Bof (InfiniteArea): ecco come funziona l'incubatore che crea startup per le imprese | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

EconomyUp

Bof (InfiniteArea): ecco come funziona l’incubatore che crea startup per le imprese



Il ceo della struttura di Montebelluna che sviluppa progetti innovativi partendo dalle richieste delle aziende spiega quali sono i metodi di open innovation adottati. Con lui c’è Fabio Biancotto di Air Dolomiti, che racconta come la compagnia aerea ha fatto innovazione attraverso l’acceleratore

di Redazione EconomyUp

26 Apr 2016


A InfiniteArea, incubatore di Montebelluna (Treviso), il processo di innovazione è “capovolto”. Sono le aziende a rivolgersi all’acceleratore per gestire progetti di open innovation ed è l’acceleratore che trova i gruppi di lavoro che possono dedicarsi alle singole richieste. In alcuni casi, i team possono anche trasformarsi in startup oppure essere assunti dalle aziende committenti. Patrizio Bof, ceo e presidente di InfiniteArea, spiega come funziona il processo “al contrario”. Con lui, Fabio Biancotto, ICT director di Air Dolomiti, primo cliente di InfiniteArea, che si è rivolto all’incubatore per migliorare la propria customer intelligence.

Se si parla di Digital e Open Innovation non si può  trascurare l’iniziativa di Digital360: una piattaforma che a 360° tocca tutti i temi dell’innovazione aperta


 

Redazione EconomyUp