Dal milione di ricavi al milione di finanziamento: la marcia di Appsbuilder | Economyup

STARTUP

Dal milione di ricavi al milione di finanziamento: la marcia di Appsbuilder



La piattaforma per pubblicare e distribuire app per dispositivi mobili creata da Daniele Pelleri e Luigi Giglio riceve un investimento di 1 milione di euro da United Ventures. La società ha aumentato il fatturato del 40% negli ultimi sei mesi. E continua ad assumere

di Maurizio Di Lucchio

19 Apr 2014


Fatturi un milione e hai un milione di utenti? Ti finanzio con un milione. Assomiglia a un’equazione il nuovo finanziamento da 1 milione di euro che United Ventures, fondo di venture capital specializzato in tecnologie digitali, ha fatto arrivare ad Appsbuilder, la piattaforma per pubblicare e distribuire applicazioni per dispositivi mobili.

La startup fondata nel 2011 da Daniele Pelleri (a destra nella foto) e Luigi Giglio (a sinistra) ha raggiunto nel 2013 la fatidica soglia del milione di euro di ricavi. E a distanza di pochi mesi c’è chi ha pareggiato il giro d’affari con un round di investimenti di valore equivalente, portando il finanziamento complessivo ricevuto dalla società a 2,5 milioni di euro. Nel 2012 Appsbuilder aveva infatti chiuso un primo round da 1,5 milioni di euro, in cui i fondi coinvolti erano Vertis e Zernike Meta.

In termini di fatturato, Appsbuilder è cresciuta del 40% negli ultimi sei mesi. Ed è arrivata a quota 1 milione anche per un’altra voce importante: il numero degli utenti. Nelle intenzioni, quindi, l’iniezione di capitale servirà a far crescere ulteriormente la società, in particolare sui mercati esteri. Finora, sono oltre 70 i Paesi in cui l’impresa si è estesa commercialmente e ha sviluppato app per aziende in cerca di soluzioni su misura. “AppsBuilder risponde all’esigenza sempre crescente da parte di Pmi e grandi aziende di costruire e promuovere una solida presenza mobile”, ha detto Daniele Pelleri, cofondatore e ceo di Appsbuilder.

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Il milione di euro di United Ventures sarà investito anche in risorse umane, dal momento che l’impresa “costruttrice di app” ha in programma di aumentare il personale e assumere nuovi sviluppatori, designer e promotori di servizi. Ad essere potenziato sarà anche il settore della ricerca e sviluppo, visto che Appsbuilder mira ad ampliare il proprio portfolio di servizi e prodotti per smartphone e tablet entro il 2015.

Il punto di forza di Appsbuilder finora è stato quello di permettere a chiunque di avere una presenza sulle piattaforme mobili costruendosi un’app anche senza possedere conoscenze di programmazione. E per rendere l’offerta più competitiva, la società ha messo a disposizione degli utenti la possibilità di offrire a loro volta ai propri clienti servizi mobile di couponing, carte fedeltà, offerte geolocalizzate e questionari interni all’app.

La base per proseguire nell’espansione sui mercati internazionali quindi c’è. “Siamo estremamente fiduciosi nelle capacità di crescita di Appsbuilder”, ha dichiarato Massimiliano Magrini, co-fondatore e managing partner di United Ventures. “Ci aspettiamo risultati straordinari per il 2014 e per il futuro”.
 

Maurizio Di Lucchio