TECNOLOGIA & BUSINESS

Assicurazioni e intelligenza artificiale: 5 ambiti di trasformazione

Dall’automazione dei processi alla personalizzazione dei prodotti, dall’offerta di assistenza per il benessere personale alla collaborazione con gli ecosistemi. Ecco come l’intelligenza artificiale cambierà il business delle assicurazioni

Aggiornato il 24 Apr 2024

intelligenza artificiale assicurazioni

L’ intelligenza artificiale generativa cambierà le assicurazioni, così come farà con molte altre industry. Tutte le compagnie stanno valutando applicazioni e integrazioni in diverse fasi del business, come è emerso nel primo e affollato evento dell’Italian Insurtech Association a Milano.

Con un mercato dell’IA valutato a 136.55 miliardi di dollari nel 2022 e previsioni che puntano a una crescita esponenziale fino a 1,811.8 miliardi entro il 2030, il settore assicurativo si trova di fronte a un’opportunità senza precedenti per reinventarsi.

La promessa dell’IA nel settore assicurativo si estende dall’ottimizzazione dei processi interni alla creazione di esperienze clienti altamente personalizzate, promettendo di rivoluzionare il modo in cui le compagnie assicurative operano e interagiscono con i loro clienti.

Secondo McKinsey, le tecnologie di intelligenza artificiale potrebbero aggiungere fino a 1,1 trilioni di dollari di potenziale valore annuo per il settore assicurativo globale

Cinque modi in cui l’AI trasformerà le assicurazioni

1. Semplificare e automatizzare i processi

Nell’ultimo decennio tecnologie avanzate come l’apprendimento automatico (ML) e l’IA sono state abbracciate da aziende di tutto il mondo. Ora, con l’efficienza vista come una componente vitale del successo, quelle stesse tecnologie sono perfettamente posizionate per avere un impatto trasformativo.

Gli assicuratori stanno cercando di semplificare le funzioni quotidiane, introducendo l’automazione e migliorando l’efficienza dei processi. Inoltre, queste tecnologie consentono di sfruttare tesori di dati dei clienti, consentendo un’analisi sofisticata e un processo decisionale informato. Questo, a sua volta, facilita la fornitura di offerte assicurative più personalizzate e redditizie, amplificando la soddisfazione del cliente e le prestazioni aziendali.

L’AI è la chiave di volta per l’evoluzione delle compagnie assicurative. Le proposte insurtech sono molto spesso basate sui dati e senza l’uso dell’IA è molto difficile massimizzare davvero il potenziale di questi dati. Utilizzando l’IA, con un approccio insurtech sarà possibile prendere decisioni di sottoscrizione e valutazione del rischio molto più precise in tempi rapidi, consentendo di gestire la sottoscrizione in modo efficace ed efficiente. Per questo motivo sarà sempre più fondamentalmente utilizzare l’IA per rimanere competitivi.

2. Rivoluzionare l’esperienza del cliente con la digitalizzazione

La tendenza a migliorare l’esperienza digitale del cliente nel settore assicurativo ruota attorno all’utilizzo della tecnologia per creare interazioni più coinvolgenti, efficienti e personalizzate tra gli assicuratori e i loro clienti. LA GenAI è al centro di questa evoluzione.

In sostanza, le compagnie di assicurazione stanno integrando sempre più tecnologie avanzate nelle loro operazioni per semplificare i processi e migliorare la facilità d’uso.

Mentre il panorama digitale si evolve rapidamente, le compagnie di assicurazione hanno un’opportunità unica di promuovere una fiducia più profonda e forgiare relazioni più forti con i loro clienti attraverso servizi digitali migliorati. Questo cambiamento si basa sostanzialmente sull’integrazione  strategica della tecnologia GenAI per rivedere e migliorare ogni aspetto dell’esperienza assicurativa.

Attraverso l’analisi dei dati dei clienti, gli assicuratori possono ottenere informazioni sui comportamenti individuali, le preferenze e i profili di rischio. Successivamente, queste informazioni vengono utilizzate per personalizzare i prodotti assicurativi, la comunicazione e i servizi per soddisfare le esigenze uniche di ogni cliente, rendendo così l’esperienza più pertinente e personalizzata.

Sia attraverso app mobili – che facilitano la gestione delle polizze e la presentazione dei sinistri – o piattaforme online che consentono interazioni in tempo reale, l’attenzione rimane sul rendere i servizi assicurativi più accessibili e facili da usare.

3. Rispondere alla domanda di assistenza per il benessere generale

I consumatori contemporanei cercano soluzioni sanitarie per il loro benessere generale, determinato una domanda di servizi sanitari proattivi e preventivi.

Questo cambiamento indica una crescente preferenza per i servizi che tengono conto degli elementi interconnessi di salute fisica, salute mentale, stile di vita e fattori ambientali. Le persone ora cercano soluzioni sanitarie che non siano solo reattive, pronte solo al momento di dover affrontare una malattia, ma anche proattive e preventive, segnalando l’esigenza di mantenere uno stile di vita equilibrato e sano.

Attraverso l’uso di GenAI, le aziende stanno analizzando una vasta gamma di dati sanitari per creare piani di salute e benessere altamente personalizzati, allineando le offerte assicurative con le esigenze individuali.

4. Sfruttare l’analisi avanzata per soluzioni personalizzate

GenAI consente agli assicuratori di analizzare grandi quantità di dati relativi alle interazioni con i clienti, alla cronologia dei sinistri e alle preferenze. Attraverso questa analisi, gli assicuratori possono creare esperienze altamente personalizzate, offrendo prodotti e servizi che si allineano più strettamente alle esigenze e alle aspettative individuali dei loro clienti.

Questo livello di personalizzazione si estende ai modelli di prezzo e alle opzioni di copertura, garantendo un approccio assicurativo più equo e incentrato sul cliente.

La combinazione di personalizzazione ed efficienza si traduce naturalmente in una maggiore soddisfazione del cliente, un fattore fondamentale per la crescita dei ricavi.

I clienti soddisfatti sono più inclini ad acquistare prodotti aggiuntivi, rinnovare le loro polizze e raccomandare l’assicuratore ad altri. Inoltre, sfruttando i dati per comprendere le tendenze del mercato e le esigenze dei clienti, gli assicuratori possono innovare e sviluppare nuovi prodotti che soddisfano le richieste in evoluzione, sfruttando così nuovi flussi di entrate.

5. Collaborare con gli ecosistemi 

Le collaborazioni strategiche, attivate per la Generative AI, consentono agli assicuratori di offrire servizi integrati al di là dell’assicurazione tradizionale. Collaborando con aziende tecnologiche e fornitori di assistenza sanitaria, le compagnie possono rimanere agili nel rispondere ai cambiamenti del mercato e alle esigenze dei clienti.

Inoltre, all’interno di un ecosistema interconnesso, vari partner possono utilizzare sistemi e processi diversi. L’intelligenza artificiale ha la capacità di facilitare l’integrazione di questi diversi sistemi, automatizzando e semplificando i flussi di lavoro in tutto l’ecosistema. Questa integrazione porta a una maggiore efficienza e a una riduzione dei costi operativi.

Articolo originariamente pubblicato il 24 Apr 2024

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4