Startup Cup FVG, si riparte unendo le forze del Friuli Venezia Giulia | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ecosistema

Startup Cup FVG, si riparte unendo le forze del Friuli Venezia Giulia

23 Apr 2015

L’edizione 2015 della business plan competition a sostegno dell’imprenditoria giovane è la riunione di Start Cup FVG e Start Up FVG. Si allarga così la rete di promotori e cresce la capacità di coinvolgimento del territorio regionale . Iscrizioni aperte fino al 20 maggio

Si rimette in moto Start Cup FVG, la business plan competition per sostenere l’imprenditoria giovane, promuovere la nascita e la crescita di imprese innovative (spin-off universitari/accademici e start up) e più in generale diffondere la cultura imprenditoriale nel mondo accademico e nel territorio del Friuli Venezia Giulia, incentivando così lo sviluppo economico regionale e l’attrazione di ulteriori investimenti e imprese da fuori regione.

L’edizione 2015 Il futuro è la tua impresa unisce due iniziative pre-esistenti: Start Cup FVG e Start Up FVG. Start Cup FVG, “storica” competizione associata al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) promossa dall’Università degli Studi di Udine, dall’Università degli Studi di Trieste, dalla SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, che sostiene il progetto fino dalla sua prima edizione “udinese” del 2003 e dalla Fondazione CRTrieste, vicina all’iniziativa già dal 2004.

Start Up FVG, promossa dal Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria FVG in collaborazione con i Parchi Scientifici e Tecnologici regionali, AREA Science Park, Friuli Innovazione, Innova FVG, Polo Tecnologico di Pordenone, Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Agli attori precedenti, Start Cup Fvg 2015 abbina l’importante presenza di Mediocredito FVG, di Banca Popolare di Cividale. Supporter del progetto BIC Incubatori FVG, IRCCS CRO di Aviano, i network di Business Angels IAG – Italian Angels for Growth e Custodi di Successo FVG, il Consorzio Friuli Formazione, la Direzione centrale salute, integrazione socio sanitaria, politiche sociali e famiglia e le aziende Acciaierie Bertoli Safau S.p.A., Electrolux Professional e Fincantieri. Partner tecnici iVision e Studio Sandrinelli Srl. Un significativo allargamento della rete di promotori che ha l’obiettivo di coinvolgere in maniera sempre più capillare la regione e di valorizzare ancora meglio le più promettenti idee imprenditoriali.

L’iniziativa prevede quattro fasi.

1) La prima, quella delle iscrizioni, è attiva da oggi con la pubblicazione del sito www.startcupfvg.it che presenta il regolamento completo dell’iniziativa e la modulistica che gli interessati devono compilare. La domanda di partecipazione va compilata entro e non oltre il 20 maggio 2015fornendo una descrizione sintetica del progetto e indicando il settore di appartenenza tra quattro categorie: LIFE SCIENCES (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone); ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.); AGRIFOOD – CLEANTECH (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia); e INDUSTRIAL (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

2) La seconda fase prevede lo sviluppo della proposta presentata in un business plan “qualitativo”, secondo le modalità suggerite dalla Direzione del Premio e sulla base dei corsi di cultura imprenditoriale e degli incontri con la comunità accademica, industriale e finanziaria che saranno attivati. Il business plan andrà poi caricato in formato elettronico sul sito www.startcupfvg.itsecondo le tempistiche che saranno comunicate per tempo agli iscritti.

3) La terza fase consiste nella valutazione dei business plan da parte del Comitato Valutazione Start Cup FVG e prevede la selezione di massimo 24 progetti che verranno suddivisi in due sezioni, IDEAS e START UP, sulla base del grado di avanzamento/maturità del progetto. A ciascun progetto selezionato sarà attribuito un Angelo. La comunicazione dei progetti che avranno superato la prima selezione, la loro categorizzazione in IDEAS o START UP e l’abbinamento con l’Angel saranno veicolati in un evento ufficiale, la “Notte degli Angeli”, che si terrà a Udine nella prima settimana di luglio.

4) La quarta fase, da luglio a ottobre, vede i proponenti selezionati durante la “Notte degli Angeli” elaborare il business plandefinitivo, l’executive summary e, per la categoria STARTUP, il pitch (un breve video di massimo 3 minuti), avvalendosi del supporto degli Angeli che andrà consegnato entro il termine che verrà loro indicato. Questa fase terminerà con un evento pubblico che si terrà a Trieste nel mese di ottobre, in cui verranno premiati i vincitori di Start Cup FVG: quattro per la sezione IDEAS e quattro per la sezione STARTUP.

I quattro progetti vincitori della sezione IDEAS otterranno un premio di 5mila euro ciascuno. I quattro progetti vincitori della sezione STARTUP riceveranno ciascuno: un premio di 5mila euro e servizi per un valore di 20mila di pre-incubazione o incubazione fisica e mentoring presso un incubatore certificato; accesso al mercato degli investimenti nel capitale di rischio (business angelseed e venture capital); assistenza e supporto per lo sviluppo della start up (comunicazione, proprietà industriale, aspetti legali e fiscali, ecc.); e di formazione e tutoraggio dei neo imprenditori.

Tra tutti i progetti premiati, sia nella sezione IDEAS sia in quella STARTUP, il Comitato di Valutazione individuerà quattro progetti (uno per categoria) che parteciperanno al Premio Nazionale per l’Innovazione secondo le modalità previste per l’edizione 2015.

 

Redazione

Articoli correlati