Expo Rurale 2013, dove germogliano idee innovative | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Green

Expo Rurale 2013, dove germogliano idee innovative

04 Set 2013

La terza edizione della manifestazione dedicata al mondo rurale promossa dalla Regione Toscana, che si svolgerà alla Fortezza da Basso di Firenze dal 12 al 15 settembre, sarà dedicata all’innovazione nel settore agricolo, per capire quali sono le nuove opportunità di business puntando su ricerca e tecnologia e coinvolgendo i giovani

Agricoltura e innovazione. Il futuro del green riparte proprio da idee e progetti nuovi e innovativi. È questo il filo conduttore di Expo Rurale Toscana, la manifestazione dedicata al mondo rurale promossa dalla Regione Toscana, si svolgerà alla Fortezza da Basso di Firenze dal 12 al 15 settembre 2013.

Uno spaccato sul mondo rurale che anticipa i temi fondanti dell’EXPO 2015, il grande evento internazionale che si svolgerà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 ma anche l’occasione per conoscere la storia, il presente e, soprattutto, il futuro del mondo rurale in Toscana.

E proprio perché si guarda al futuro, la manifestazione  non poteva che interrogarsi sull’innovazione nel settore green. Non a caso lo slogan di questa terza edizione è ‘Dove germogliano le idee’. Secondo quanto riportato da Greenreport.it che ha raccolto le testimonianze della Regione Toscana, “il filo conduttore quest’anno sarà l’innovazione in agricoltura, intesa come rappresentazione del fabbisogno delle nostre colture di introdurre fattori di sviluppo evolutivo e delle nuove opportunità di business, puntando sulla ricerca e la tecnologia, mettendo in evidenza la volontà di investire su nuovi prodotti e su nuovi processi, di ricercare l’integrazione con gli altri settori, di perseguire lo sviluppo di nuove piattaforme operative e logistiche”.

Non solo. La manifestazione è l’occasione per “mettere al centro del nostro ‘fare’ i giovani che intendono investire le proprie capacità e le proprie aspettative in questo difficile ma stimolante ruolo. Per creare un filo conduttore coerente con le caratteristiche della nostra agricoltura e dei nostri territori rurali, questo tema sarà coniugato con i contenuti dello scenario che rappresenta la Toscana nel mondo e che fanno espresso riferimento all’eccellenza delle esperienze produttive territoriali della Toscana, alle caratteristiche di multifunzionalità e di intersettorialità dalle aziende agricole quali elementi di coesione ed equilibrio del tessuto produttivo regionale, al rapporto paritetico fra agricoltura/territori rurali con altri settori (arte, artigianato, turismo terziario, manifatturiero) attraverso la corretta integrazione dei progetti regionali che in qualche modo contribuiscono a valorizzare il settore primario”.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati