Proximity Banking, Sisal Group e Intesa Sanpaolo danno vita alla prima realtà italiana di servizi di prossimità | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PAGAMENTI DIGITALI

Proximity Banking, Sisal Group e Intesa Sanpaolo danno vita alla prima realtà italiana di servizi di prossimità



Intesa Sanpaolo, attraverso Banca 5, e Sisal Group, attraverso SisalPay, hanno costituito una NewCo di proximity banking: offrirà una gamma di servizi finanziari di prossimità (come prelievi e bonifici) e di pagamento, consentendo di pagare e svolgere attività finanziarie di base in modo semplice, veloce e sicuro

07 Gen 2020


La prima realtà italiana per i servizi finanziari di prossimità: è il nuovo progetto di Intesa Sanpaolo, attraverso Banca 5, e Sisal Group, attraverso SisalPay. Insieme hanno costituito una NewCo di proximity banking che offrirà una gamma di servizi finanziari di prossimità, come prelievi e bonifici, e di pagamento estremamente ampia, consentendo ai cittadini italiani di pagare e svolgere attività finanziarie di base in modo semplice, veloce e sicuro.

Proximity Banking, che cosa farà la nuova realtà di Intesa Sanpaolo e Sisal Group

La nuova realtà servirà circa 20 milioni di clienti, sia attraverso una capillare rete di oltre 50mila esercizi, presenti anche nei comuni e nelle frazioni più piccole del nostro Paese, sia attraverso prodotti e servizi digitali particolarmente innovativi.

Il nuovo Amministratore Delegato Emilio Petrone, dopo aver fondato e sviluppato SisalPay, si focalizzerà sull’organizzazione e la crescita della nuova realtà. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre nominato Paolo Fumagalli Presidente della neonata società. Nel CdA entra a far parte anche Fabio Gallia.

Operativa da gennaio 2020

La NewCo, operativa da gennaio 2020 e partecipata al 70% da Sisal Group e al 30% da Banca 5 (Intesa Sanpaolo), rappresenterà il primo operatore italiano con modello di “proximity banking”, garantendo  grandi benefici ai consumatori ed  alla  rete degli  esercizi  interessati dall’accordo, tramite l’integrazione dell’offerta di Banca 5 e SisalPay, i cui brand continueranno ad operare.

Un nuovo operatore nei nuovi servizi di pagamento

Emilio Petrone, Amministratore Delegato della NewCo creata da Sisal Group e Intesa Sanpaolo

“Grazie all’impegno e alla determinazione di Sisal Group e Intesa Sanpaolo, oggi annunciamo la nascita del primo operatore italiano di proximity banking” ha dichiarato Emilio Petrone, Amministratore Delegato della NewCo. “Attraverso un percorso di integrazione abbiamo creato l’offerta di servizi finanziari e di pagamento più accessibile del nostro Paese, a beneficio di clienti, cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione. Si concretizzano così le strategie definite insieme al nostro azionista CVC Capital Partners, volte a generare valore aggiunto per i nostri stakeholder”.

È d’accordo Stefano  Barrese,  responsabile  della  Divisione  Banca  dei  Territori  di  Intesa  Sanpaolo: “L’accordo con SisalPay consentirà la nascita di un nuovo operatore leader nei servizi finanziari di prossimità che, grazie agli oltre 50mila esercizi convenzionati in tutta Italia, consentirà ai 12 milioni di clienti della divisione Banca dei Territori di poter disporre di prodotti e operazioni finanziarie di base in un modo semplice e accessibile. Capillarità e complementarietà per noi di Intesa Sanpaolo significano permettere ai nostri clienti e concittadini che vivono anche nei comuni e nelle frazioni più piccole e che oggi sono rimaste senza una presenza bancaria diretta, di poter eseguire operazioni di base in modo semplice e diretto, lasciando alle filiali in particolare l’importante compito della consulenza evoluta e dei servizi ad alto valore aggiunto, come il risparmio, la protezione e il credito”.

Che cos’è Banca 5

Banca 5 è la banca di prossimità del Gruppo Intesa Sanpaolo, focalizzata sull’instant banking, che offre servizi di incasso-pagamento, strumenti transazionali e prodotti bancari semplici per i cittadini, attraverso un’esperienza d’uso unica che coniuga i punti fisici (oltre 17 mila tabaccherie convenzionate) con le piattaforme digitali della Banca. Banca 5 è nata nel 2017 con l’obiettivo di sviluppare la “banca di prossimità” a supporto della strategia distributiva del Gruppo Intesa Sanpaolo. In seguito al conferimento, Banca 5 continuerà a sviluppare prodotti e servizi in qualità di open digital bank a supporto e beneficio della neonata rete distributiva e della sua clientela.

Open Banking, Banca 5 è la prima banca italiana a operare come TPP

SisalPay e il primo modello di proximity banking in Italia

Non è  la prima volta che Sisal Pay si avvicina ai modelli di proximity banking. Nel 2018 ha lanciato Bill, la prima piattaforma di digital payment che è possibile ricaricare anche in contanti presso gli esercenti SisalPay. Si tratta del  primo modello di proximity banking digitale in Italia, per facilitare il processo di transizione dall’uso del contante a strumenti cashless. Bill offre la possibilità di trasferire denaro direttamente sul proprio conto corrente in modo tracciato e sicuro, aprendo di fatto oltre 40.000 “sportelli bancari di prossimità”, in un momento in cui si verifica una contrazione dell’offerta retail delle banche.

Pagamenti digitali, SisalPay lancia Bill e il primo modello di proximity banking in Italia

I numeri e le attese per il 2021

I pagamenti presso i punti vendita attraverso il cellulare (Mobile Proximity Payment) crescono in maniera esponenziale (+650%) e raggiungono i 530 milioni di euro transati nel 2018, con oltre 15,6 milioni di transazioni effettuate. È quanto emerge dallo studio dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del 2019.

Raddoppiano, inoltre, sia il numero di persone che l’hanno utilizzato (1 milione in totale a fine 2018) sia la spesa annuale media, che supera i 500 euro per persona.

La sensazione è il 2018 sia stato un anno di transizione verso numeri sempre più interessanti per il Mobile Proximity Payment. Se verranno rispettate le attese, nel 2021 il valore potrebbe arrivare tra i 5 e i 10 miliardi di euro.

Tutti i numeri sui new digital payment in Italia: 80 miliardi spesi con i pagamenti innovativi