Quattro nuovi partner per la “Covid-19 Challenge”: Enel, FS Technology, Invitalia e Unicredit | Economyup

OPEN INNOVATION CONTEST

Quattro nuovi partner per la “Covid-19 Challenge”: Enel, FS Technology, Invitalia e Unicredit



A due settimane dal lancio la Call for Ideas promossa da Università Campus Bio-Medico di Roma e Marzotto Venture Accelerator per contribuire ad affrontare l’emergenza Coronavirus (SARS-CoV-2) ha già raccolto oltre 50 candidature. E ora l’adesione di importanti partner in una logica di open innovation. Scadenza: 30 aprile

17 Apr 2020


Photo by 🇨🇭 Claudio Schwarz | @purzlbaum on Unsplash

Dopo solo due settimane dalla sua apertura, la “Covid-19 Challenge”, Call for Ideas promossa da Università Campus Bio-Medico di Roma e Marzotto Venture Accelerator per contribuire ad affrontare l’emergenza globale del Coronavirus (SARS-CoV-2), ha già raccolto la candidatura di oltre cinquanta giovani aziende e team che hanno presentato idee e progetti a elevato contenuto tecnologico in ambito sanitario, economico e sociale.

”Covid-19 Challenge”, il cui termine di raccolta delle candidature è il 30 aprile, vede Marzotto Venture Accelerator mettere a disposizione 5 milioni di euro in servizi e finanziamenti (equity e loan) e segna il debutto della prima Open Innovation Academy sviluppata in Italia da un Ateneo (Campus Bio-Medico di Roma) con un fondo di venture capital. L’importanza dell’iniziativa è confermata anche dall’interesse di Enel e dal sostegno di importanti partner in prima linea nell’innovazione: INVITALIA, FS Technology e Unicredit.

«Vedere attori di così grande rilievo e forza come ENEL, FS Technology, Invitalia, UniCredit, riunirsi attorno alla nostra Call, ci rafforza nella convinzione che mai come in questo momento un approccio comune e di reciproco supporto possa fare la differenza nello sviluppo di soluzioni innovative che possano aiutarci a vivere lo scenario che si sta profilando”, commenta Roberto Guida, Amministratore Delegato di Marzotto Venture Accelerator. “Un mondo di idee, capacità progettuali e menti brillanti che, anche grazie a queste importanti collaborazioni, potremo coinvolgere nella sfida».

«Le partnership con ENEL, FS Technology, Invitalia e UniCredit rappresenta il naturale complemento all’architettura del progetto Campus Open Innovation. – aggiunge il Direttore Generale dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, Andrea Rossi – Il sostegno e la collaborazione con partner di elevato standing consentirà, in coerenza con il disegno della piattaforma, un accesso ampio a risorse finanziarie e supporto tecnologico, che consentirà di scalare velocemente le fasi di sviluppo di prodotti e processi utili a far fronte alle inedite e complesse esigenze post-crisi».

L’obiettivo della Call è supportare le politiche pubbliche di contenimento nella fase dell’emergenza sanitaria da SARS-CoV-2, la gestione della fase post-emergenziale nelle sue diverse dimensioni economiche e sociali, la ridefinizione del sistema di prevenzione, contenimento e gestione di nuove emergenze epidemiologiche e sanitarie.

Enel, Gruppo leader nell’applicazione dell’open innovation, accoglie la Covid-19 Challenge su openinnovability.com, la propria piattaforma digitale di crowdsourcing e la rilancia negli Enel Innovation Hubs presenti nei primari ecosistemi di innovazione nel mondo.  Inoltre, valuterà startup selezionate da Marzotto Venture Accelerator e Università Campus Bio-Medico per lo sviluppo di eventuali collaborazioni e un sostegno concreto nella fase di test e sviluppo dell’idea.

«Questa emergenza ha forti impatti sul sistema sanitario, sulla salute dei cittadini, ma anche sul modo in cui lavoriamo e lavoreremo in futuro. – spiega Ernesto Ciorra, Chief Innovability Officer di Enel – Noi siamo alla ricerca di tutte quelle tecnologie e soluzioni che possono rendere l’azienda e i lavoratori ancora più resilienti in futuro per poter continuare a fornire il nostro supporto all’Italia e a tutti i Paesi del mondo in cui siamo presenti».

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

FS Technology, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane dedicata alla tecnologia e all’innovazione, la cui mission è quella di potenziare e supportare la trasformazione digitale, garantendo miglior qualità, efficienza e time-to-market dei servizi per le persone, guarderà ai progetti selezionati da Covid-19 Challenge per sviluppare le sue attività di innovazione.

«Digitale e gestione intelligente dei dati possono offrire una strada di cambiamento e discontinuità nel ripensare i modelli di business post-crisi e riorganizzare la attività interne alle imprese in modo più efficiente, resiliente e sostenibile. sostiene Alessandro La Rocca, Chief Executive Officer di FS Technology – In quest’ottica, il sostegno ad idee innovative nella mobilità smart e nell’utilizzo trasversale di Intelligenza Artificiale e Blockchain ci sembra un importante contributo che la nostra azienda può dare al paese».

Invitalia, Agenzia italiana per lo sviluppo che per missione guarda all’innovazione quale leva di crescita del Paese, sostiene Covid-19 Challenge con un team dedicato che fornisce servizi ad alto valore aggiunto, come ad esempio: orientamento e approfondimento delle diverse misure che compongono l’offerta Invitalia per il sostegno delle imprese; accompagnamento alla progettazione, un valido supporto di natura metodologica, erogato nella fase che precede la presentazione delle domande di agevolazione, con particolare riguardo a Smart&Start Italia, il programma di incentivi per la nascita e lo sviluppo di startup innovative con progetti compresi fra 100mila e 1,5 milioni di euro.

«Con l’adesione in qualità di partner a questa Call4Ideas puntiamo a promuovere gli strumenti finanziari e i servizi di Invitalia utili a sostenere e supportare le nuove iniziative imprenditoriali capaci di proporre soluzioni innovative nello scenario post-crisi. – dichiara Ernesto Somma, Responsabile incentivi e innovazione di Invitalia – Le startup rappresentano, infatti, un pilastro importantissimo su cui appoggiare il rilancio del nostro sistema economico post-emergenza Covid-19».

Infine, UniCredit, tra i principali istituiti bancari italiani ed europei, per supportare attivamente i progetti di impresa ed innovazione che verranno presentati, mette a disposizione la piattaforma di business di UniCredit Start Lab. Due fra i progetti più interessanti potranno accedere ad un percorso inclusivo di mentorship personalizzata con professionisti del network UniCredit; partecipazione al training manageriale della Startup Academy; un programma di coaching da parte del team di Start Lab e l’organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.

Andrea Casini, Co-Ceo Italy di UniCredit commenta “In questo momento così delicato per il nostro Paese, UniCredit ha messo in campo misure straordinarie per supportare imprese e famiglie alle prese con questa difficile congiuntura. Con il sostegno alla “Covid-19 Challenge” mettiamo a disposizione del progetto il know how nel mondo delle start up maturato negli anni con l’esperienza di UniCredit Start Lab. Crediamo infatti che mai come adesso idee e progetti imprenditoriali smart e disruptive possano fornire risposte funzionali a una situazione mai vissuta prima”.

Per partecipare alla call occorre compilare il form sul sito http://www.unicampus.it/covid-19challenge/ o http://www.marzottoventure.com/covid-19challenge/