Ferrovie dello Stato, Invitalia, Poste e RCS investono in ItaliaCamp | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione italiana

Ferrovie dello Stato, Invitalia, Poste e RCS investono in ItaliaCamp

01 Ago 2014

Le quattro società hanno acquisito il 48% del capitale sociale della srl legata all’associazione e alla fondazione che si occupano di favorire la realizzazione di nuove idee imprenditoriali e il trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca verso il mercato

ItaliaCamp ha quattro nuovi importanti soci: Ferrovie dello Stato, Invitalia, Poste Italiane e RCS MediaGroup. Si è svolta martedì 29 luglio a Roma l’assemblea dei soci di ItaliaCamp a cui hanno preso parte – con i presidenti dell’Associazione e Fondazione ItaliaCamp – i rappresentanti delle quattro società, a fronte dell’acquisizione complessiva del 48% del capitale sociale della srl.

I quattro soci lanciano così il primo piano di corporate venture, un programma d’investimento di durata triennale per lo sviluppo di nuovi percorsi di innovazione tra grandi imprese e startup, anche attraverso un piano di work&media equity, che consentirà di valorizzare i servizi professionali conferiti dalle nuove aziende socie.

Il progetto, le cui finalità sono state condivise da ItaliaCamp con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, a giugno in occasione del lancio di “Advocacy Italia”, ha l’obiettivo di valorizzare i migliori percorsi di innovazione emersi nei 4 anni di attività dell’Associazione ItaliaCamp, utilizzando l’impact investing (un approccio finanziario innovativo, in forte affermazione a livello globale) per realizzare azioni di sistema che generino beni e servizi di pubblica utilità.

Ferrovie dello Stato, Invitalia, Poste Italiane e RCS MediaGroup sono tra i componenti del comitato di indirizzo della Fondazione ItaliaCamp, costituita nel dicembre 2011, che detiene a sua volta l’1% del capitale della srl in rappresentanza degli altri soci, Enel Green Power, Gruppo Unipol, Mercedes Benz Italia, Sisal, Terna e Wind Telecomunicazioni, e dei rappresentanti istituzionali Cnr e Inps, accomunati dall’intento di sostenere un processo di trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca verso il mercato e l’impresa, valorizzando il contributo delle 70 università partner di ItaliaCamp.

Il socio di maggioranza di ItaliaCamp srl con il 51% del capitale sociale, è l’Associazione ItaliaCamp – costituita a Roma nel giugno 2010 e presente in tutte le regioni italiane – rappresentata dal neo eletto presidente Antonio De Napoli che succede a Fabrizio Sammarco, fondatore del progetto ItaliaCamp, a cui è stato affidato l’incarico di amministratore delegato di ItaliaCamp srl.

Con Sammarco sono componenti del consiglio di amministrazione di ItaliaCamp: Luigi Mastrobuono (presidente), Marcello Messori (vice-presidente), Riccardo Capecchi (consigliere), Guido Fienga (consigliere), Gianni Letta (consigliere) e Alessandro Thomas (consigliere e segretario del consiglio di amministrazione).

Il piano industriale di ItaliaCamp sarà strutturato in collaborazione con The Boston Consulting Group, mentre Saatchi & Saatchi Italia curerà la brand identity del gruppo.

 

Articoli correlati