Milano Digital Week 2021, Città equa e sostenibile: il programma | Economyup

L'EVENTO

Milano Digital Week 2021, Città equa e sostenibile: il programma



Dal 17 al 21 marzo 2021 Milano Digital Week riparte con il tema “Città Equa e Sostenibile”. Un palinsesto tutto digitale con oltre 650 eventi online, più di 200 speaker, più di 400 incontri generati dalla “call” e oltre 150 tra conferenze, webinar, e talk con player ed esperti di settore

10 Mar 2021


Torna rinnovata nella forma, nei contenuti e nelle modalità di fruizione MILANO DIGITAL WEEK 2021, la manifestazione promossa dal Comune di Milano – Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici – e realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab, con il sostegno del main partner Intesa Sanpaolo. Un’edizione completamente online a tema “Città Equa e Sostenibile”.

Da mercoledì 17 marzo a domenica 21 marzo 2021 Milano Digital Week riparte dalle riflessioni sulle trasformazioni in atto nel nostro Paese e nel mondo che hanno, soprattutto negli ultimi 12 mesi, rivoluzionato totalmente il modo di vivere, di lavorare, di relazionarci. Cinque giorni di partecipazione attiva, con un variegato palinsesto di oltre 650 eventi on line, più di 200 speaker, più di 400 incontri generati dalla “call” e oltre 150 tra conferenze, webinar, talk, ideati e proposti dai curatori.

QUI PUOI VEDERE IL PROGRAMMA COMPLETO

“Siamo molto orgogliosi di presentare oggi questa quarta edizione” commenta Roberta Cocco, assessora alla Trasformazione digitale e Servizi civici  “che offrirà al pubblico un numero di eventi oltre ogni aspettativa. La modalità interamente digitale ci ha permesso di costruire un programma ricchissimo e ogni spettatore potrà costruirsi liberamente il proprio palinsesto, personalizzando al massimo la sua esperienza. Sarà una manifestazione ad ampio respiro, dove il cuore digitale di Milano sarà il centro di un percorso di innovazione che si snoderà lungo i confini nazionali e internazionali”.

Milano Digital Week 2021, i partecipanti

Coinvolti nella Digital Week – anche in questa quarta edizione – Istituzioni, Università, centri di produzione del sapere, luoghi di informazione e di ricerca, associazioni e aziende, startup e tante realtà piccole e grandi. Tutti gli attori della trasformazione digitale, uniti per far conoscere ai cittadini il proprio know-how e i vari volti di una città che, anche attraverso il digitale, sta cercando con determinazione di raggiungere un nuovo punto di equilibrio.

WHITEPAPER
Big Data Analytics: dai browser ai social. Come analizzare la quantità crescente di dati?
Big Data
Business Analytics

Dal lavoro all’ambiente, dalla mobilità all’economia, dalla cultura alla formazione, dalla sostenibilità ai media: gli ambiti che abbracciano in maniera trasversale la manifestazione e che trovano spazio attraverso gli eventi on line in programma. Ampia è stata la risposta alla Call con quasi 500 eventi: tra i partecipanti le più importanti istituzioni universitarie cittadine, come Accademia di Belle Arti di Brera, IED – Istituto Europeo di Design, IULM – Libera Università di Lingue e Comunicazione, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Politecnico di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università Commerciale Luigi Bocconi, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano Bicocca.

Milano Digital Week 2021, il tema: Città Equa e Sostenibile

Città Equa e Sostenibile è il tema riferito a una Milano che vede un suo nuovo orizzonte delinearsi sotto il profilo economico, sociale e ambientale. Questo ambito tematico abbraccia i valori fondanti della città – piattaforma per eccellenza di sperimentazione e innovazione – che, mai come oggi, si pone come laboratorio di transizione sostenibile: innovazione, inclusività, (ri)alfabetizzazione digitale, uguaglianza e diritti su uno sfondo dove le nuove tecnologie e il loro utilizzo ricoprono sempre più un ruolo centrale di abilitatrici e facilitatrici di esperienze comuni legate – soprattutto – al tessuto sociale della città.

Su questi due temi principali, la manifestazione traccia le trasformazioni e le ipotesi di progetto che l’ultimo anno ha portato con sé e che costituiranno tante direttrici nel futuro prossimo. L’equità è una condizione indispensabile in questo periodo storico per rigenerare un sistema che veda un rapporto più armonico tra tutte le sue parti. La sostenibilità è sempre più un passaggio di conoscenza tra le generazioni, proprio in un momento in cui società, economia e ambiente hanno molti più gradi di interazione fra loro.

Quattro sono i cluster (Sostenibilità, Uguaglianza, Diritti e Inclusione) sui quali si sviluppa il programma dei cinque giorni di partecipazione attiva, con un variegato palinsesto di oltre 650 eventi on line, più di 200 speaker, più di 400 incontri generati dalla “call” e oltre 150 tra conferenze, webinar, talk, ideati e proposti dai curatori. E, ancora, tre progetti dedicati ai giovani talenti da tutta Italia e da tutto il mondo per disegnare il mondo equo e sostenibile del domani (#Act4SDGs), quattro lectio magistralis, due progetti artistici internazionali e l’evento di chiusura C0C Milano “The Festival As A Performance”.

Un grande confronto collettivo il cui l’obiettivo è raccogliere risposte articolate, ma anche suggerimenti e idee, partendo dal presupposto che il digitale è, sempre più spesso, un elemento centrale di connessione sociale, economica, ambientale, nonché veicolo di questo cambiamento epocale come acceleratore di ogni progetto e processo.

“Lo spirito che accompagna le numerose iniziative previste per questa edizione è proprio quello di rendere il digitale il più inclusivo possibile, perché diventi come l’acqua e l’elettricità: alla portata di tutti” commenta Carlo Noseda, Presidente di IAB, “Una ripresa sostenibile non potrà infatti, che passare da una condivisione di conoscenze e dalla riduzione del divario digitale esistente sia tra Paesi sia all’interno dei confini nazionali, come all’interno delle città garantendo un più equo accesso a tutte le persone”.

L’evento di apertura: Data Language/Il linguaggio dei dati 

La Milano Digital Week prende ufficialmente il via mercoledì 17 marzo alle 18 con l’evento di apertura organizzato dal Comune di Milano, “Data Language | Il linguaggio dei dati. Dialoghi, storie e persone dietro ai dati”. L’evento racconta l’importanza dei dati nel processo di innovazione ed è l’occasione per raccontare al pubblico la strategia Data-driven di Milano, che culminerà con la presentazione di un’anteprima della Dashboard della Città, uno dei progetti cardine del Comune di Milano.

L’intervento, anticipa l’assessora alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco, tratterà “non solo dei dati in termini tecnici, ma dell’umanizzazione dei dati”, uno dei temi chiave della Digital Week.

I format:  il futuro del lavoro

Di grande importanza anche per questa edizione è “La Fabbrica del Lavoro”, format dedicato a confronti e riflessioni sul futuro del lavoro, sulle nuove professioni e competenze digitali tra smart working e digital divide, sostenuto da Adecco, Eni, Fastweb, Phyd, Randstad, Stardust.

La Fabbrica, hardware del lavoro materico per eccellenza, si unisce ai software che innervano i lavori dell’immateriale, una risorsa centrale nel terzo millennio. Da giovedì 18 a sabato 20 marzo si susseguono talk e workshop coordinati da grandi player e attori della rivoluzione del lavoro che stiamo tutti vivendo.

I pomeriggi di giovedì 18 e venerdì 19 marzo sono dedicati a workshop, mentre nella plenaria di venerdì 19 marzo player aziendali di alto profilo si confrontano su come è cambiato il mondo del lavoro nell’ultimo anno, nei rispettivi ambiti. La plenaria di sabato 20 marzo si divide in live talk ed interventi a tema smart working e futuro del lavoro il mattino, e workshop dedicati a formazione, industria ed accessibilità per persone disabili nella sessione pomeridiana.

Milano/Milano, un format sulla mobilità

Milano/Milano è il format innovativo proposto da Milano Digital Week con ABB e BMW Group per parlare di mobilità sostenibile e, più in generale, di cambiamento della città e trasformazione digitale.

Personaggi pubblici del mondo della mobilità, dell’urbanistica e dell’innovazione dialogano a bordo di veicoli elettrici di BMW Group per le vie di Milano, dalle zone periferiche al centro città in collegamento (in viva voce) con Ferruccio De Bortoli. Tre viaggi a zero emissioni con pillole video che raccontano tre visioni inedite di Milano con Roberta Cocco (Assessora alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici Comune di Milano), Antonio De Bellis (eMobility Lead Manager, Electrification ABB Italia), Massimiliano Di Silvestre (Presidente e AD BMW Italia), Cristina Pozzi (CEO Impactscool), Stefano Ronzoni (Direttore MINI), Enrico Trovati (Head of Merchant Services Nexi).

L’evento finale – C0C Milano “The Festival As A Performance”

 Il progetto/evento digitale C0C Milano “The Festival As A Performance” è una riflessione su creatività e arte condivisa come vero patrimonio di una città.

Spazi iconici della Città di Milano saranno il palcoscenico di una serie di performance artistiche e musicali assolutamente inedite. Da sabato 20 marzo 2021, l’evento sarà trasmesso sulla piattaforma clubtoclub.it, a cui si potrà direttamente dal sito Milano Digital Week.  C0C è la risposta di Xplosiva al nuovo caos di questi tempi incerti. Lo zero rappresenta un nuovo punto di partenza. il tentativo di dare inizio a una nuova ideazione e produzione artistica che tra i vari obiettivi ha soprattutto quello di indagare una possibile utopia contemporanea a supporto delle scene e community locali.