Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Tecnologia solidale

Innovatech, cinque startup per i diritti dei sordi

11 Dic 2015

A Roma un evento sullo stato dell’arte delle soluzioni per l’accesso di chi non sente. I partecipanti hanno avuto modo di provare le nuove tecnologie e di portare il loro contributo per gli sviluppi successivi, elemento fondamentale per l’innovazione

“Antonio, come ti accennavo ieri, l’evento ha avuto molto successo da parte della comunità sorda”. Con il suo contagioso entusiasmo così Lorenzo Di Ciaccio commenta Innovatech, evento che il 9 dicembre ha visto cinque startup in campo presso la Mediavisuale dell’ISSR, Istituto Statale Sordi di Roma.

“Volevamo – continua Lorenzo – coinvolgere la comunità sorda, le istituzioni e la tecnologia, tenendo presente che l’innovazione nasce dall’utilizzo di nuovi strumenti e non dalle tecnologie in sé. Le nostre startup hanno mostrato in che modo è possibile tradurre in realtà la legge regionale del Lazio 6/2015, che ha sancito il diritto dei cittadini sordi alla cultura, all’informazione e ai servizi. I sistemi e le nostre applicazioni digitali mirano ad abbattere le barriere della comunicazione, rendendo accessibili tutti quei servizi finora preclusi alle persone che non sentono.”.

Durante l’evento i partecipanti hanno avuto modo di provare le nuove tecnologie e di portare il loro contributo per gli sviluppi successivi, elemento fondamentale per l’innovazione.

Queste le startup che hanno partecipato all’evento, alcune delle quali sono vecchie conoscenze di questo blog:

IntendiMe
Il sistema innovativo della startup sarda IntendiMe si propone di migliorare la vita delle persone sorde rendendole indipendenti e sicure, dentro e fuori casa. Le speciali placchette IntendiMe possono essere fisicamente attaccate su una qualsiasi sorgente sonora (telefono, campanello o allarme), o su porte e finestre consentendo una rilevazione in caso qualcuno stia bussando o cercando di entrare in casa, e sono in grado di rilevarne i suoni e inviarne immediatamente la notifica sul bracciale, smartphone e tablet, facendoli vibrare e illuminare e indicando nel display la fonte sonora rilevata.

MovieReading
Occorre solamente uno smartphone o un tablet e un biglietto di ingresso: al resto cipensa MovieReading! Con MovieReading è possibile visualizzare i sottotitoli di un film, in qualsiasi cinema e a qualsiasi orario, perfettamente sincronizzati, semplicemente premendo un pulsante all’inizio del film. Finalmente tutti i film saranno accessibili alle persone sorde già dalla prima settimana di proiezione.

Pedius
Pedius, l’app che permette alle persone sorde di telefonare, nata nel 2013 e con più di 8000 utenti in 9 paesi del mondo, abbatte le barriere digitali alla comunicazione rispondendo all’esigenza delle persone sorde di poter utilizzare il telefono in maniera autonoma per le varie chiamate quotidiane o di emergenza. Grazie alle tecnologie di sintesi e riconoscimento vocale, l’utente sordo può prenotare, senza intermediari, una visita medica, un tavolo al ristorante o mettersi in contatto con i call center accessibili partner di Pedius.

VEASYT Live!
VEASYT Live! è un servizio di video-interpretariato online fruibile da computer, tablet e smartphone. Il servizio di video-interpretariato è in lingua dei segni italiana (LIS) e in 15 lingue vocali. In modo facile e immediato è possibile avere un interprete professionista collegato in video-chiamata sul proprio dispositivo. Il servizio è sviluppato da VEASYT, spin-off dell’Università Ca’ Foscari Venezia. L’azienda propone soluzioni digitali per l’accessibilità. Oltre al servizio di videointerpretariato, sviluppa anche VEASYT Tour, guide multimediali culturali accessibili, anche in LIS.
 

Eyes Made
Nato dall’esperienza al Festival Internazionale del Cinema Sordo di Roma CineDeaf, il progetto di innovazione sociale a base culturale Eyes Made è incentrato sulla valorizzazione delle abilità visive nelle persone sorde. Diffusione della cultura, diritto all’accessibilità e formazione in campo culturale per le persone sorde: questa la mission di Eyes Made che mira a sviluppare servizi di qualità per la crescita culturale, l’empowerment e l’aumento delle opportunità lavorative per i sordi.

  • maurizio perfetto

    molto molto interess…..ok.