Il gigante indiano Zomato acquista Cibando, la startup per cercare i ristoranti

La multinazionale presente in 20 Paesi ha acquisito il portale web più diffuso in Italia nel settore, programmando un investimento complessivo nel nostro Paese di 6 milioni di dollari. Le due società saranno presto integrate ed è prevista l'assunzione di di 30-40 persone

Exit

Exit di fine anno per una nuova impresa innovativa italiana. La multinazionale indiana Zomato, servizio web e mobile di ricerca ristoranti (oltre 35 milioni di visite al mese), che fornisce informazioni dettagliate per oltre 310 mila ristoranti in 20 Paesi, ha annunciato di aver acquisito Cibando, startup attiva nel servizio di ricerca di locali in cui pranzare e cenare che ha nel proprio database 82 mila ristoranti registrati, 150 mila foto professionali scattate da food photographer professionisti e oltre 7.000 recensioni sviluppate dai suoi food editor. Zomato investirà 6 milioni di dollari in Italia, nei prossimi due anni, per la crescita del team e del proprio business.

Deepinder Goyal, fondatore e Ceo di Zomato, ha detto: “Cibando si è affermata come il principale servizio di ricerca ristoranti online in Italia. Il loro traffico attuale e la loro base utenti rappresentano un ottimo punto di partenza per lanciare Zomato anche in questo Paese. L’intero team di Cibando si sta unendo a Zomato e il prossimo passo è la costruzione di un forte business in Italia. Siamo concentrati sul divenire il punto di riferimento in Italia – e nel mondo – per quanto riguarda la ricerca di ristoranti online”

GukKim, fondatore e Ceo di Cibando, ha affermato: "Zomato si sta espandendo a livello globale a un ritmo rapido. Insieme, saremo in grado di offrire informazioni dettagliate per un numero sempre maggiore di ristoranti, in Italia e non solo, ma anche di aiutare i ristoranti stessi a connettersi e interagire con i clienti in modo efficace".

"La nostra attenzione sarà focalizzata sull'integrazione di Cibando in Zomato e sulla costruzione della guida più completa dei ristoranti per il mercato italiano. Inoltre, i nostri team di Roma e Milano vedranno l’aggiunta di 30-40 dipendenti a tempo pieno nei prossimi tre mesi", ha aggiunto Deepinder.  Nel corso del tempo, gli obiettivi riguardanti l’Italia vedono un’ulteriore crescita prevista (150-200 dipendenti nelle maggiori 6 città).

Questa, per Zomato, rappresenta la quinta acquisizione negli ultimi mesi: l’azienda, infatti,recentemente ha acquisito MenuMania in Nuova Zelanda, Lunchtime e Obedovat, rispettivamente nella Repubblica Ceca e Slovacchia, e Gastronauci in Polonia. L’azienda ha ampliato la portata della sua espansione e il suo obiettivo è lanciare il proprio servizio in altri 15 Paesi durante il prossimo anno.