa Sanpaolo, in un ruolo-chiave nella realizzazione del programma, nella supervisione del percorso di accelerazione e la sua partecipazione alla fase di selezione, nonché la fornitura della piattaforma digitale di candidatura per le startup. Un ruolo coerente con quanto realizzato a partire dal 2014 nell’affiancare la crescita delle startup in un mercato molto competitivo, anche grazie alla forte rete internazionale che Innovation Center ha consolidato negli anni.

Come funziona il programma

Sviluppato nell’arco dell’intero anno in 4 call bimestrali, Up2Stars prevede un processo di autocandidatura, selezione, accelerazione e networking totalmente gratuito. Ciascuna call prevede la selezione di un massimo 10 startup, per un numero complessivo di 40.

Il percorso di ciascuna startup selezionata da Up2Stars sarà erogato dal partner per l’accelerazione Gellify e prevede un piano personalizzato di contenuti e la mentorship di esperti di settore. I partner Microsoft Italia, Cisco e Opening Future – iniziativa finalizzata al sostegno e alla crescita del digitale in Italia in partnership con Google Cloud e Noovle, cloud company del Gruppo TIM – metteranno a disposizione delle startup servizi e strumenti utili all’accelerazione (es. cloud, licenze sw, Formazione tech, servizi di indicizzazione). ELITE – Gruppo Euronext offrirà la possibilità di partecipare nella Lounge esclusiva in partnership con Intesa Sanpaolo presso la sede di Borsa Italiana, per accompagnare le startup in percorsi di formazione, crescita dimensionale e apertura al mercato dei capitali e, con Intesa Sanpaolo Innovation Center, forniranno supporto formativo e l’organizzazione di incontri con partecipazione attiva delle startup agli eventi e nel percorso di accompagnamento e sviluppo.

Al termine di ciascun percorso di accelerazione, ogni bimestre, è previsto un Demo Day di presentazione delle startup accelerate ad una platea di investitori e imprese.

Up2Stars concluderà il ciclo con un evento di valorizzazione e celebrazione finale delle 40 startup selezionate e accompagnate in un percorso di crescita che consentirà loro di incontrare coach, mentor e investitori, creare networking e favorire incontri con imprese mature.

Al termine delle prime 2 call, dedicate rispettivamente a Digitale e Industria 4.0 e alla Bioeconomia, sono state oltre 380 le candidature complessive registrate sul sito di Intesa Sanpaolo, una risposta che evidenzia il bisogno da parte delle realtà imprenditoriali emergenti di farsi conoscere e di trovare partner di livello che le accompagnino in un percorso di crescita manageriale.

Up2Stars, la terza call

La terza call, attiva dal 6 giugno al 14 luglio, è dedicata alla selezione delle startup attive nei settori della MedTech e Healthcare specializzate in:

RED BIOTECH: farmaceutica probiotica e prebiotica, nutraceutica, biopharma e biofarmaci, diagnostica molecolare, analisi genoma umano

MEDICAL DEVICES: strumenti, apparecchi e impianti impiegati per diagnosi, controllo, terapia o attenuazione di malattie

DIGITAL HEALTH: telemedicina, assistenza domestica, drugs delivery, digital therapeutics

Le autocandidature, registrate alla pagina dedicata, verranno valutate sulla base di cinque punti: Team (competenze complementari, impegno e risorse proprie, capacità di coinvolgere advisors idonei); Opportunità di mercato (dimensioni e previsioni di crescita del mercato target, go-to-market, panorama della concorrenza); Prodotto (esigenza a cui si intende far fronte, design e innovazione, vantaggi competitivi, stadio di sviluppo); Difendibilità (barriere d’ingresso quali proprietà intellettuale, se applicabile, altrimenti time-to-market e traction o altro); Piano Economico (piano quinquennale con ipotesi solide, uso dei fondi raccolti, ROI strategy).

L’impegno di Intesa Sanpaolo verso startup e innovazione

Up2Stars si colloca nel più ampio quadro di risorse e progetti di open innovation che Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center da anni dedicano allo sviluppo delle potenzialità delle startup in sinergia con investitori, corporate, incubatori, acceleratori e università, per favorire la necessaria integrazione tra distretti, territorio e impresa.

Da anni il Gruppo focalizza la propria strategia sull’innovazione e sulla ricerca applicata all’impresa, che rappresentano la chiave del successo futuro del sistema produttivo italiano. Per questo, Intesa Sanpaolo ha aderito come socio fondatore ai Centri Nazionali di Ricerca, in fase di costituzione su bando del MUR nell’ambito dei finanziamenti previsti dal PNRR.

Tra le azioni specifiche di Intesa Sanpaolo verso le startup c’è l’attività di Neva SGR, con cui la Banca progetta e gestisce fondi di investimento per investitori professionali con un capitale committed di oltre cento milioni di euro. Il Gruppo è inoltre intervenuto su un fondo di investimento per startup ad elevato contenuto tecnologico innovativo, che operano su trend con prospettive di crescita esponenziali. Un altro progetto dedicato alle giovani realtà imprenditoriali innovative è Start Up Initiative, il programma di accelerazione internazionale creato da Intesa Sanpaolo in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center, che seleziona e forma startup ad alta tecnologia preparandole ad entrare in contatto con potenziali investitori e partner industriali.

A disposizione delle startup anche prodotti di finanziamento dedicati come Convertibile Impresa, che può finanziare tutti i programmi e le tipologie di investimento collegati ai piani di avvio e sviluppo del business fino all’80% degli importi documentati. Il prodotto si rivolge inoltre alle startup che già operano in un contesto di venture capital e che stanno valutando di aumentare il proprio capitale prevedendo anche l’ingresso di nuovi soci.