SoftBank Vision Fund, il più grande fondo tech al mondo guarda all'Europa: un acceleratore e un investimento su Klarna | Economyup

STARTUP

SoftBank Vision Fund, il più grande fondo tech al mondo guarda all’Europa: un acceleratore e un investimento su Klarna



Il programma lanciato da Softbank è aperto alle startup europee che abbiano almeno un fondatore non bianco, femmina, LGBTQ +, disabile e/o rifugiato. Obiettivo: mettere in collegamento imprenditori “sottorappresentati” con capitale, strumenti e network che siano in grado di aiutarli a scalare.

09 Giu 2021


Masayoshi Son, CEO di Softbank

Softbank Vision Fund, che è il più grande fondo al mondo di investimenti in tecnologia e startup, guarda all’Europa. Dopo il lancio di un acceleratore dedicato a imprenditori “sottorapresentati” , guida un finanziamento di di 639 milioni di dollari su Klarna, la fintech più valutata del Vecchio Continente.

L”acceleratore si chiama “SoftBank Vision Fund Emerge”.  Obiettivo: mettere in collegamento imprenditori “sottorappresentati” con il capitale, gli strumenti e i network che siano in grado di aiutarli a scalare. Il programma è aperto alle startup europee che abbiano almeno un fondatore che si identifica come non bianco, femmina, LGBTQ +, disabile e/o rifugiato. Questo, naturalmente, in un’ottica di attenzione alla diversity, che le aziende più illuminate stanno cominciando a far propria in varie parti del mondo.

L’investimento su Klarna è stato guidato dal fondo Vision Fund 2 di Softbank e ha visto la partecipazione di realtà già presenti in Klarna come Adit Ventures, Honeycomb Asset Management e WestCap Group, con l’obiettivo di supportare l’espansione internazionale dell’azienda e presidiare ancora di più la crescita globale in ambito retail. La valutazione post-money di Klarna è pari a 45,6 miliardi di dollari e la conferma come la fintech privata a più alto valore in Europa e la seconda a livello globale.

Softbank e il Softbank Vision Fund: che cosa sono

SoftBank Group Corp  è una holding multinazionale giapponese che si occupa di telefonia fissa, telefonia mobile, Internet a banda larga, commercio elettronico, finanza, marketing, progettazione di semiconduttori e altro.

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

È stata fondata a settembre 1981 a Tokyo da Masayoshi Son, all’epoca 24enne e oggi descritto come  il Bill Gates del Giappone. Masayoshi Son è riuscito a trasformare un piccolo distributore di software per pc in un gigante mondiale. Popolarissimo sui social e spesso accusato di megalomania, è  uno dei pochi “re” della tecnologia mondiale amico dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump quando era in carica.

La notorietà di SoftBank è soprattutto legata all’enorme successo del lancio di Alibaba, il colosso cinese dell’eCommerce sulle cui potenzialità aveva scommesso sin dall’inizio e di cui era divenuta la  principale azionista. Nel 2017 ha debuttato Vision Fund, il più grande “tech fund” della storia, che quell’anno registrava tra i suoi investitori il fondo sovrano saudita e imprese quali Apple, Qualcomm e Foxconn.  Nello stesso periodo ha investito 10 miliardi di dollari su Uber.

Ha anche contribuito a finanziare massicciamente WeWork, la rete di co-working, che però ha avuto problemi con la sua IPO . Tra i più recenti insuccessi del fondo di Softbank, il finanziamento nel 2020, per 200 milioni di dollari, della startup del Contech (tecnologia nelle costruzioni) Katerra. Dopo aver raccolto 2 miliardi di dollari in investimenti. la società fondata a Menlo Park (California) nel 2015 non ha retto all’onda d’urto della pandemia e ora si sta avviando verso il fallimento.

Nonostante le critiche che hanno cominciato ad appuntarsi su Softbank, la società ha registrato un’ottima trimestrale. E il CEO Masayoshi Son ha detto di aspettarsi numerose exit per il prossimo futuro del Softbank Vision Fund. 

Come funziona il programma Emerge di Softbank

Ora però il tech fund di Softbank vuole esplorare i territori innovativi dell’Europa. Ma come funziona il programma di accelerazione “Emerge”? I candidati selezionati per partecipare al programma resteranno nell’acceleratore per 8 settimane. In questo periodo di tempo entreranno in contatto con  dirigenti e società che forniranno loro sessioni di mentoring e formative. Inoltre i partecipanti a Emerge potranno ricevere investimenti diretti.

QUI è POSSIBILE ISCRIVERSI AD EMERGE

Le domande di adesione al programma sono aperte e i candidati devono soddisfare i seguenti criteri:

–Startup in fase di avviamento con un prodotto funzionante

–Utilizzo di tecnologia in grado di trasformare radicalmente un mercato ampio o in crescita

–In forte crescita con la convalida anticipata dei clienti

–Modello di business con il potenziale per scalare

–Almeno un fondatore dell’azienda non bianco, femmina, LGBTQ, disabile e / o rifugiato.

Le startup prescelte saranno annunciate a metà agosto,  le sessioni inizieranno a settembre. Il programma si concluderà con una giornata-vetrina in cui le aziende avranno l’opportunità di presentarsi a un gruppo di alcuni tra i migliori investitori europei.

Chi sostiene il programma Emerge

La versione europea del programma Emerge vuole replicare il successo di un’analogo programma di accelerazione statunitense che si è protratto per tutta l’estate del 2020 e ha generato $ 5 milioni di finanziamenti per 13 startup.

La versione 2021 che si svolge nel nostro continente  prevede la partecipazione di società e investitori europei tra cui Speedinvest, Breega, Cherry Ventures,   FirstMinute Capital e Kindred. WeWork Labs supporterà lo sviluppo di programmi di studio.

“Costruire condizioni di parità per vari founder europei è il nostro must”, ha dichiarato Oliver Holle di Speedinvest. “Non potremmo essere più entusiasti di collaborare con SoftBank ad Emerge: questo programma incarna davvero ciò che amiamo fare, ovvero sostenere i migliori fondatori in fase iniziale in Europa, indipendentemente dal loro background, e fare davvero la differenza nel loro percorso imprenditoriale. ”