La newsletter n.300 di EconomyUp: sei anni di racconto dell'innovazione italiana | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PARLIAMO DI NOI

La newsletter n.300 di EconomyUp: sei anni di racconto dell’innovazione italiana



Domenica 1 dicembre parte la newsletter n.300 del nostro sito. Da 6 anni racconta l’ecosistema italiano dell’innovazione, la sua evoluzione e crescita a una platea crescente di lettori, ormai vicina alle 60mila persone. Ecco come alcuni protagonisti di questo ecosistema hanno voluto festeggiare questo traguardo

29 Nov 2019


Domenica 1 dicembre parte la newsletter di EconomyUp n.300. Per noi è un bel traguardo che è stato possibile raggiungere grazie al lavoro della redazione di EconomyUp e al sostegno di tutti colleghi di Digital360. Una linea da superare per andare oltre.

I numeri tondi aiutano a concretizzare lo scorrere del tempo e a capire che, nonostante tutto, le cose cambiano. In quella  domenica del 2013, quando partì la prima newsletter, le startup erano poche e per questo sorprendenti; non c’erano ancora le scaleup; open innovation era un termine esclusivamente accademico e la coscienza della necessità di aprire le aziende per innovare e crescere era in fase embrionale; le call e la corporate entreprenurship erano attività da comprendere; il fintech e l’insurtech, solo per fare un esempio, temi da mettere a fuoco.

Stai leggendo questo articolo e non sei ancora registrato alla newsletter di EconomyUp? Fallo subito, cliccando qui.

Da 6 anni con la sua newsletter EconomyUp, quindi, racconta l’ecosistema italiano dell’innovazione e soprattutto la sua indubitabile evoluzione e crescita: 300mila titoli, oltre 100 approfondimenti, 500 interviste. Un racconto seguito da una platea crescente di aficionados, ormai vicina alle 60mila persone, vere, raccolte senza campagne di marketing o altri sistemi spregiudicati ma con la qualità e la continuità dei contenuti. Lettori sempre più attenti, come ci dicono i tassi di apertura che, nel caso delle newsletter verticali (AutomotiveUp, BankingUp, RetailUp e SmartMobilityUp) partite quest’anno, arrivano a livelli sorprendenti del 50%. A tutti va un sincero ringraziamento per la fiducia che ci hanno voluto dimostrare.

I protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione ricordano le prime 300 newsletter di EconomyUp.

Ecco come alcuni protagonisti dell’ecosistema italiano dell’innovazione, manager, startupper, venture capitalist, hanno voluto ricordare le prime 300 newsletter di EconomyUp

Ernesto Ciorra  (ENEL), Chief Innovability Officer ENEL

“Economy up è una speranza, uno stimolo, un monito, un caffè che tira su l’anima, un invito a credere nel rilancio dell’economia italiana, grazie a sogni, passione, determinazione e coraggio di tanti startupper e piccoli imprenditori, affiancati da grandi aziende che li supportano! Grazie Economy up, perché con la tua newsletter riesci ad ispirare, con storie interessanti ed utili, ed anche a scaldare il cuore, con esempi di un’economia protagonista non solo nei conti economici, ma anche nel garantire maggiori diritti e sempre nuove conquiste sociali”.

Carlo Garuccio, Head of Strategy Sisal

“300 è un numero impressive. Complimenti! La newsletter di EconomyUp è uno strumento valido, autorevole e pratico. Una finestra costante sulle novità e i cambiamenti del panorama dell’innovazione in Italia. Complimenti a Giovanni e tutti il team di EconomyUp per questo traguardo. Alle prossime 300!”

Alberto Onetti, Chairman Mind the bridge

“Il mondo delle startup è cresciuto tanto negli ultimi anni anche in Italia. Inevitabilmente con questo è cresciuta quella che tecnicamente si chiama “fuffa”. Una corte dei miracoli che raccoglie mestieranti, presunti advisor, esperti e mentor, autocelebrati imprenditori seriali, e di recente accreditati open innovation manager (ormai uno per ogni casa). Perciò, per evitare di rimanere abbagliati da questo mondo sfavillante, è utile e necessario avere gente come Giovanni Iozzia e il team di EconomyUp che con serietà provino a portare un contributo di informazione. Il che semplicemente significa provare a ripulire il bambino delle startup dall’acqua sporca (almeno un po’, tutta sarebbe impossibile)”

Alessio Beverina, General Partner Panakes Ventures

“EconomyUP ? Una newsletter e sito che ho scoperto quando ancora ero in Francia, per tenermi aggiornato sull’innovazione in Italia… E dal mio ritorno, che è coincisa con il lancio di Panakes Partners, una meta fissa quotidiana. Cosa rara nel mondo dell’editoria di oggi, dominata da fake news, la redazione di EconomyUp non pubblica semplicemente, ma ricerca, analizza, approfondisce e talvolta sorprende. Come è sorprendente il fatto che abbiano chiesto a me, che avevo un costante 5 in italiano ai tempi ormai lontano del liceo, di scrivere approfondimenti sul venture capital e medtech. Come dicono i miei amici francesi, felicitations pour le numero 300 !”

Benedetta Arese Lucini, CEO Oval Money

EconomyUp ha da sempre seguito questo settore delle startup fin da quando eravamo pochi nel settore e c’era ancora molto scetticismo nel paese. Continuano a dare le più importanti notizie su innovazione in Italia e all’estero seguendo la crescita di diversi imprenditori e startup sempre da vicino con un importante contributo nell’educazione dell’intero mercato

Andrea Di Camillo, Founder Partner P101 Ventures

“L’appuntamento con EconomyUp è una delle poche occasioni per avere uno sguardo sul mercato italiano dell’innovazione raccontato da chi lo segue con competenza e passione da molti anni. Appuntamento che anche a noi operatori del settore da un’informazione fondamentale e sempre aggiornata”

Giorgio Ciron, Startup Town Manager Assolombarda

“La newsletter di EconomyUp è un punto di riferimento per l’ecosistema italiano dell’innovazione. In tal senso è una delle prime letture che suggerisco agli startupper – o aspiranti tali – che incontro ogni giorno durante il mio lavoro”.

Salvatore Cobuzio, Founder Martha’s Cottage

In Italia sono poche le testate online e offline che capiscono il mondo delle startup. Un settore delicato dove è facile perdersi e cadere nel banale e sulla “fuffa” (come si dice spesso). EconomyUp e Giovanni Iozzia, hanno saputo rendere credibile questo ambiente, raccontato storie reali con un approccio visionario e imparziale. Ho conosciuto Giovanni all’inizio della mia avventura da startupper con Martha’s Cottage e ogni suo articolo su di noi è stato sempre un segnale positivo, uno stimolo a crescere sempre di più e soprattutto, la conferma di essere nella buona strada. Grazie Giovanni, grazie EconomyUp”

Carlotta Dainese, Head of Innovation Lab Prysmian Group

“La newsletter di economy up per me è una finestra sul mondo dell’innovazione, un modo per conoscere cosa fanno gli innovation manager di altre aziende. Non è solo informazione ma anche formazione”

Sei arrivato fino a questo punto e non ti sei ancora registrato alla newsletter di EconomyUp? Fallo subito, cliccando qui.