Vittoria Hub, al via la nuova Call for Ideas per startup insurtech - Economyup

OPEN INNOVATION

Vittoria Hub, al via la nuova Call for Ideas per startup insurtech



Vittoria hub, il primo incubatore insurtech in Italia basato sull’Open Innovation, apre le candidature alla nuova Call for Ideas. Scadenza: 15 febbraio 2022

16 Nov 2021


Vittoria hub, il primo incubatore insurtech in Italia basato sull’Open Innovation, apre oggi le candidature alla nuova Call for Ideas focalizzata sia su proposte innovative per gli ecosistemi Persona (Health & Wealth) e Casa sia su soluzioni basate sull’Intelligenza Artificiale per nuove coperture assicurative definite “Lean Insurance”.

Le startup hanno tempo fino al 15 febbraio 2022 per rispondere alla chiamata compilando qui il form dedicato.

Vittoria hub: gli obiettivi della Call

Questa nuova call è caratterizzata da due percorsi:

  1. Approfondire lo sviluppo degli ecosistemi Persona (Health & Wealth) e Casa incubando startup che si occupano di uno o più servizi fra prevenzione, assistenza, rimedio/cura e monitoraggio tramite tecnologie IoT. Idee, quindi, in grado di evolvere l’ecosistema insurtech inteso come un insieme integrato e ben orchestrato di servizi e tecnologie in cui il consumatore accede ai diversi servizi in ogni momento e senza barriere.
  2. Realizzare nuove formule assicurative indirizzate ad una clientela di una fascia d’età più ampia e con diversa capacità di spesa, chiamate “Lean Insurance” attraverso innovative esperienze d’uso con particolare interesse nell’utilizzo di piattaforme AI a supporto dell’innovazione a livello di processo assuntivo del rischio nel canale digitale.

Cosa cerca la call di Vittoria Hub

La call cerca soluzioni di Lean Insurance. Il termine coniato da Vittoria hub, definisce nuove forme di copertura fondate su tecnologie che permettono di snellire i processi assicurativi abilitanti, facilitare le procedure di onboarding clienti o persino creare nuove esperienze come nel caso delle event based. Ma non solo.

WHITEPAPER
Identità digitali e frodi: come proteggere i dati?
Finanza/Assicurazioni
Pagamenti Digitali

Un altro aspetto chiave che le caratterizza è sicuramente il fattore “velocità”, elemento sempre più richiesto e cruciale nella società moderna. Si tratta, infatti, di assicurazioni che, svincolandosi da procedure lente e onerose grazie a tecnologie sicure e oracoli, come nel caso di assi parametriche e smart contracts, consentono ad esempio l’attuazione di progetti legacy più rapidi e fluidi per il pagamento dei premi.

La call si rivolge, così, a soluzioni volte a realizzare coperture assicurative contraddistinte da:

  • Ridotte barriere economiche: forme di assicurazione accessibili anche a clienti con ridotta capacità di spesa, grazie ai minori costi di gestione (della distribuzione, della gestione del post vendita e dei sinistri);
  • Onboarding digitale: nessun ostacolo all’ingresso, riconoscimento del cliente, raccolta dei documenti necessari e abilitazione a forme di underwriting da remoto (es otp, biometrie etc…);
  • Pay per event: i premi dipendono dalla rilevazione o dalla misurazione effettuate da terzi (oracoli) e possono variare ogni periodo oppure, in ragione di comportamenti virtuosi, dare origine a forme di money back.

Per accedere alla call le startup non devono necessariamente essere già attive nel comparto assicurativo. Se sono presenti la motivazione e l’intenzione di sviluppare il proprio modello di business in ambito assicurativo collaborando con una primaria Compagnia, l’unico vero requisito richiesto è la compatibilità dell’idea con i servizi/prodotti sopra citati o gli ecosistemi Persona e Casa.

Qui il form per partecipare

Via2, come funziona il programma di crescita per le startup

Le startup selezionate avranno la possibilità di accedere al programma Via2 (Vittoria Incubation, Adoption & Acceleration) finalizzato ad un percorso di crescita dall’idea al go to market in ambito Insurtech.

Le 3 fasi del programma:

  1. Incubazione, dalla Business Idea al MVP, Minimum Viable Proposition;
  2. Adozione, dal MVP al Proof Of Concept di interoperabilità con ecosistemi e infrastruttura Vittoria;
  3. Accelerazione, dalla «POC Vittoria» al primo ingresso sui mercati nazionali e internazionali.

Attraverso questi tre percorsi, il cui accesso è soggetto ad una graduatoria di merito redatta da parte del CTS (Comitato Tecnico di Selezione) di Vittoria hub, ogni startup avrà l’opportunità di ottenere condizioni favorevoli di Financing e premi incrementali fino a 60.000€. Questi contributi verranno erogati a seguito dell’emissione da parte delle startup di SFP su futuri aumenti di capitale.

Nello specifico, durante la prima fase (Incubazione) la startup riceverà 5.000€ per l’accesso ad un percorso di incubazione di 3 mesi gestito da partner Vittoria hub selezionati e qualificati per il livello di incubazione, 5.000€ per l’affitto di 3 mesi di tre postazioni, tokens servizi, sale e connessione incubatore ed infine 5.000€ di premio in denaro spendibili opzionalmente su servizi scontati offerti dai partner Vittoria hub.

Nella seconda fase (Adozione) otterrà invece 15.000€ per l’integrazione del MVP nell’ecosistema e nelle infrastrutture IT identificati con Vittoria hub, 5.000€ di premio in denaro opzionalmente su servizi scontati offerti dai partner Vittoria hub e la presentazione al Comitato Tecnico Vittoria Assicurazioni per possibile Corporate Financing.

Nella terza ed ultima fase (Accelerazione) potrà invece accedere a 15.000€ per l’ingresso ad un percorso di accelerazione di 4 mesi gestito da partner selezionati e qualificati per tale livello, a 10.000€ di premio in denaro spendibili opzionalmente su servizi scontati offerti dai partner Vittoria hub e alla presentazione all’Investor day per possibile Early Stage Financing.

Vittoria hub, perchè partecipare 

Le startup che entrano in Vittoria hub beneficiano non solo di importanti agevolazioni economiche ma anche servizi per lo sviluppo e la crescita della loro azienda come mentorship, sviluppo sostenibile, supporto finanziario e operativo, servizi logistici e amministrativi.

Ad oggi il network è composto anche dalle seguenti aziende partner: Altea; Backtowork; BeOn; CRIF; Design Group Italia; Doppia Elica; E-levation; F2A; Fair Connect; Fintastico; G2 Startup; Gellify; HORSA; IIA; Knowhedge; Logotel; LCA; Maps; Mastra; Microsoft; Opera Logica; Orrick; Osservatorio Polimi; Robosque; Studio Dattilo; Studio Delta; Tacoma; TBA; Transcom. Startup partner: IBC e Hlpy.