Carinzia, una Silicon Valley in Europa centrale

ECOSISTEMA

Carinzia, una Silicon Valley in Europa centrale: come funziona il Lakeside Science & Technology Park di Klagenfurt



Oltre a essere un luogo di rara bellezza, la regione austriaca è un ecosistema altamente innovativo. Parla il direttore del Lakeside Science & Technology Park di Klagenfurt, che ospita decine di imprese e laboratori per sperimentazioni su droni e 5G: “Cerchiamo una costante sinergia tra aziende, ricerca e formazione”

di Luciana Maci

10 Mag 2022


Non solo natura rigogliosa, laghi verdi smeraldo e montagne da esplorare in ogni stagione dell’anno: la Carinzia, oltre a essere una meta turistica affermata, è anche un centro di ricerca e innovazione nel cuore dell’Europa. I circa 560.000 abitanti del Bundesland più meridionale dell’Austria vivono infatti principalmente di produzione industriale ed economia innovativa, soprattutto grazie alla presenza di parchi tecnologici d’avanguardia come il Lakeside Science & Technology Park di Klagenfurt e il Parco Tecnologico di Villach. Oltre 70 mila metri quadrati di superfici dedicate alla ricerca e allo sviluppo, che ospitano più di un centinaio di aziende con oltre 2.000 persone impiegate. È insomma una sorta di Silicon Valley europea, al confine con Italia e Slovenia, dove varie aziende hanno trovato terreno fertile per lavorare sulle tecnologie del domani.

Vediamo dunque come si sviluppa e cosa offre l’area dei parchi tecnologici in Carinzia, con un focus sul Lakeside Science & Technology Park.

Carinzia: un ecosistema di innovazione e innovatori

I parchi tecnologici di Klagenfurt am Wörthersee, capoluogo regionale, e di Villach sono diventati negli ultimi anni centri di innovazione all’avanguardia in Austria in vari ambiti, dalla robotica alle energie rinnovabili. Il più grande parco tecnologico della Carinzia si trova proprio accanto all’Universitá di Klagenfurt e nelle immediate vicinanze del lago Wörthersee.

Il Lakeside Park ospita anche gli Educational Labs, un progetto di formazione nel campo delle materie MINT (Matematica, Informatica, Scienze Naturali, Tecnica) unico in Europa. L’innovativo ambiente di apprendimento promuove e sviluppa la creatività di bambini, giovani e adulti. È anche disponibile un centro per eventi.

A Klagenfurt, oltre all’università, troviamo il Joanneum Research Robotics, specializzato in robotica, il centro di innovazione Fraunhofer KI4LIFE con un focus sulla digitalizzazione e l’intelligenza artificiale, una filiale dell’Istituto austriaco per la tecnologia (AIT) specializzata in sicurezza informatica, e il laboratorio 5G Playground Carinthia, per la ricerca e lo sviluppo di applicazioni, prodotti, processi e applicazioni 5G.

A Villach, il campus internazionale VISTA ospita il Silicon Alps Cluster, laboratorio di ricerca di Silicon Austria Labs, e l’Università di scienze applicate Fachhochschule Kärnten.

Si tratta, in sostanza, di un ecosistema virtuoso che ha permesso alla Carinzia di ritagliarsi un posto tra gli “strong innovator” d’Europa, e che rappresenta oggi uno dei poli tecnologici più attrattivi anche grazie al bonus ricerca del 14% e a contributi fino al 50% per investimenti nel settore ricerca e sviluppo.

Smart Specialization: un modello di sinergia

Il modello della Carinzia è basato sulla “Smart Specialization”, ovvero una sinergia costante tra aziende, centri di ricerca, centri di formazione e l’insieme della popolazione. Non è un caso che il Lakeside Park sorga accanto all’Università di Klagenfurt e che l’High Tech Campus di Villach sia stato costruito intorno alla locale università di Scienze applicate. “La nostra strategia – commenta a EconomyUp Bernhard Lamprecht, direttore del Lakeside Science & Technology Park – è incentrata sul triangolo di conoscenza imprese-ricerca-educazione, per formare una ‘massa critica’. Nel Lakeside Park ci concentriamo sulla tecnologia dell’informazione e della comunicazione, mentre nell’High Tech Campus di Villach su sistemi integrati (embedded) e sulla microelettronica. Ad oggi abbiamo dozzine di potenziali partner e impiegati in entrambi i Carinthian Science Parks”. Si rivela quindi fondamentale il tema delle distanze: in Carinzia tutto ciò di cui hanno bisogno professionisti e aziende per crescere è “a portata di mano”. In quest’ottica viene notevolmente favorito il networking, anche grazie alla possibilità di accedere a programmi di rete dedicati e alla presenza di agenzie per lo sviluppo che offrono consulenze personalizzate per la ricerca di partner e finanziatori.

Lakeside Science & Technology Park: 70 aziende, 1400 impiegati (e gli asili)

In particolare il Lakeside Park di Klagenfurt è un luogo di ricerca dove vengono applicati e sviluppati strumenti e metodi digitali come i Big Data, i sistemi di “self organization”, l’IT service management, la robotica. “Quando i primi progetti per sviluppare il Lakeside Technology Campus Carinthia hanno iniziato a prendere forma nel 2002 – racconta Lamprecht – le linee guida erano: tre fasi di costruzione, dieci edifici e investimenti per 54 milioni di euro. Il denaro venne raccolto, gli edifici costruiti e gli uffici furono affittati in soli 7 anni, 5 anni più velocemente di quanto si era previsto”.

“Oggi – prosegue il direttore – le aziende nel Parco sono connesse con i centri di ricerca e i programmi di formazione extracurricolari. Persone in varie fasi della loro vita si influenzano a vicenda e imparano l’una dall’altra. Il Lakeside Park è già ‘casa’ per più di 70 aziende con oltre 1400 impiegati. È sia un posto di lavoro che un ambiente di vita, un luogo per incontrarsi, fare esercizio fisico. Sono inoltre presenti degli asili per i bambini. Il Lakeside Park promuove la collettività e investe nella formazione, che porta beneficio a tutti, dalle persone, ai centri di ricerca, alle imprese stesse. Questo sviluppo sta trasformando l’atmosfera nel Parco e anche nell’intera regione”.

Il Lakeside Science & Technology Park e le imprese innovative

Negli anni varie imprese innovative hanno deciso di stabilirsi nel Lakeside Park di Klagenfurt. “Il nostro claim è: ‘Uno più uno fa undici’ afferma Bernhard Lamprecht. “Questa è la formula per una crescita di qualità esponenziale attraverso la cooperazione, non la competizione! Pertanto, tutte le nostre aziende sono in espansione per portare il nuovo al mondo”. Ad esempio, ci sono startup di successo come Sensolligent, che ha già più di 30 dipendenti ed è nata da una tesi di laurea che trattava il tema della simulazione di impianti industriali presso l’università di Klagenfurt. Un altro nuovo inquilino è Springer, partner industriale di Sensolligent, che ha creato e costruito il dipartimento di progettazione e ingegneria nel Parco. Anche alcune multinazionali hanno deciso di stabilire il loro sviluppo IT in loco: tra queste Infineon, Skidata e Kapsch.

Il laboratorio per la sperimentazione di droni più attrezzato d’Europa

All’interno del parco c’è anche un laboratorio dedicato allo studio e alla sperimentazione dei droni. Aperto nell’inverno del 2019, è il luogo dove si trova la prima stazione di test robotica in Europa e l’hub di droni meglio attrezzato. La sala dei droni presenta un’altezza di volo di dieci metri e i bracci di presa dei robot richiedono un’altezza del soffitto di sei metri. Quando i ricercatori aprono le porte dei loro laboratori, le macchine possono esplorare nuovi terreni e mettere in pratica le loro capacità di cooperazione. Oltre alle varie altezze delle stanze nelle sale, i due laboratori dispongono di attrezzature diverse. I robot sono controllati vicino al suolo con hardware di tracciamento, marcatori software e telecamere mobili. Per i ricercatori di droni, d’altra parte, lo spazio aereo è cruciale. L’Università di Klagenfurt ha installato 37 telecamere di precisione per il monitoraggio dei droni nella sala di 100 m2.

Il Lakeside Science & Technology Park e il 5G

Come accennato sopra, il Parco ospita il primo e più importante sito di sperimentazione per il 5G di tutta l’Austria. BMK, il Ministero della Protezione del Clima, dell’Ambiente, dell’Energia, della Mobilità, dell’Innovazione e della Tecnologia, BABEG e A1 (fornitore di servizi mobili) hanno scelto il Lakeside Park come sito per testare il nuovo standard di comunicazione mobile 5G per il settore industriale. Imprese, scienziati dell’Università di Klagenfurt, del Lakeside Labs e del Joanneum Research, insieme a tecnici dell’Università di Scienze Applicate della Carinzia, hanno trascorso tre anni installando le apparecchiature, implementando protocolli e testando le posizioni dell’antenna. “Il progetto intende soddisfare le esigenze degli istituti di ricerca e dell’industria in generale, ed è aperto a startup e imprese disposte a contribuire al lavoro su questo tema” dice Bernhard Lamprecht.

Chiaramente questa area tecnologica altamente innovativa è un’occasione per sperimentare professionalità e competenze. Ma sempre all’insegna della collaborazione trasversale tra persone e imprese. “Al Lakeside Park – spiega il direttore – puoi incontrare professori universitari che passano rapidamente dalle loro sedi aziendali all’aula universitaria, così come sviluppatori e direttori d’azienda che interloquiscono su specifiche competenze. Ci sono anche ricercatori e professori che lasciano per alcuni mesi i loro incarichi di insegnamento per prendere parte, come dipendenti, alle imprese insediate nel Lakeside Science & Technology Park. Il parco rende possibile cambiare per un po’ di tempo la propria prospettiva, per ottenere una migliore comprensione di ciò che accade dall’altra parte. D’altro canto le imprese possono garantire al personale la possibilità di combinare lavoro e studi. E, in circostanze ideali, dalle stesse tesi di laurea nascono nuovi prodotti”.

Luciana Maci

Giornalista professionista dal 1999, scrivo di innovazione, economia digitale, digital transformation e di come sta cambiando il mondo con le nuove tecnologie. Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in…