E adesso a Monopoly ti compri Yahoo! | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Business Game

E adesso a Monopoly ti compri Yahoo!

08 Ott 2013

Il gioco più famoso del mondo lancia una nuova versione in cui il mercato immobiliare lascia spazio ai marchi più famosi: Samsung, Coca-Cola, McDonald’s, eBay, Spotify, Ducati. Nella Battle of the brand, iniziata oggi in contemporanea mondiale, le aziende presenti nel tabellone invitano i fan a cliccare sui loro profili Facebook. Vince chi ottiene più mi piace

Per la prima volta nella storia, Hasbro porta 22 delle marche più prestigiose al mondo sul tabellone del Monopoly. Il nuovo Monopoly Empire include infatti brand di livello mondiale, come Coca-Cola, Xbox, McDonald, Ducati e Samsung, offrendo una nuova esperienza di gioco, in cui i giocatori acquistano e vendono le migliori marche al mondo – piuttosto che le classiche proprietà – per “conquistare l’impero” e vincere la partita.

“Il Monopoly Empire continua la tradizione Hasbro di offrire nuove modalità di gioco alle famiglie che giocano insieme con i giochi in scatola”, conferma Eric Nyman, Senior Vice President e Global Brand Leader di Hasbro Gaming. “Il gioco permette ai bambini di creare l’impero economico dei loro sogni e di immaginare come sarebbe possedere le marche che per loro hanno maggior significato, come Xbox o X Games”.

I brand che saranno presenti nel Monopoly Empire sono: Beats by Dr. Dre, Carnival, Chevrolet, Coca-Cola, Ducati, eBay, Electronic Arts, Fender, Hasbro, Intel, JetBlue, McDonald’s, Nerf, Nestlé, Paramount Pictures, Samsung, Spotify, Transformers, Under Armour, Xbox, X Games e Yahoo!

I giocatori si muoveranno sul tabellone con delle pedine che rappresentano sei delle marche presenti nel gioco: una Chevrolet Corvette Stingray del 2014, una Ducati, una bottiglietta di Coca-Cola, un controller della Xbox, un ciak della Paramount Pictures e le famosissime patatine del McDonald.

Ispirandosi alle pubblicità sulle pareti dei grattacieli che si vedono nelle città più grandi al mondo, i giocatori mostreranno le marche di loro proprietà con dei cartelloni sulla propria torre dell’impero. Il giocatore che per primo arriva alla vetta con i cartelloni dei propri brand, vince la partita. Ma attenzione a una scalata al successo improvvisa degli avversari, a un crollo del mercato azionario o ad altri eventi che potrebbero cambiare l’esito della partita. Non dovendo acquisire proprietà o costruire case e alberghi, la maggior parte dei giocatori sarà in grado di finire una partita in meno di 30 minuti.

L’8 ottobre, alcuni dei più importanti brand al mondo si sfideranno nella “Battle of the Brands” del Monopoly Empire su Facebook. Per celebrare il lancio del nuovo Monopoly Empire, le community di fan di Facebook di quindici dei brand presenti sul tabellone, Beats by Dr. Dre, Carnevale, Chevrolet, Coca-Cola, Ducati, eBay, Electronic Arts, Fender, JetBlue, Nerf, Nestlé, Paramount Pictures, Trasformatori, X Games e Yahoo!, saranno in  gara per essere i primi a ricevere 5.000 “mi piace” al post che pubblicheranno sulla loro pagina Facebook ufficiale. Parteciperanno più di 200 milioni di fan dei brand provenienti da 16 paesi di tutto il mondo. Basta collegarsi a www.facebook.com/MonopolyItalia per seguire la battaglia e scoprire chi sarà il “vincitore”.

L’unico brand tricolore presente sia nel nuovo Monopoly Empire che alla competizione online, è Ducati. Sostenere e supportare l’eccellenza tecnologica delle “Rosse di Borgo Panigale” sarà ancora più divertente, anche in occasione della “Battle of the Brands“. Una sfida all’ultimo click, che radunerà i veri sostenitori del Made in Italy e tutti gli appassionati di moto davanti a Pc, smartphone e tablet per sostenere e competere con Ducati anche nel gioco in scatola per eccellenza: il Monopoly.

 

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati