Startup, il Portogallo investe 10 milioni sul turismo | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione

Startup, il Portogallo investe 10 milioni sul turismo

11 Lug 2016

Il fondo Portogallo Ventures ha lanciato il primo bando rivolto ai progetti innovativi nel settore del turismo con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di attività turistiche legate alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del Portogallo. In palio ci sono finanziamenti fino a 500mila euro

Dagli europei di calcio alle startup del turismo. A meno di ventiquattro ore dal trionfo del Portogallo ai campionati europei di calcio in Francia c’è ancora un motivo per stare allegri, con le dovute proporzioni s’intende, per chi ha a cuore la terra lusitana. Questa volta il calcio non c’entra però, il tema è l’innovazione: Portugal Ventures – fondo di Venture Capital & Private Equity investments supportato da Turismo de Portugal, ha infatti lanciato il primo bando rivolto alle startup del turismo che offre investimenti per un valore complessivo di 10 milioni di euro, con l’obiettivo di promuovere l’attrattività della destinazione portoghese nel mondo. In palio ci sono finanziamenti fino a 500mila euro, mentre le candidature possono essere inviate entro il 31 luglio.

Alla sua prima edizione, la call for entries “+Patrimonio+Turismo” è stata lanciata con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di attività turistiche legate alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del Portogallo e accoglierà tutte le proposte – più o meno tecnologiche, ma pur sempre innovative – che dai diversi Paesi avranno come focus la promozione della regione lusitana e i suoi punti di distinzione.

«Il nostro Paese si sta sempre più affermando come sede elettiva dei giovani imprenditori che hanno un grande sogno ma piedi ben saldi a terra», afferma Marcelo Rebanda, dell’Ufficio Turistico del Portogallo in Italia. «Basti pensare alla vivace e dinamica atmosfera che si respira nella multietnica Lisbona, nuova patria del Web Summit mondiale. Questo bando è un’ulteriore testimonianza del costante impegno del Portogallo nei confronti dell’innovazione. Speriamo di ricevere tante candidature da un Paese fervido di giovani intraprendenti come l’Italia», aggiunge.

I progetti che si aggiudicheranno il bando potranno:

  • Beneficiare di un finanziamento di fino a 500 mila euro;

  • Contare sul supporto di un partner esperto e dedicato e affidarsi alla supervisione degli esperti di Portugal Ventures;

  • Essere inseriti in una comunità che crede nel potere dell’innovazione e del networking;

  • Avere la possibilità di essere selezionati e incubati in hub internazionali.

 

Il programma “+Patrimonio+Turismo” è inquadrato nella strategia nazionale per l’imprenditoria Start UP Portugal, un’iniziativa che mira a sostenere coloro che sono già imprenditori, garantendo la longevità delle società realizzate e puntando molto sulla creazione di lavoro e di valore economico. Lo StarUP Portugal Program è un piano di sviluppo quadriennale focalizzato su tre aree di intervento: ecosistema, finanziamento, internazionalizzazione.

L’intervento sull’ecosistema ha l’obiettivo di individuare e superare le lacune settoriali e regionali presenti in programmi di accelerazione, incubatori di imprese, fablabs, spazi dedicati ai Maker e fabbriche di design portoghesi; ma anche aumentare la competitività internazionale di queste realtà. Le politiche di finanziamento pubblico per le startup si focalizzeranno sulla capacità di offrire strumenti di prestito alternativi alle banche, promuovendo nuovi metodi di finanziamento come equity crowdfunding, peer-to-peer lending e co-investimenti con i maggiori investitori presenti sul mercato. L’internazionalizzazione riguarderà l’avvio di iniziative volte a rendere il Portogallo meta più appetibile per startup, investitori, incubatori e acceleratori esteri.   

Fabrizio Marino
Giornalista

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati