La vittoria di Book2Fix e il primo talent Garden in Calabria | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Startup Weekend Cosenza

La vittoria di Book2Fix e il primo talent Garden in Calabria

16 Dic 2013

Il trionfo di una start up che ha creato un’applicazione per trovare professionisti che possano risolvere problemi o imprevisti e l’apertura del primo Talent Garden del Mezzogiorno d’Italia: è questo il bilancio della tre giorni in cui il Sud ha mostrato la sua anima innovativa

Poco meno di 100 partecipanti, 7 startup, 54 ore di tempo per sviluppare la propria idea e tanta, tantissima, motivazione.

Sono solo alcuni numeri dello Startup Weekend Cosenza che si è svolto dal 13 al 15 dicembre presso il Palagarden di Rende e durante il quale il giovanissimo Davide Dattoli ha annunciato con orgoglio l’apertura del primo Talent Garden del Mezzogiorno d’Italia proprio a Cosenza.

Nell’arco  delle  tre  giornate  l’evento  è  stato  arricchito  da  spunti  interessanti  e  motivanti  con speaker  di  spessore  come  Raffaele  Giordanelli  CTO  di  Eco4cloud,  startup  vincitrice  di Working  Capital  2011.  Nella  giornata  finale, a mezzogiorno, Skype Call di Augusto Coppola co­founder Innovaction  Lab, uno dei migliori percorsi formativi per startup; a  seguire GerardoSacco,  Maestro Orafo, famoso  in tutto  il mondo per  i suoi gioielli; Francesco Mazzei, MasterChef dell’Anima, posizionato tra  i migliori 10 ristoranti di Londra; e Fortunato Amarelli CEO di Liquirizia  Amarelli,  una  delle  35  aziende  più  antiche  del  globo. Ogni  team è  stato seguito da coach  con  esperienza  in  ogni  settore,  ICT,  Marketing, Legal, Business, UX: Valerio Pullano (Gamepix), Massimiliano  Caruso (Singulance), Giovanni De Caro (Atlante Venture), Filippo Mazzei  (AppGratuita),  Mario  Scuderi  (Working  Capital  Catania),  Raimondo  Bruschi (Presidente  Smart  City Brescia  e  Ceo  Servizi  Internet), Enzo Aggazio (Scai S.p.A.), Peppe Sirchia (Meedori), Giuseppe Oppedisano (Consulente aziendale). Intorno alle 23 della giornata di sabato, a incoraggiare i ragazzi è passato tra i tavoli di lavoro anche l’Assesore regionale alla cultura Mario Caligiuri.

Sette le idee innovative presentate:

­Wazhere,  applicazione  che  consente  la  condivisione  di  messaggi  geolocalizzati  il  cui contenuto è fruibile solo da chi si trova nel luogo taggato

How it feels like, una nuova piattaforma che, attraverso brevi filmati, permette di condividere pillole di quotidianità immedesimandosi in chi sta vivendo una determinata esperienza

­ Cicero,  social  taxi per  chi  vuole  spostarsi  conoscendo persone  nuove  e un  po’  di più sulla cultura e la storia dei luoghi che visita

Book2Fix,  applicazione  che  consente  di  trovare  con  3 semplici  click  professionisti fidati in grado di risolvere qualsiasi tipo di problema o imprevisto

­Drone,  startup  per  l’utilizzo  della  tecnologia  dei  droni  in  ambiti  civili,  come  il  monitoraggio ambientale e l’agricoltura

­ My Project, una piattaforma per fare “matching”, mettendo insieme tutti i soggetti interessati a condividere, conoscere e far conoscere idee e e progetti innovativi

­Make Unique, startup rivolta ad artisti, collezionisti ed appassionati d’arte in generale, che ha l’ambizioso obiettivo di rendere unica l’opera digitale creando un nuovo segmento di mercato.

Ad aggiudicarsi il primo posto è stata la startup   Book2Fix  di Michele  Riso,  al  secondo  posto  How  it feels like di  Johnatan Summer,  e al  terzo posto Drone di Francesco Laurito.

Una grande occasione per il Sud, che per l’ennesima volta ha saputo mostrare tutta la sua anima innovativa.

di Ilaria Orfino

Articoli correlati