Corporate identity: significato ed esempi di identità aziendale - Economyup

LA GUIDA

Corporate identity: significato ed esempi di identità aziendale



La corporate identity include la storia, i valori e l’offerta di un’azienda e il modo in cui questi elementi vengono comunicati agli utenti in modo chiaro ed univoco. Qui un approfondimento e gli esempi

21 Giu 2022


Corporate Identity

La corporate identity, o identità aziendale, è un termine molto utilizzato nel mondo della comunicazione ma non sempre compreso nella sua complessità.

Che cos’è la corporate identity?

La corporate identity rappresenta l’idea che un brand ha di sé stesso e che vuole comunicare ai suoi clienti e in generale all’esterno. Dunque “contiene” la storia, i valori e l’offerta dell’azienda e il modo in cui questi elementi vengono comunicati agli utenti in modo chiaro ed univoco.

WEBINAR
Finance e cyber minacce: come proteggersi davvero e affrontare gli scenari di crisi

La definizione dell’identità di un’azienda non è un processo semplice, perché ha un forte legame con la storia, la mission ma anche il logo dell’organizzazione. In sostanza, consiste nella rappresentazione della personalità aziendale sia attraverso delle immagini (logo, packaging, colori istituzionali), sia mediante determinate modalità di comunicazione.

Perché è importante la corporate identity?

In un mercato saturo di prodotti e servizi simili fra di loro è necessario distinguersi. Come fare? Quali strategie attuare? Innanzitutto, la creazione di una corporate identity solida permette di differenziarsi dai competitor di mercato. Se si tratta di un’azienda o startup emergente, quest’ultima ha bisogno di studiare la concorrenza in modo da attuare le strategie di marketing indispensabili per affermarsi. Ovviamente punterà a presentarsi con un’identità più incisiva e meglio definita rispetto alle aziende concorrenti già presenti nel settore.

Come sviluppare l’identità aziendale

Come si sviluppa la corporate identity? L’errore commesso da molte aziende è quello di non scommettere con convinzione sulla sua costruzione e condivisione .

Lo sviluppo di una corretta identità aziendale significa non dimenticare i seguenti fattori:

  • Il design: In questa fase è necessario introdurre tutta la creatività necessaria. L’azienda si mostra agli occhi di tutti e deve dare immediatamente un’immagine visiva di quello che è.
  • Concept: L’azienda cerca di superare la fase dell’immaginazione e costruire un’idea concreta.
  • Feedback: L’importanza dei commenti dati dagli utenti. L’aspetto fondamentale è quello di una visione diversa che possono dare gli utenti.
  • Brainstorming: Il confronto fra colleghi può indurre il team a realizzare l’idea migliore.
  • Marketing: Saper vendere bene il prodotto è una fase molto importante nella costruzione di una corporate identity.
  • Comunicazione integrata: In questa fase risulta fondamentale il network di contatti costruiti fino a quel momento. La giusta strategia di comunicazione esterna ha l’obiettivo di articolare in un’ottica multipiattaforma (sito web, social media, grafiche, eventi, relazioni pubbliche) la corporate identity che si vuole perseguire.

Differenza fra corporate identity e brand identity

La corporate identity può essere identificata con l’identità della marca, la cosiddetta brand identity? La risposta è no, sebbene questo sia un errore molto comune. Infatti, corporate identity e brand identity non sono sinonimi, ma sono due aspetti totalmente differenti.

Con il termine brand identity o identità di marca si vuole definire  un insieme di elementi visibili e non nel quale aziende e startup vogliono identificarsi, con lo scopo di diffondere i propri valori al proprio pubblico target. Questa identità caratterizza fortemente l’immagine di un’azienda generando opinioni positive o negative.

Nonostante le differenze fra i due concetti, corporate identity e brand identity sono strettamente connesse tra di loro poiché l’una deve rispecchiare i valori dell’altra e viceversa. Fra le due vi deve essere sintonia di utenti e comunicazione, requisito fondamentale affinché vi sia coerenza per poter fidelizzare la propria clientela.

Esempi di identità aziendale

Un marchio che ha dovuto costruire una nuova corporate identity è stata Airbnb. Il celebre colosso degli affitti statunitense, nato come startup tecnologica, ha dovuto affrontare un cambio di rotta per poter entrare in un nuovo mercato. Infatti, l’immagine dell’azienda non era allineata al nuovo core business, il settore dei viaggi appunto. A tal fine la soluzione adottata fu un restyling della corporate identity affinché i consumatori e il mercato conoscessero il nuovo posizionamento del marchio.

Attraverso il supporto dello studio di design, l’azienda ha individuato una nuova essenza del marchio nell’espressione “Belong anywhere”. A ciò si è aggiunto il restyling del logo, in particolar modo della lettera A. Attraverso questa operazione l’azienda ha voluto comunicare di aver superato ogni barriera linguistica, rendendosi più accessibile e internazionale. Infine, l’operazione di rebranding ha riguardato anche le icone delle app, i social media e tutti gli aspetti che hanno contribuito a definire la nuova corporate identity di Airbnb.