OPEN INNOVATION

Avvera (Credem) entra nel Buy Now Pay Later (grazie a una startup)



Indirizzo copiato

Sei mesi dopo l’acquisizione del ramo d’azienda della startup SplittyPay, Avvera, società di credito al consumo del gruppo Credem, lancia il servizio di pagamento rateale di nuova generazione. Un caso di innovazione aperta

Pubblicato il 21 feb 2024



BNPL

“Un momento storico per la nostra azienda”. Così Lorenzo Montanari, amministratore delegato e direttore generale di Avvera, definisce l’ingresso nel mercato del Buy Now Pay Later, realizzato grazie all’acquisizione di una startup, anzi del ramo d’azienda di una startup, SplittyPay.

Avvera nel Buy Now Pay Later

Avvera, la società del Gruppo Credem specializzata nel credito alle famiglie, da metà gennaio nei negozi fisici convenzionati eroga un nuovo servizio di finanziamento con dilazione del pagamento, senza interessi o spese aggiuntive, che permette di acquistare ora e pagare in seguito (il cosiddetto Buy Now Pay Later, BNPL). Questo servizio, attualmente disponibile per importi da 200€ a 2.000€ suddivisi in quattro rate, è destinato a svilupparsi entro la fine del 2024 fino a 12 rate e un importo massimo di 3.500 euro.

Una mossa arrivata dopo l’acquisizione di una startup

La mossa di Avvera arriva dopo l’acquisizione nel luglio 2023 del ramo d’azienda di SplittyPay dedicato proprio al BNPL. Fondata da Alberto Porzio e Matteo Destantini, SplittyPay, grazie alla piattaforma di pagamenti condivisi, permette di suddividere una transazione su diverse carte di debito o di credito. Nata a metà 2018, la startup è risultata vincitrice nello stesso anno del Premio Fintech & Insurtech dell’Osservatorio Digitale del Politecnico di Milano.

A seguito del closing dell’operazione, Avvera si è quindi organizzata per entrare nel settore del BNPL beneficiando del brand, di parte della piattaforma informatica e dell’esperienza maturata nel corso degli anni da SplittyPay. Obiettivo: trasformare l’attuale offerta in un business sostenibile e scalabile, in linea con le nuove normative in materia di credito.

Un caso di open innovation

L’acquisizione di parte di SplittyPay ha permesso quindi ad Avvera di entrare abbastanza rapidamente in un mercato in forte espansione ed è la conferma dell’impegno del Gruppo Credem nell’innovazione digitale e nell’offerta multicanale, rispondendo alla crescente domanda di soluzioni di pagamento flessibili da parte dei consumatori.

Il servizio BNPL di Avvera promette un’esperienza utente di nuova generazione, grazie alla possibilità di completare la prima operazione in meno di due minuti attraverso sistemi di verifica di identità digitale completamente online, senza la necessità di un supporto fisico POS dedicato. Questa semplificazione, unita all’assenza di necessità di scaricare app o sostenere costi di installazione per i negozi, posiziona Avvera in una posizione di vantaggio nel mercato del BNPL applicato al commercio fisico.

Il mercato del Buy Now Pay Later

Il mercato del Buy Now Pay Later sta vivendo una crescita esponenziale a livello globale. Secondo Fortune Business Insight, si prevede che il giro d’affari raggiungerà i 90 miliardi di dollari entro il 2029, con una quota di tre miliardi di euro attribuita al solo territorio italiano. Questa tendenza riflette una crescente preferenza dei consumatori per modalità di pagamento che offrono flessibilità e facilità di gestione delle finanze personali. In particolare, in Italia, il settore del BNPL cattura oggi l’interesse del 54% degli italiani, soprattutto nella fascia d’età 45-54 anni, evidenziando un cambiamento nei comportamenti di acquisto verso soluzioni più adattabili alle esigenze individuali.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4