Copycat venture builder, un nuovo modello per l'innovazione nel software b2b - Economyup

INNOVATION MANAGEMENT

Copycat venture builder, un nuovo modello per l’innovazione nel software b2b



Venture Box, lanciato da Gellify, punta a creare società che ripropongano e migliorino modelli tecnologici già avviati. Per questo viene definito un copycat venture builder. I vantaggi? Investimento minimo per lo sviluppo e velocità nel go-to-market. Previsto il lancio di un nuovo prodotto ogni quattro mesi

10 Nov 2021


Photo by Anton Maksimov juvnsky on Unsplash

È nato un nuovo venture builder, Venture Box, e una nuova categoria: il copycat venture builder. Il progetto, lanciato dalla piattaforma di innovazione Gellify e destinato al mercato del software B2B. I venture builder, lo ricordiamo, sono realtà imprenditoriali che si dedicano alla scalabilità veloce di un numero selezionato di progetti ad alto impatto strategico. Venture Box punta dunque a effettuare investimenti sistematici, minimizzando i rischi e massimizzando la resa, in base a un progetto imprenditoriale volto a creare nuove società innovative in settori già validati nel software B2B. La NewCo ha in programma di lanciare ogni 4 mesi un nuovo progetto. 

Che cosa fa Gellify

Con sede centrale in Italia e uffici in Spagna e negli Emirati Arabi Uniti, Gellify  è una piattaforma di innovazione B2B che seleziona, investe e fa crescere startup innovative ad alto contenuto tecnologico e le connette alle aziende tradizionali con l’obiettivo di innovare i loro processi, prodotti e modelli di business.

WHITEPAPER
Come modernizzare l'infrastruttura nell’era dei dati grazie al cloud computing?
Big Data
Business Analytics

Venture Box, perché Gellify lancia un “copycat venture builder”

Venture Box arriva dopo un periodo di ricerca sulle opportunità fornite dal settore del Venture Building, ovvero l’atto di dedicare il proprio know-how e le proprie risorse alla produzione sistematica di nuove società, industrializzando il processo di innovazione.

Da questo percorso nasce a novembre 2021 Venture Box, definito dai manager di Gellify un “copycat venture builder che prevede la strategia second mover di prodotti software SaaS B2B”. Il termine “second mover” si riferisce al fatto che il progetto punta a lanciare società che ripropongano e migliorino modelli tecnologici già avviati, con un investimento minimo in termini di sforzo di sviluppo, un’alta rapidità nel go-to-market e l’ottimizzazione dei processi di supporto.

Venture Box segue un modello di investimento sistematico che ha il triplice obiettivo di massimizzare le opportunità date da specifici trend di mercato, ridurre i rischi associati all’efficacia delle idee e alla fase di esecuzione ed ottenere una diversificazione del portafoglio di prodotti con un basso volume di investimento complessivo.

Il Venture Builder investirà all’intersezione delle tendenze sulla cresta dell’onda legate alle tecnologie applicate al marketing, alle vendite, al legale, alla collaborazione e alle business operations.

Michele Giordani, Managing Partner e Founder GELLIFY

Come funziona Venture Box

Il piano dell’iniziativa prevede il lancio di un nuovo prodotto ogni 4 mesi e un successivo spin-off dei prodotti che raggiungano una sufficiente massa critica.

La NewCo implementa un modello organizzativo ad imprenditorialità diffusa che prevede il coinvolgimento di:

— imprenditori con un track record di successo in ambito digital;

— un team operativo che disegna e sviluppa i prodotti e che partecipa nell’equity della società;

— una figura cruciale esperta dell’ambito di ogni singolo prodotto definita “champion”, che guida le decisioni su roadmap di prodotto e modalità di go-to- market.

Il gruppo di investitori che hanno aderito al progetto è composto da business angel, C-level e startupper con exit di successo alle spalle.

Il mercato di riferimento è l’industria SaaS la cui dimensione globale raggiungerà 171,9 miliardi di dollari entro il 2022 ed ha registrato dal 2015 al 2020 un CAGR del 31,8 % (fonte: Statista).

Oltre alle prospettive di crescita di questo mercato, Gellify è convinta che, anche se l’azienda è una NewCo, è nata con un vantaggio competitivo dato da una rete di partner strategici e membri della Community che hanno esperienza nel creare, costruire e scalare rapidamente prodotti e aziende. Dell’Advisory Board di Venture Box fanno parte anche Francesco Magro, CEO e Founder Winelivery e Giovanni Roberto, Deputy CEO Winelivery.

Migliorare soluzioni già esistenti: l’importanza dei second mover

Gianluca Bernardi, Head of Growth di Gellify, commenta: “Quando abbiamo un’idea, siamo super entusiasti e pensiamo che sia originale. Poi, dopo un paio di conversazioni e una ricerca su Google, scopriamo che è già stata realizzata da qualcuno che è più grande, migliore e con più risorse di noi, così rinunciamo al nostro progetto per non rischiare di sembrare degli emulatori. E se invece ci fosse ancora spazio per il miglioramento? E se ci fossero persone che non ottengono ancora ciò che vogliono dalle soluzioni già esistenti? Questo è stato il nostro punto di partenza in GELLIFY per sviluppare il modello di Venture Box, perché crediamo che i second mover siano salutari per l’industria high-tech, in quanto attivano una nuova domanda ed incentivano un flusso costante di innovazione dei prodotti”.

Gianluca Bernardi, Head of Growth GELLIFY

Michele Giordani, Managing Partner e Fondatore di Gellify, dichiara: “Siamo entusiasti dell’avvio di questa iniziativa dopo aver creato diverse venture con le corporate negli scorsi anni ed avendo quindi un modello ormai consolidato e industriale. Quello che ci darà una marcia in più sarà il coinvolgimento imprenditoriale diffuso delle persone che aiuterà tutti ad impiegare il massimo del focus e della propria inventiva nei prodotti”.