Innovazione sociale, tutti i numeri del "volontariato" di Poste Italiane | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Corporate social responsibility

Innovazione sociale, tutti i numeri del “volontariato” di Poste Italiane

22 Nov 2016

Quarantaquattro progetti, oltre 2,5 milioni investiti, 1200 dipendenti coinvolti: è il bilancio del primo anno di Poste Insieme Onlus, Fondazione nata per promuovere politiche di solidarietà. L’Ad Francesco Caio: «Il nostro sviluppo è imperniato sull’inclusione»

Francesco Caio, Ad di Poste Italiane
Aiuto alle donne vittime di violenza, lotta alla povertà estrema, formazione per giovani svantaggiati e disabili, assistenza domiciliare e residenziale per i malati. Sono 44 i progetti approvati in poco più di un anno dall’inizio della sua attività, da Poste Insieme Onlus, la Fondazione di Poste Italiane nata per promuovere politiche di inclusione e solidarietà sociale. Strategia, risultati e singoli interventi sono stati presentati a Roma nell’Ufficio Postale di San Silvestro.

Alle forme di sostegno finanziario – con un investimento complessivo che ha già superato i 2 milioni e mezzo di euro – Poste Insieme onlus unisce un’attività di volontariato aziendale al di fuori dell’orario di lavoro che ha visto in campo 1200 persone. “Poste Italiane è oggi più che mai azienda sociale e di mercato, protagonista di uno sviluppo che include ed amplifica i processi di cambiamento e modernizzazione in atto” ha detto la presidente di Poste e di Poste Insieme Onlus, Luisa Todini. “Il percorso di sviluppo e trasformazione di Poste Italiane – ha aggiunto l’amministratore delegato Francesco Caio – è imperniato su una costante attenzione al tema dell’inclusione sociale. Attraverso Poste insieme onlus e le numerose attività di corporate social responsibility, l’azienda ha definito una strategia integrata che unisce ai valori della prossimità e della semplicità l’impegno solidale e responsabile degli organi aziendali e di tutti i suoi dipendenti in un agire comune”.

 

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati