Ultimi giorni per partecipare a InnovAction Lab 2015 | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Eventi

Ultimi giorni per partecipare a InnovAction Lab 2015

06 Mag 2015

Altri argomenti

C’è tempo fino al 12 maggio per iscriversi al gran finale del corso che permette a studenti universitari (e non solo) di portare la propria idea di business davanti agli investitori. L’evento si svolgerà il 20 maggio presso la Fortezza da Basso a Firenze

C’è tempo fino al 12 maggio per iscriversi al Gran Finale di InnovAction Lab 2015, il primo corso inter universitario che aiuta ragazzi con background accademici diversi a capire cosa significa diventare imprenditori; creare un team, individuare un’idea innovativa, valutarne il potenziale economico, sviluppare un prototipo e validarlo e poi presentare il progetto in maniera efficace a investitori privati.

L’evento, a cui si accede gratuitamente, si svolgerà il 20 maggio presso la Fortezza da Basso a Firenze (Viale Filippo Strozzi, 1), all’interno della XXIV International World Wide Web Conference, il più importante forum internazionale in cui si discutono i progressi nella ricerca e nello sviluppo degli standard e delle applicazioni per il web.

Quest’anno le startup giunte in finale a InnovAction Lab avranno uno scoglio in più da superare: il pitch finale in inglese, davanti a una platea di imprenditori, business angel e investitori nazionali e internazionali, con giurati del calibro di Yossi Matias (Google Ventures), David Rose (GUST e Rose Tech Venture), Bill Coughran (Sequoia Capital), Talia Rafaeli (StageOne Ventures) e Uri Levin (founder di Waze e Feex) ed altri.

Uno dei motivi per cui gli organizzatori della WWW Conference hanno chiesto di includere la finale di InnovAction Lab all’interno del proprio meeting è l’innovativo metodo formativo che contraddistingue l’iniziativa. Il corso, completamente gratuito, mette i ragazzi di fronte ai problemi tipici di chi fonda una startup e li stimola a fare ricorso a tutte le proprie risorse per risolverli. “No excuse” è il motto di InnovAction Lab, corredato da un più folkloristico #astenersibradipi.

Durante i 3 mesi del corso sono previsti 5 seminari e 4 webinar, ma il vero lavoro è svolto nel tempo libero che i ragazzi devono imparare ad autogestire. Il primo incontro fra i 120 partecipanti è su un campo da rugby. L’obiettivo è conoscersi e formare team di quattro persone. Successivamente è richiesto di individuare un’idea innovativa e trasformarla in una vera startup con l’unico supporto di un mentor, di solito un imprenditore esperto.

Giunto al suo sesto anno di attività, InnovAction Lab ha già organizzato 10 edizioni, 5 summer school in 7 regioni Italiane (Lazio, Lombardia, Puglia, Emilia Romagna, Trentino, Sardegna e Veneto), coinvolgendo oltre 900 ragazzi selezionati su circa 2500 candidature. Gli alumni che negli anni hanno frequentato InnovAction Lab hanno dato vita a molti progetti imprenditoriali, ma ad oggi sono circa 40 le startup attive che hanno raccolto complessivamente oltre 5 milioni di euro in finanziamenti da vari investitori.

Anche quest’anno InnovAction Lab è tra i partner scelti da Startup Revolutionary Road, il programma a sostegno dell’imprenditorialità giovanile promosso da Microsoft YouthSpark e Fondazione Cariplo che mira a supportare la creazione di startup tecnologiche.  I vincitori di quest’anno, anche grazie al contributo di Startup Revolutionary Road, voleranno a New York City per lo Study Tour, un viaggio intenso nel cuore dell’ecosistema della cosiddetta Silicon Alley.

Altri argomenti

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati