Soundreef, aumento di capitale di 560mila euro | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Finanziamenti

Soundreef, aumento di capitale di 560mila euro

01 Giu 2016

La startup che sfida la Siae raccoglie un investimento di 420mila euro dal Club degli Investitori nell’ambito di un’operazione complessiva avvenuta tramite VAM Investments, holding di investimento in private equity che ha già investito nel gestore indipendente dei diritti d’autore altri 1,2 milioni a novembre 2015

Dopo aver sottoscritto la lettera indirizzata al presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere di approvare in toto la direttiva europea sul diritto d’autore, il Club degli Investitori, network regionale di business angel, passa ai fatti e finanzia Soundreef, entità di gestione indipendente di diritti musicali riconosciuta in Europa con 420mila euro su un nuovo aumento di capitale complessivo di 560mila euro.

Tutto quello che bisogna sapere per capire lo “scandalo Siae”

L’investimento del Club è avvenuto tramite VAM Investments, holding di investimento in private equity che ha già investito in Soundreef, che ha sede a Londra, altri 1,2 milioni di euro a novembre 2015; Soundreef ha cosi rafforzato la propria dotazione di capitale alla luce dell’importante afflusso di artisti e titolari di diritti che stanno scegliendo, in questi mesi, di raccogliere i propri diritti tramite una piattaforma tecnologica, trasparente e veloce nelle distribuzioni.

Soundreef cala l’asso, Gigi D’Alessio preferisce la startup alla Siae

“Fedez ha dichiarato di preferire Soundreef perché fa della meritocrazia un valore e Gigi d’Alessio perché crede nel libero mercato – dichiara Giancarlo Rocchietti, presidente del Club degli Investitori – noi scegliamo Soundreef per la sua grande capacità di farsi portavoce di un sistema che solo attraverso l’innovazione può puntare al progresso e alla crescita del Paese. Siamo imprenditori di lungo corso e non speculatori finanziari come ci ha definiti il presidente della Siae”.

Perché il rapper Fedez lascia la Siae per la startup Soundreef

Davide d’Atri, fondatore e ceo di Soundreef, ha dichiarato “Siamo felici dell’ingresso del Club degli Investitori in Soundreef, che testimonia ancora una volta la sensibilità e attenzione del mondo imprenditoriale italiano nei confronti dell’innovazione e della trasparenza; proseguiamo dunque nella nostra opera di apertura e modernizzazione del settore dei diritti musicali”.

Diritti d’autore, la Siae scrive

Tra gli altri investitori di Soundreef, oltre Vam Investments, figura LVenture Group, altro partner del Club degli Investitori, che ha inserito la società nel proprio portfolio nel 2011.

 

Maurizio Di Lucchio

Articoli correlati