Ecolumière vince il Premio Nazionale per l'Innovazione | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Competizione

Ecolumière vince il Premio Nazionale per l’Innovazione

29 Ott 2013

I LED di nuova generazione vincono l’edizione 2013 della manifestazione dedicata alle migliori idee di impresa in campo high-tech. Premiati anche la retina artificiale di On Iris, la stampante 3D per bambini Anymaker e il sistema di monitoraggio di aree territoriali tramite fibra ottica di Optosensing

Genova ha incoronato i campioni nazionali dell’innovazione: sono stati nominati questa sera, al Teatro della Gioventù, i vincitori dell’undicesima edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI).

La manifestazione, promossa da PNI Cube (l’associazione degli incubatori e delle business plan competition universitarie italiane) e patrocinata dal MIUR, si è svolta nell’ambito del Festival della Scienza in corso a Genova, con la collaborazione di Regione Liguria, FI.L.S.E. SPA – Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico, Consiglio nazionale delle ricerche e tutte le istituzioni attive nel mondo dell’innovazione e dell’impresa sul territorio regionale.

Cinquantacinque i team di ricercatori in gara da tutta Italia, vincitori delle Start Cup organizzate nel corso dell’anno su base regionale e universitaria; sedici i finalisti selezionati dalla giuria che in soli 4 minuti hanno presentato la propria idea di business innovativa a una platea di studiosi, rappresentanti istituzionali, esperti dell’innovazione e investitori. Il primo premio assoluto è andato a ‘Ecolumière’, partecipante per la categoria ‘Agro-Food-Cleantech’. L’idea di impresa si basa sulla realizzazione di nuovi dispositivi a LED in grado di garantire un risparmio energetico del 40-50% rispetto ai led tradizionali tramite la modulazione dell’emissione luminosa in funzione della luce presente e della comunicazione ottica tra dispositivi.

Il primo premio per la categoria ICT & Social Innovation è andato a ‘Anymaker’, il team che ha progettato una innovativa stampante 3D per bambini per permettere loro di creare, a partire da un disegno digitale, giocattoli di loro ideazione, vivendo un’esperienza ludica e coinvolgente di apprendimento. Il progetto di retina artificiale ‘On iris’, progetto sviluppato da IIT- Istituto Italiano di Tecnologia e già vincitore assoluto di Smart Cup Liguria –una protesi biomimetica in grado di ripristinare il funzionamento della retina in caso di cecità- ha vinto il primo premio per la categoria ‘Life Sciences’;  mentre per la categoria ‘Industrial’ è stato premiato ‘Optosensing’, per lo sviluppo di sistemi innovativi in fibra ottica per il monitoraggio geotecnico e strutturale di infrastrutture e aree territoriali a rischio.  

“E’ stata una straordinaria occasione per verificare la capacità che la Liguria e il Paese sanno dimostrare nel produrre nuove idee. Le istituzioni devono essere in grado di sostenere questi talenti, che contribuiscono a rilanciare l’economia attraverso l’innovazione e le nuove tecnologie”, è stato il commento dell’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli in chiusura della cerimonia.

“Sono felice ed orgogliosa che PNI Cube abbia riconosciuto nel Festival genovese la ‘casa della scienza’, oltre che una vetrina di grande visibilità per le migliori idee innovative dei nostri ricercatori”, ha affermato Manuela Arata, presidente del Festival della Scienza e madrina dell’evento, “In questo modo il Festival contribuisce a creare un ‘sistema innovazione’ per l’intero Paese”.

L’evento PNI Cube ha rappresentato l’occasione per assegnare anche altri riconoscimenti: Microsoft ha assegnato premi speciali ai progetti ‘Scloby’ –un sistema che permette di emettere scontrini e fatture direttamente da tablet e smartphone, gestendo così con un unico dispositivo l’intero processo  di un’attività on line- e ‘Scalable Data Analytics’ –che utilizza sistemi cloud per analizzare in maniera efficace grandi quantità di dati. “Da anni il nostro gruppo è impegnato a sostenere le start up italiane attraverso il programma Microsoft  Biz Spark, attivo da cinque anni”, ha affermato il direttore del Gruppo Developer and Platform di Microsoft Italia Anders Nillson. 

Il team di ‘Scalable Data Analytics’ ha ricevuto anche uno dei due riconoscimenti assegnati da Intel; l’altro è andato al progetto ‘You Wrist Wees’, dispositivo elettronico in grado di leggere le vibrazioni del polso e di trasmetterle a sensori utilizzati come comandi per componenti elettronici di vario tipo. Intel ha offerto la possibilità ai due vincitori di presentare i loro business plan ad un rappresentante di Intel Capital, ventur capital di Intel, tra i più importanti al mondo, al fine di raccogliere utili consigli e commenti.

I progetti ‘On Iris’ e ‘Re Oil’ –quest’ultimo relativo a un dispositivo in grado di riciclare gli oli usati di cucina ottenendo in cambio sapone e detersivi-  hanno, infine, ricevuto il premio speciale ‘Uk Trade & Investment’. “La collaborazione internazionale è essenziale per ottenere buoni risultati: il Consolato generale britannico condivide con Uk Trade and Investment lo stesso impegno per superare i limiti e le difficoltà che l’economia globale sta affrontando, facendo leva su innovazione, ricerca e scienza”.

La carrellata dei progetti in gara è stata preceduta da un talk show sul tema ‘Casi di innovazione’ moderato dal giornalista esperto di high-tech Riccardo Luna, con testimonianze di Loris Nadotti (Presidente PNI Cube), Cristina Battaglia (Regione Liguria), Alberto Di Minin (MIUR), Stefano Firpo (MISE), Heidrun Flaadt (Università Svizzera Italiana), Federico Barilli (Presidente Associazione Italia Start Up), Alberto Clavarino (fondatore ITNet, oggi CircleCup), Andrea Ridi (fondatore  Gruppo Impara, spin off nato dal CNR), Maurizio Aiello (Cleis Security spin off nato dal CNR), Sofia Mosci (Camelot spin off nato dal Progetto UNI.T.I.), Emanuele Guglielmino (Microturbine, spin off nato dall’IIT, vincitore PNI 2012).

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati