Le auto ripartono, grazie al web e alla sostenibilità | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mercati

Le auto ripartono, grazie al web e alla sostenibilità

10 Ago 2015

Nel primo semestre del 2015 sono aumentate le vendite sia di veicoli nuovi e usati. La crescita è dovuta sia all’ecommerce, ma anche a una diversa sensibilità green. Le previsioni dicono che entro il 2020 oltre il 50% dei mezzi di trasporto sarà elettrico

Internet e eco-sostenibilità: sono queste le parole chiave che hanno aperto nuovi orizzonti al mercato dell’automobile. Entrambe infatti, anche se non da un punto di vista strettamente linguistico, fanno rima con risparmio.  Gli italiani sembrano aver le idee chiare su come far fronte ad una crisi economica che negli ultimi anni non ha lasciato scampo. Da sempre maestri nell’arte del ‘savoir-faire’, hanno capito subito l’antifona e in misura sempre maggiore scelgono la rete per ultimare i propri acquisti, dai beni di prima necessità alle auto. 

I dati parlano chiaro: nei primi sei mesi del 2015 sono aumentate sia le nuove immatricolazioni che la compravendita dell’usato, grazie e soprattutto agli strumenti disponibili online. Infatti, complice la grande diffusione di portali specializzati dedicati alla vendita dei veicoli come Noicompriamoauto.it, è possibile disporre di servizi e consulenze gratuite per ottenere una valutazione  della propri a auto usata e trovare rapidamente un acquirente. 

Non solo. Le stesse case automobilistiche stanno cominciando a investire nel settore dell’e-commerce, preferendo la rete all’apertura di nuove concessionarie fisiche e risparmiando a loro volta sugli eventuali costi di gestione. 

A ridare nuova linfa al settore, oltre al ‘come’, troviamo anche il ‘cosa’ acquistare: le automobili ad impatto zero costituiscono una scelta conveniente nel lungo periodo e rappresentano di fatto un ottimo investimento per chi è intenzionato a cambiare la propria vettura. 

I veicoli ibridi e elettrici consentono di tagliare notevolmente i costi dei carburanti, che nell’ultimo decennio sono stati protagonisti di un’escalation costante. Una scelta saggia sia dal punto di vista economico che per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente, una tematica da tenere particolarmente in considerazione specie negli ultimi tempi. 

Secondo le stime entro il 2020 le auto elettriche costituiranno oltre il 50% del mercato dei mezzi di trasporto, ricalcando l’ascesa impressionante che ha visto spopolare smartphone e tablet da alcuni anni a questa parte. 

Scegliere un’auto elettrica non significa rinunciare alle prestazioni: prendiamo ad esempio il gioiellino prodotto dalla Tesla Motors, la Tesla Roadster, che può vantare un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,7 secondi a fronte di un’autonomia di 340 km. 

Prestazioni da fuoriserie per un veicolo interamente alimentato ad energia elettrica, punta di diamante della casa automobilistica americana, che attualmente sta lavorando ad una batteria di nuova generazione in grado di ricaricarsi in soli 10 minuti, abbassando drasticamente i tempi di ricarica attuali che vanno dalle 5 alle 10 ore a seconda del modello.

Redazione

Articoli correlati