Open innovation, AGID (che ha un nuovo direttore) cerca startup per portare l'intelligenza artificiale nella PA | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE E PA

Open innovation, AGID (che ha un nuovo direttore) cerca startup per portare l’intelligenza artificiale nella PA

31 Ago 2018

Cambia la burocrazia, usa l’Intelligenza:è la call lanciata dall’Agenzia per l’Italia Digitale a cui si può partecipare fino al 15 settembre. Obiettivo: cambiare il metodo di lavoro nelle pubbliche amministrazioni. Sarà uno dei compiti di Teresa Alvaro, il prossimo DG già scelto dalla ministra Giulia Buongiorno

Non è ancora ufficiale ma la notizia anticipata da CorCom è stata informalmente confermata dal Ministero della Pubblica Amministrazione: AGID, l’Agenzia per l’Italia Digitale, ha un nuovo direttore generale: Teresa Alvaro . La manager raccoglie l’eredità di Antonio Samaritani, in cui c’è anche un progetto di open innovation per la Pubblica Amministrazione che parte proprio in questi giorni con un call per startup.

Teresa Alvaro, prossimo direttore generale di AGID

Teresa Alvaro nuovo dg di Agid

Teresa Alvaro per 12 anni è stata a capo dell’IT dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “Il nuovo direttore di Agid –  riporta ancora CorCom – è stato selezionato con procedura ad avviso pubblico avviata lo scorso 3 luglio. Per la valutazione delle 74 candidature pervenute è stata costituita una Commissione composta da tre esperti. La Commissione ne ha selezionati 9 sulla base dell’analisi del curriculum e li ha ulteriormente esaminati tramite colloquio individuale. Tra questi la Commissione ne ha selezionati tre. Questi hanno tenuto un colloquio individuale con la ministra Bongiorno, lo scorso 7 agosto, che ha scelto Teresa Alvaro, confermando il giudizio della Commissione che l’aveva scelta come la migliore candidata.

Al via la call per percorsi di open innovation con la PA

In questi giorni è partita la call “Cambia la burocrazia. Usa l’Intelligenza!” destinata alle imprese innovative per promuovere percorsi di open innovation tra amministrazioni e aziende, volti alla modernizzazione di processi, servizi e prodotti della Pubblica amministrazione attraverso l’intelligenza artificiale.

Può l’Intelligenza Artificiale migliorare la Pubblica Amministrazione?

Che cos’è Usa l’Intelligenza

Come riporta una nota pubblicata sul sito di Agid, “Usa l’Intelligenza” è un programma di co-progettazione dedicato alle imprese innovative che utilizzano l’Intelligenza Artificiale come tecnologia portante della propria offerta di servizi. Obiettivo finale del percorso è, per le imprese innovative, aiutare l’Agenzia per l’Italia Digitale a cambiare il metodo di lavoro delle pubbliche amministrazioni, proponendo soluzioni che possono migliorare i processi interni e i servizi al cittadino.

Intelligenza Artificiale, che cos’è e perché trasformerà le aziende

Come partecipare alla call di Agid

Per partecipare al progetto, le imprese innovative interessate hanno tempo fino al 15 settembre 2018 per rispondere al questionario “Cambia la burocrazia. Usa l’Intelligenza” su questo sito .

Il programma partirà a metà settembre con un evento di lancio durante il quale si potrà entrare in contatto con Pubbliche amministrazioni, aziende ed enti di ricerca per confrontarsi e proporre idee progettuali per rispondere alle sfide proposte da Agid, analizzate anche nel Libro bianco sull’Intelligenza Artificiale al servizio del cittadino realizzato dalla task force IA.

Articoli correlati