Ribes Tech, la startup che realizza pannelli fotovoltaici sfruttando le nanotecnologie | Economyup

La storia

Ribes Tech, la startup che realizza pannelli fotovoltaici sfruttando le nanotecnologie



Nata ad inizio 2016 sta sviluppando un dispositivo ultrasottile, personalizzabile, multiformato e che fornisce prestazioni più elevate se sottoposto a luce artificiale. Grazie a questa tecnologia qualsiasi superficie può diventare un pannello fotovoltaico

di Redazione EconomyUp

21 Nov 2016


Trasformare il progetto di ricerca in una startup. È quello che hanno fatto un gruppo di ricercatori del Politecnico di Milano che lavoravano nel polo dedicato alle nanotecnologie dell’Istituto Italiano di Tecnologie (IIT), a marzo del 2016. Così nasce  Ribes Tech, azienda che sta sviluppando un pannello fotovoltaico ultrasottile, personalizzabile, multiformato e che fornisce prestazioni più elevate se sottoposto a luce artificiale.

«Facciamo film fotovoltaici su pellicole di plastica – spiega Iacchetti – che possono essere usati per un numero innumerevole di applicazioni, possono essere trasparenti o colorati oppure integrati in oggetti esistenti: dal telefonino alla borsa o alla giacca, dalle etichette a qualsiasi dispositivo internet of things. In pratica qualsiasi superficie può diventare un pannello fotovoltaico e qualsiasi dispositivo, soprattutto se portatile, può essere alimentato direttamente dalla luce».

Ribes Tech ha già realizzato i primi prototipi e sta lavorando con alcune imprese industriali per l’integrazione dei suoi film fotovoltaici in prodotti che vanno dalle serrature elettriche alla domotica, ai sensori.

WHITEPAPER
Energy e Blockchain: quali opportunità?
Blockchain
Utility/Energy

Continua a leggere su Startupbusiness

 

 

Redazione EconomyUp